Italian version Versione italiana
English version English version

> REGISTRAZIONE
Aziende agricole e vinicole
Enoteche e winebar
Ristoranti,trattorie,osterie
Agenti, importatori
Packaging, enotecnica
Siti e-commerce
Riviste, libri, guide
Pubblicità


> NAVIGAZIONE VELOCE
Attività già registrate
Vino, appunti, doc, vitigni...
Rubriche
Servizi
Iniziative
Guide umane
Esperti
Recensioni ristoranti
Shopping
Video
Info

> LINK SPONSORIZZATO


> VINIX MOTORE DI RICERCA

Registra la tua attività anche su Vinix.it, motore di ricerca enogastronomico italiano.

Clicca qui >>


L'altraguida.com

> L'ALTRAGUIDA.COM
Un ambizioso progetto a cura de L'AcquaBuona, laVINIum, TigullioVino e WineReport !
Come è nata >>




> LINK SPONSORIZZATO

> ISCRIZIONE NEWSLETTER
Seleziona le newsletter che vuoi ricevere, inserisci la tua mail e dai conferma !

Eno-iniziative in Italia
Etichette di vini
Pillole (comunicati)
Galateo a tavola
Shopping
Ricettario
Zona Tigullio
Fuori porta (estero)
Valle d'Aosta
Piemonte
Liguria
Lombardia
Veneto
Trentino/A.A
Friuli/V.G.
Emilia Romagna
Toscana
Marche
Umbria
Lazio
Abruzzo
Molise
Campania
Puglia
Basilicata
Calabria
Sicilia
Sardegna



iscriversi
cancellarsi



TigullioVino.it ©
E' vietata la copia di tutto il materiale presente in questo sito senza esplicita autorizzazione dell'autore.


Invio campionature >>
Invio iniziative >>
Aggiungi ai preferiti >>
Curiosità >>
Wine web awards >>
Sondaggio >>
Mappa >>
Links >>
Privacy >>
Contattaci >>
Scrivi !






         
                     


          I risultati della prova d'assaggio


          Data della degustazione : 29/07/2003
          Campioni d'assaggio : 3
          Il metodo di degustazione
          La Commissione d'assaggio
          La scheda di valutazione

1)Aglianico del Vulture Doc Il Repertorio 2001
Tipologia :
Rosso
Gradazione alcolica : 14,5
Vitigni : aglianico
Lotto : 03046

Aspetto Visivo : 3
Aspetto Olfattivo : 4
Aspetto Gustativo : 7
Impressioni Generali :
5


Grandissimo vino. Già al colore si presenta molto bene con un rosso rubino vivo, quasi brillante, di buona consistenza. Al naso accoglie il degustatore con sensazioni intense ed allo stesso tempo finissime di frutta rossa lievemente matura e di spezie. In bocca riesce ad esprimere perfettamente il significato di equilibrio: acidità, tannini e sali minerali in abbondanza, fanno da contraltare alla morbida e vellutata finezza del frutto rendendo la beva incredibilmente piacevole, rotonda elegante ed appagante. Alcuni membri della commissione degustatrice hanno sollevato eccezioni di non completa fedeltÓ alla tipicitÓ ed alla tradizione dell'aglianico, solitamente pi¨ spigoloso. Davanti a cotanta piacevolezza, tuttavia, ogni dubbio viene meno. In sostanza, un gran vino che ad eleganza equilibrio e finezza, riesce ad accostare intensità e persistenza.
Solo una nota, di merito, sul legno: se ne avverte certamente la presenza (probabilmente, comunque, si tratta di barrique non nuove, di secondo passaggio), il desiderio di continuare a riempire il calice, tuttavia, rende quasi superfluo sottolineare che è il frutto a dominare in modo superbo il quadro olfattivo-gustativo. Siamo davvero vicini alla perfezione, ed il rapporto qualità prezzo gli fa valere il massimo riconoscimento alle impressioni generali: circa 15 euro in enoteca.

