Registrati!

hai dimenticato la password?

Inserisci il tuo indirizzo e-mail e premi invia.

ricerca avanzata

cerca in
Pubblicità
Home > Autori > Vino > Vocacibario

Vocacibario

Anteprima Chianti Classico 2014 & 21a Collection

di Virgilio Pronzati

MappaArticolo georeferenziato

Questa 21a Chianti Classico Collection è stata siglata da una voluta e centrata innovazione.  Già nel marchio, il Gallo Nero è senz’altro ringalluzzito. Ma la cosiddetta devolution, consiste nella modifica di alcune norme al Disciplinare di produzione approvate nel gennaio 2013, dall’Assemblea dei Soci del Consorzio Vino Chianti Classico.  Un po’ quello che avvenne nel Medoc nel lontano 1885.  Al vertice della piramide della qualità il Chianti Classico Gran Selezione. Vini prodotti da una sola vigna o da più vocati vigneti delle singole aziende, con minimo 30 mesi d’invecchiamento, di cui almeno 3 d’affinamento in bottiglia.  La gradazione alcolica minimo del 13%, l’acidità totale minima 4,5% g/litro e l’estratto non riduttore minimo 26 g/litro.  Inoltre, come per tutti i Docg, l’idoneità al consumo, previe analisi chimiche e organolettiche delle commissioni preposte. 

Al secondo stadio, nel mezzo della piramide, il Chianti Classico Riserva con due anni d’invecchiamento, di cui tre mesi d’affinamento in bottiglia, a partire dal 1° gennaio dell’anno successivo alla vendemmia, con  gradazione alcolica minima del 12,5%.  Alla base, il Chianti Classico Annata, che deve essere immesso al consumo dal 1° ottobre dell’anno successivo alla vendemmia, con gradazione alcolica minima del 12%.  Mentre le norme nel vigneto sono: Sangiovese 80-100%, altri vitigni a bacca rossa ammessi dalla Regione Toscana massimo 20%, resa di uve per ettaro massimo 75 quintali (2 kg a ceppo). La presentazione della tipologia Chianti Classico Gran Selezione è stata fatta alla grande.  Location d’eccezione, il Salone dei 500 di Palazzo Vecchio, gremito di oltre 200 giornalisti di cui una parte proveniente da 36 Paesi, nonchè buyer e operatori del settore.

A illustrare in anteprima mondiale la nuova tipologia Sergio Zingarelli e Giuseppe Liberatore, rispettivamente presidente e direttore del Consorzio del Chianti Classico, chiarendo ai numerosi intervenuti, le ragioni della scelta e i positivi riscontri d’immagine e diffusione che avrà sui mercati esteri. <“Il Chianti Classico – ha rilevato Sergio Zingarelli Presidente del Consorzio - è la prima denominazione al mondo ad aver introdotto una nuova tipologia di eccellenza nella propria piramide qualitativa. Un caso unico, una sfida che il Gallo Nero lancia al mondo enologico nella convinzione che per rinnovare una storia di 300 anni caratterizzata da grandi passioni e grandi successi, per valorizzare ulteriormente il territorio e affermarsi sui mercati internazionali, sia necessario continuare a credere ed investire sulla qualità del prodotto”.

Nell’occasione sono stati serviti una parte del Chianti Classico Gran Selezione. Il giudizio unanime è stato oltremodo favorevole.  Ottimali all’aspetto, hanno espresso un bouquet molto fine, intenso, ampio e complesso con note fruttate e speziate, e al sapore, un eccellente struttura e persistenza, di buona freschezza e sapidità, ed equilibrata tannicità.  Doti che assieme alla possibilità di evolversi migliorando nel tempo, fanno di questi vini degli autentici ambasciatori dell’enologia italiana nel mondo.  Non di minore interesse il lato economico. Essi rappresentano il 10% della produzione del Chianti Classico, per un valore complessivo che si aggira tra i 70 e i 100 milioni di euro.

Chianti Classico Collection è sicuramente tra i maggiori eventi di settore a livello internazionale.  Per due giorni, il 18 (per la stampa) e il 19 (per stampa e operatori) di febbraio di quest’anno, nei grandi spazi della Stazione Leopolda di Firenze, si è tenuta la maggiore manifestazione promossa annualmente dal Consorzio Vino Chianti Classico (costituito nel lontano 1924), denominata Chianti Classico Collection. Un’autentica e grande “collezione” di Chianti Classico giunta alla 21a edizione, che comprende quasi la totalità dei produttori. Infatti, ben 769 etichette presenti per 7.988 bottiglie di 142 produttori, che sono passate al vaglio da oltre 200 giornalisti specializzati provenienti da ben 30 paesi dei cinque continenti. Nonché oltre 1300 visitatori che operano nel settore.  In catalogo, le annate 2012, 2011, 2010, 2009 e 2008. Mentre per le riserve, le annate erano 2012, 2011, 2010, 2009, 2008 e 2007.  Per un totale di 270 vini. Più i 20 campioni da botte dell’annata 2013 e i 35 Gran Selezione di varie annate.

L’anteprima 2014 ha riservato gradite sorprese. Dai ripetuti assaggi dei vini a divenire Chianti Classico, il 2013 è sicuramente di buona qualità.  Le iniziali fasi vegetative delle viti influenzate nel primo semestre da piogge, durante l’estate e l’autunno hanno velocemente recuperato, portando uve sane e giustamente mature alla vendemmia.  In cantina, la conferma della buona annata, confermata dalle buone caratteristiche organolettiche. All’assaggio hanno espresso in generale, colore ottimale, profumi intensi e persistenti, fruttati e floreali, buona struttura, freschezza e sapidità, con equilibrata tannicità. 

Dei 325 vini da degustare, ben 315 quelli assaggiati. Quindi una valutazione quasi completa che ne traccia le caratteristiche salienti. I quarantotto Chianti Classico 2012 di cui 29 da botte, benché ancor giovani e quindi non ancora armonici, sono risultati: dieci ottimi, dodici buoni, quattordici discreti e dodici sufficienti.  Dei settantasei Chianti Classico 2011 di cui solo 1 da botte: ventidue ottimi, venti buoni, quindici discreti e nove tra il comune e il sufficiente. Quasi pronti e di discreto equilibrio i venticinque 2010, con tredici ottimi, sei buoni, tre discreti e cinque sufficienti. Di buon livello, i quattro del 2009 di cui uno ottimo e l’altro buono.  Solo uno e buono, dell’annata 2008.  Passando alle riserve, gradite conferme. Solo due del 2012: un buono e un discreto. Dei ventotto del 2011 di cui 5 da botte:  quattro ottimi, sedici buoni e otto sufficienti. Quarantanove del 2010, con uno da botte, sono risultati otto ottimi, quindici buoni, diciotto discreti e otto sufficienti.   Trentuno del 2009 di cui otto ottimi, nove buoni, sette discreti ed altrettanti sufficienti.  Dei quattro 2008, tre buoni e un comune. Pronti e buoni, i due del 2007. Complessivamente, un livello qualitativo positivo. I vini di minor equilibrio e finezza sono stati in gran parte quelli da botte.

Due parole anche sull’extravergine DOP. L’annata 2013 è da catalogare tra quelle più produttive e buone dell’ultimo decennio. I 32 oli in degustazione, si presentavano all’olfatto con odore fruttato medio e fresco, persistenti, schietti, con nette note vegetali e fruttate, dal sapore pieno, con piacevoli percezioni di piccante e d’amaro e persistenti. A febbraio 2014: 86 richieste di certificazione olio; 10.482 quintali di olio atto a divenire DOP Chianti Classico; 1.000 quintali di olio certificato DOP Chianti Classico; 628 quintali di olio imbottigliato DOP Chianti Classico. 

Alcuni numeri del Gallo Nero DOP nel 2013: 234 soci olivicoltori; 90 soci imbottigliatori; 28 soci molitori; 383.744 piante iscritte dell’Albo.  Interessante anche l’export: il 60% è venduto all’estero, di cui il 60% nei Paesi europei e il 40% nei Paesi extra europei.  Il valore della produzione olivicola è di oltre 10 milioni di euro. 