Punteggio : 19/20
Tre Bicchieri di Tigulliovino



2)Aglianico del Vulture Doc La Firma 2001
Tipologia : Rosso
Gradazione alcolica : 14,5

Vitigni : Aglianico
Lotto : 03041

Aspetto Visivo : 3
Aspetto Olfattivo : 4
Aspetto Gustativo : 6
Impressioni Generali :
4


Rosso rubino molto fitto il suo colore di grande limpidezza e consistenza, testimoniata anche da copiose lacrime di alcol e glicerina che dopo breve ossigenazione scendono lente lungo le pareti del calice. Il naso è fittissimo, intenso e persistente, molto complesso. Con grande finezza ed eleganza, avverti dapprima il legno che subito però lascia spazio all'imponente frutto maturo, alla confettura di ciliegia, alla marasca, alle spezie, al cacao ed al caffè. E' vino ampio, con ricordi balsamici, ciononostante, a nostro avviso è ancora chiuso e non esprime al massimo le sue potenzialità. Enormi.
Passi all'assaggio e il manto vinoso ti appaga. E' vino pieno, di grande estratto ed equilibrio gustativo e non raggiunge il massimo solo per via del legno che, sia pur non intaccando per nulla il copioso frutto, potrebbe essere ancora un poco meno evidente e rendere la beva piacevole ai livelli de "Il Repertorio" della stessa azienda. A nostro avviso comunque, si tratta di vino ancora giovane, dalle potenzialità enormi ed ancora in gran parte inespresse. Vino dal grande futuro.
In enoteca non lo regalano ma li vale senz'altro : 28 euro circa.


Punteggio :
17/20
Due Bicchieri di Tigulliovino



3)L'Autentica 2001
Tipologia : Bianco Dolce
Gradazione alcolica : 13

Vitigni : Moscato 70%, Malvasia 30%
Lotto : 03062 Bottiglia da 500 ml


Aspetto Visivo
: 3
Aspetto Olfattivo
: 4
Aspetto Gustativo
: 6
Impressioni Generali
: 4


Di un bel giallo paglierino intenso con ampi riflessi dorati, è limpido, praticamente cristallino. Buona la sua consistenza. Il naso dapprima è varietale: avverti molto bene l'erbaceo e le tipiche note del Moscato, meno la Malvasia. Poi si apre in un ampio ventaglio di sensazioni fruttate più e meno mature, su tutto l'albicocca ed il fico secco. La sua grande dolcezza è piacevolmente stemperata dall'apporto varietale della Malvasia che rende la beva assolutamente piacevole e diversa. Molto buono, molto vicino alla perfezione. Lo trovate in enoteca intorno ai 25 euro.


Punteggio : 17/20
Due Bicchieri di Tigulliovino



Considerazioni finali sull'azienda

Grandi vini per un'azienda di livello alto, che si avvale dell'esperienza di un enologo d'eccezione quale Luigi Moio.
Senza rese esasperatamente basse (70 q per ha) e con una buona densità di ceppi (5000 per ha), quest'azienda, sia pur relativamente giovane, dimostra di sapere il fatto suo quanto a vini di qualità.
Ci chiediamo soltanto il perchè, se si riesce a modulare così bene l'apporto dei piccoli legni, si mettono comunque in commercio i vini così presto, in particolare, il La Firma. La domanda è in parte retorica ma riflettete produttori...il La Firma, già molto buono oggi, degustato ad almeno 4 o 5 anni di distanza sarebbe stato senz'altro un tre bicchieri di TigullioVino.it. A nostro avviso certi vini andrebbero, sia pur con qualche sacrificio, tenuti in bottiglia qualche anno in più prima d'esser messi in commercio.
Attualmente Il Repertorio è superlativo quanto a piacevolezza di beva anche se, con fantasia, potrebbe avere ancora qualche minimo margine di miglioramento.
Il La Firma è senz'altro più "grande" o meglio, più importante, ma va apprezzato nel lungo periodo. Complimenti infine anche per L'autentica che, oltre ad un simpatico gioco di parole (il notaio...l'autentica...) rappresenta senz'altro un abbinamento originale e ben riuscito tra Moscato e Malvasia offrendo un prodotto molto piacevole e diverso.
Complimenti, avanti così e ancor meglio, se possibile.