Secche in gran parte, ma profumate e di gran carattere, le grappe presenti quest’anno. Anche se dietro al Veneto e al Piemonte, la Toscana può vantare giustamente un prodotto di buona diffusione e qualità.

Tra vari motivi d’interesse la devolution del Gallo Nero. Ossia il riassetto complessivo della denominazione: dal restyling del marchio a un vino top della piramide qualitativa.  L’iniziativa Le Tavole del Gallo Nero: 15 ristoranti che valorizzano il Chianti Classico a tavola.  Inconsueta ma allegra e moderna, la serata con cena di questa ventunesima edizione.  Un ricco buffet con golosità esaltate dai numerosi Chianti Classico, seguito da musica e balli.  Il tutto siglato dall’esclusività dell’ambiente.  Di gran classe la serata a Palazzo Corsini. Nel fastoso salone è stata servita una raffinata cena con abbinati i Chianti Classico Gran Selezione.

Per il resto, come per l’organizzazione, tutto molto curato: confortevoli e vicini Hotel, pullman navette per i trasferimenti, impeccabile servizio dei vini dei Sommelier, cortese e professionale l’opera di funzionari ed altri addetti del Consorzio, così come altre persone con varie mansioni.  

Sponsor: Il Ministero delle Politiche agricole alimentari e forestali, la Regione Toscana e la Banca CR Firenze.  Partner della manifestazione: l’AICIG (l’Associazione Italiana Consorzi Indicazioni Geografiche) con degustazioni di alcuni dei migliori prodotti DOP italiani come Prosciutto di San Daniele, Grana Padano, Mozzarella di bufala campana, Pane di Altamura, Pecorino Toscano, Prosciutto Toscano, Oliva da mensa La Bella della Daunia, insieme naturalmente, all’Olio DOP Chianti Classico.  Tra i partner storici della “Collection” anche RCR, Firenze Parcheggi, l’Acqua di Toscana® San Felice e Pulltex.

_____________________________________________________  

 

Il Chianti Classico in cifre
(Dati conferiti dal Consorzio Vino Chianti Classico)

Estensione dell’intero territorio: 70.000 ettari; Estensione complessiva dei vigneti: 10.000 ettari;  Vigneti iscritti all’Albo Chianti Classico:  7.200 ettari;  Produzione di vino Chianti Classico del 2013: 242.000 ettolitri, il 5% in più del 2012.  Numero dei soci del Chianti Classico: 560;  Soci imbottigliatori: 365. La produzione media annua è di 35 milioni di bottiglie. 
Il Chianti Classico è esportato in oltre 50 Paesi.


Commercializzazione del Chianti Classico nel 2012


Stati Uniti: 31%; Italia: 20%; Germania: 10%; Canada: 10%;  Regno Unito: 6%;  Svizzera: 5%; Giappone: 4%; Paesi scandinavi: 4%;  Benelux: 3%;  Russia: 2%; Cina: e Hong Kong: 3%; Altri Paesi: 2%. Il giro d’affari annuale si attesta mediamente sui 360 milioni di euro.

 
Le Aziende e i vini

CHIANTI CLASSICO 2012 (con * sono prelevati da botte).

1   Antinori nel Chianti Classico  -  Peppoli *

2   Badia a Coltibuono - Castelnuovo Berardenga*

3   Badia a Coltibuono  -  Gaiole in Chianti*

4   Barone Ricasoli – Broglio*

5   Bibbiano 

6   Bonacchi*

7   Borgo Scopeto*

8   Carpineto

9  Castellare di Castellina

10 Castello di Fonterutoli  - Fonterutoli*

11 Castello di Monsanto*

12 Castello di Querceto

13 Castello di San Donato in Perano*

14 Castello San Sano*

15 Castello Vicchiomaggio – San Jacopo da Vicchiomaggio

16 Casuccio Tarletti*

17 Cigliano*

18 Fattoria di Cinciano

19 Famiglia Nunzi Conti

20 Fattoria di Valiano*

21 Fattoria di Vegi – Francesco Chiostri*

22 Fattoria I Collazzi – I Bastioni*

23 Fattoria Le Fonti*

24 Fattoria San Giusto a Rentennano *

25 Fattoria Viticcio

26 Fèlsina - Berardenga

27 Isole e Olena*

28 Istine

29 La Madonnina - Bello Stento*

30 La Porta di Vertine

31 Le Miccine*

32 Luiano

33 Monteraponi*

34 Monterotondo – Vaggiolata*

35 Montesecondo*

36 Podere Castellinuzza

37 Poggio Torselli*

38 Pomona – Bandini Villa Pomona

39 Querceto di Castellina -  Aura* 

40 Queciabella*

41 Rocca di Castagnoli

42 Rocca di Montegrossi

43 Ruffino - Santedame

44 Tenuta Cappellina*

45 Terre di Melazzano - Riscoperto

46 Terre di Perseto – Albore*

47 Vallone di Cecione*

48 Villa Cerna

 

CHIANTI CLASSICO 2011

49 Agricola Monterinaldi – Castello di Monterinaldi

50 Agricoltori del Chianti Geografico – Contessa di Radda

51 Bibbiano - Montornello

52 Bindi  Sergardi – La Ghirlanda

53 Bonacchi  -  Casalino

54 Borgo Casa al Vento  -  Aria

55 Borgo Salcetino

56 Buondonno

57 Candialle – La Misse

58 Cantalici - Baruffo

59 Casale dello Sparviero

60 Castelli del Grevepesa  - Clemente VII

61 Castellinuzza

62 Castellinuzza e Piuca

63 Castello d’Albola

64 Castello della Paneretta

65 Castello di Ama – Ama

66 Castello di Gabbiano - Gabbiano

67 Castello di Meleto

68 Castello di Radda

69 Castello di Selvole

70 Castello di Verrazzano

71 Castello di Volpaia – Volpaia

72 Castello La Leccia

73 Cigliano

74 Colle Bereto

75 Concadoro

76 Dievole - La Vendemmia

77 Fattoria Cerbaia

78 Fattoria di Corsignano

79 Fattoria di Lamole – Le Stinche Castello di Lamole*

80 Fattoria I Collazzi – I Bastioni

81 Fattoria Poggiopiano

82 Fattoria San Michele a Torri  -  Tenuta La Gabbiola

83 Fietri

84 I Fabbri  -  Lamole

85 I Sodi

86 Il Mulino di Grace

87 Il Palagio di Piccini Monia

88 Isole e Olena

89 La Porta di Vertine

90 Lamole di Lamole

91 Lanciola  - Le Masse di Greve

92 Le Cinciole

93 Lornano

94 Monte Bernardi - Retromarcia

95 Montefioralle

96 Monterotondo  -  Vaggiolata

97 Montesecondo

98 Fattoria Nittardi – Casanuova di Nittardi

99 Panzanello

100 Podere La Cappella

101 Poggerino

102 Poggio al Sole

103 Poggio Benelli

104 Principe Corsini – Villa Le Corti - Le Corti

105 Querciabella

106 Renzo Marinai

107 Riecine

108 San Fabiano – Calcinaia

109 San Felice

110 San Leonino

111 San Vincenti

112 Setriolo

113 Tenuta di Arceno

114 Tenuta di Liliano

115 Tenuta di Nozzole

116 Terrabianca – Scassino

117 Terreno

118 Val Delle Corti

119 Vallone di Cecione

120 Vignamaggio – Gherardino

121 Vignamaggio – Terre di Prenzano

122 Villa Calcinaia

123 Villa Mangiacane - Anniversary

124 Vino Sorelli – Castello di Uzzano

 

CHIANTI CLASSICO 2010

125 Banfi – Fonte alla Selva

126 Candialle

127 Canonica a Cerreto

128 Casaloste

129 Castell’in Villa

130 Castellinuzza e Piuca

131 Castello di Bossi

132 Concadoro – Cerasi Caravaggio

133 Fattoria di Montemaggio

134 Fattoria Le Due Arbie

135 Fattoria Poggiopiano – La Tradizione

136 Fontodi

137 Il Barlettaio

138 Mannucci Droandi – Ceppeto

139 Ormanni

140 Pieve di Campoli

141 Podere il Palazzino – Argenina*

142 Poggio Borgoni – Curva del Vescovo

143 Quecia al Poggio

144 Rignana

145 Terreno – Asofia

146 Vignole

147 Villa a Sesta – Il Palei

148 Villa di Geggiano

149 Villa Trasqua – Evoluto

 

CHIANTI CLASSICO 2009

150 Castello di Cacchiano

151 Fattoria di Valiano – Poggio Teo

152 Il Barlettaio

153 Solatione

 

CHIANTI CLASSICO 2008

154 Podere Il Palazzino – Grosso Sanese

 

CHIANTI CLASSICO RISERVA 2012

155 Castagnoli

156 Famiglia Nunzi Conti  - Vigna Elisa*

 

CHIANTI CLASSICO RISERVA 2011

157 Agricoltori del Chianti Geografico – Montegiachi

158 Antinori nel Chianti Classico  -  Marchese Antinori

159 Brancaia

160 Capannelle

161 Caparsa-Doccio a Matteo

162 Castagnoli

163 Castellare di Castellina

164 Castello di Fonterutoli – Ser Lapo

165 Castello di Meleto – Vigna Casi

166 Castello di Radda

167 Castello di San Donato in Perano*

168 Cecchi – Riserva di Famiglia

169 Cinciano

170 Fattoria di Corsignano-L’Imperatore

171 Fattoria Le Fonti*

172 Fattoria San Giusto a Rentennano – Le Baròncole*

173 Fattoria Viticcio – Viticcio

174 Le Miccine

175 Losi Querciavalle – Querciavalle*

176 Luiano – Luiano Oro

177 Podere Castellinuzza

178 Poggio al Sole – Casasilia

179 Pomona – Bandini Villa Pomona

180 Tenuta di Nozzole  -  La Forra

181Terre di Perseto - Albore*

182 Tolaini

183 Val delle Corti

184 Villa Cerna

 

CHIANTI CLASSICO RISERVA 2010

185 Borgo Casa al Vento-Foho

186 Borgo Salcetino – Lucarello

187 Cantalici – Baruffo

188 Caparsa-Caparsino

189 Casale dello Sparviero

190 Castelli del Grevepesa-Clemente VII

191 Castello d’Albola

192 Castello di Gabbiano

193 Castello di Querceto  -  Il Picchio

194 Castello di Selvole

195 Castello di Volpaia

196 Castello San Sano  -  Guarnellotto

197 Castello Vicchiomaggio-Agostino Petri

198 Fattoria  di Lamole di Lamole - Le Stinche Castello di Lamole

199 Fattoria San Michele a Torri  -  Tenuta La Gabbiola

200 Fèlsina-Rancia

201 Fietri

202 I Fabbri

203 I Sodi

204  Il Palagio di Piccini Monia

205 La Madonnina

206 Lamole di Lamole

207 Lanciola-Le Masse di Greve

208 Lornano

209 Melini-Machiavelli-Vigna di Fontalle

210 Melini-Machiavelli-Vigneto LaSelvanella

211 Montefioralle

212 Monteraponi-Baron’Ugo

213 Nittardi

214 Panzanello

215 Podere La Cappella  - Querciolo

216 Poggerino – Bugialla

217 Poggio Borgoni-Borromeo

218 Poggio Torselli

219 Principe Corsini-Villa Le Corti-Cortevecchia

220 Rignana

221 Rocca delle Macìe-Riserva di Fizzano

222 Rocca delle Macìe-Famiglia Zingarelli

223 Rocca di Castagnoli-Poggio a’ Frati

224 San Felice – Poggio Rosso

225 San Leonino-Monsenese

226 San Vincenti

227 Tenuta di Arceno

228 Terrabianca – Croce

229 Terre di Melazzano  - Elikia

230 Tolaini

231 Villa a Sesta

232 Villa Calcinaia

233 Vino Sorelli – Castello di Uzzano

 

CIANTI CLASSICO RISERVA 2009

234 Agricola Monterinaldi  - Castello di Monterinaldi

235 Bindi Sergardi

236 Borgo Scopeto-Vigna Misciano

237 Buondonno

238 Canonica a Cerreto

239 Carpineto

240 Casaloste

241 Castell’in Villa  -  Poggio delle Rose

242 Castellinuzza

243 Castello della Paneretta

244 Castello di Bossi  -  Berardo

245 Castello di Monsanto -  Il Poggio

246 Castello di Verrazzano-Sassello

247 Casuccio Tarletti  - Campoalto

248 Colle Bereto

249 Fattoria Le Due Arbie  -  Parteno

250 Il Molino di Grace – Il Margone

251 Losi Querciavalle – Losi Millennium

252 Mannucci Droandi-Ceppeto

253 Monte Bernardi  -  Saetta

254 Ormanni-Borro del Diavolo

255 Poggio Bonelli

256 Querceto Di Castellina – Vigneto Belvedere

257 Quercia al Poggio

258 Renzo Marinai

259 Rocca di Montegrossi-Vigneto San Marcellino

260 Ruffino  Riserva Ducale Oro

261 Setriolo

262 Solatione

263 Villa Mangiacane

264 Villa Trasqua-Fanatico

 

CHIANTI CLASSICO RISERVA 2008

265 Dievole-Novecento

266 Fattoria di Montemaggio

267 Vignole

268 Villa di Geggiano

 

CHIANTI CLASSICO RISERVA 2007

269 Castelli di Cacchiano

270 Fattoria di Vegi -  Francesco Chiostri

 

CHIANTI CLASSICO GRAN SELEZIONE

Antinori nel Chianti Classico - Badia a Passignano 2009

Barone Ricasoli  - Castello di Broglio 2011

Barone Ricasoli  - Colledilà 2010

Bibbiano  -  Vigna del Capannino 2010

Bindi Sergardi  -  Mocenni Particella 89  2010

Casaloste  -  Don Vincenzo 2009

Castello d’Albola  -  Il Solatio 2010

Castello di Ama  -  Castello di Ama 2010

Castello di Fonterutoli  -  Castello di Fonterutoli 2010

Castello di Gabbiano  -  Bellezza 2010

Castello di Meleto  -   Castello di Meleto  2010

Castello di Volpaia  -  Il Puro 2010

Castello La Leccia  -  Bruciagna 2010

Castello di Vicchiomaggio -  Vigna La Prima 2010

Colle Bereto  -  Colle Bereto 2010

Fattoria di Corsignano – L’Imperatrice 2010

Fattoria di Lamole  -  Vigna Grospoli 2011

Fattoria di Lamole  -  Lama della Villa 2010

Fattoria di Montemaggio -  Montemaggio 2009

Fattoria Viticcio  -  Beatrice 2011

Fontodi  -  Vigna del Sorbo 2010

I Fabbri -  I Fabbri 2011

Il Molino di Grace  -  Il Margone 2010

Lornano  -  Lornano 2010

Losi Querciavalle  -  Losi Millennium 2007

Luiano  -  Ottantuno 2010

Rocca delle Macìe  -  Sergio Zingarelli 2010

Ruffino  -  Riserva Ducale Oro 2010

San Fabiano Calcinaia  -  Cellole 2010

San Felice  -  Il Grigio da San Felice 2010

San Vincenti  -  Tenuta San Vincenti 2011

Tenuta di Lilliano  -    Lilliano 2010

Tenuta di Nozzole  -  La Forra 2011

Vignole  -  Vignole 2009

Villa Calcinaia  -  Vigna Bastignano 2010

 

Nella foto- presentazione dei Chianti Classico Gran Selezione a Palazzo Vecchio

 

Letto 10177 voltePermalink[0] commenti

0 Commenti

Inserisci commento

Per inserire commenti è necessario essere registrati ed aver eseguito il login.

Se non sei ancora registrato, clicca qui.
PUBBLICITÀ

Virgilio Pronzati

Virgilio Pronzati


 e-mail

Virgilio Pronzati, giornalista specializzato in enogastronomia e già docente della stessa materia in diversi Istituti Professionali di Stato...

Leggi tutto...

Archivio Risorse Interagisci

 feed rss area vino

PUBBLICITÀ

Ultimi Commenti