Registrati!

hai dimenticato la password?

Inserisci il tuo indirizzo e-mail e premi invia.

ricerca avanzata

cerca in
Pubblicità
Home > Autori > News > Vino

Assegnato il Premio Douja d'Or a 513 vini italiani

di Redazione di TigullioVino.it

MappaArticolo georeferenziato

Gli Oscar sono 43. Tutti i vini in degustazione e in vendita ad Asti dal 12 al 21 settembre. Il presidente Sacco: nonostante le pessime notizie in arrivo da Roma puntiamo a una manifestazione di altissima qualità. 

Sono 513 i vini italiani che quest'anno possono fregiarsi del “Premio Douja d'Or”
bandito dall'Azienda speciale della Camera di Commercio di Asti, sotto l'egida del
Ministero per le Politiche Agricole, Alimentari e Forestali. Tra le eccellenze spiccano ben 43 Oscar che si aggiudicano la Douja d'Or, la caraffa dorata simbolo della manifestazione. Le cantine premiate sono 270 e coprono l'intero panorama vinicolo italiano, dall'Alto Adige alla Sicilia. I risultati della gara enologica, che si conferma uno degli appuntamenti di maggior prestigio a livello nazionale, sono stati presentati a Palazzo Borello da Mario Sacco, presidente della Camera di Commercio. Al suo fianco c'era Michele Alessandria, direttore generale dell'Organizzazione nazionale assaggiatori vino (Onav) cui è affidata la rigida selezione dei campioni. Il professor Giorgio Calabrese presidente nazionale dell'Onav, trattenuto fuori provincia da impegni professionali, ha fatto pervenire il suo messaggio di complimenti e auguri a tutti i produttori premiati.

La selezione è stata anche quest'anno particolarmente impegnativa. Le commissioni formate da oltre 200 assaggiatori dell'Onav provenienti da tutta Italia hanno preso in esame 966 campioni di vini Doc e Docg. Di questi solo 513 (53%) hanno superato la soglia minima per ottenere la medaglia della Douja d'Or, ovvero 85 punti su 100. Nell'ultimo giro di assaggi, la super commissione di esperti ha assegnato l'Oscar (da 90 a 100 punti) a 43 vini. Il Piemonte ha fatto incetta di Oscar: i 19 vini premiati rappresentano una bella panoramica della variegata e prestigiosa produzione regionale (5 Barbera, 2 Alta Langa, un Barbaresco, un Barolo, un Albarossa, un Asti, un Nebbiolo, un Grignolino, un Gavi, un Ruché, un Brachetto, uno Strevi, un Colli Tortonesi e un Roero Arneis). Al secondo posto si colloca il Veneto con 6 Oscar (2 Colli Euganei, un Colli di Conegliano, un Amarone della Valpollicella, un Valdobbiadene e un Refosco). Medaglia di bronzo per numero di Oscar è la provincia di Bolzano che si aggiudica 5 brocche dorate (2 Traminer, un Sauvignon, un Kerner, un Lagrein). La Liguria segue a ruota con 4 Oscar che vanno tutti alla cantina Lunae Bosoni di Ortonovo, in provincia di La Spezia (3 Colli di Luni Vermentino e un Colli di Luni Rosso Riserva).

Nella graduatoria nazionale il Piemonte conferma la leadership con 117 aziende
premiate per un totale di 233 vini. La seconda regione per numero di riconoscimenti è il Veneto con 51 premi, mentre al terzo posto si conferma la Lombardia che ottiene 33 premi (1 Oscar). Tutti i vini premiati saranno in degustazione e in vendita dal 12 al 21 settembre a Palazzo dell'Enofila, quartier generale del 48° Salone Nazionale Douja d'Or. “Il programma è in fase di definizione – anticipa il presidente Sacco – e nonostante le pessime notizie in arrivo da Roma faremo tutto il possibile per garantire al pubblico una manifestazione di altissimo livello sul fronte enogastronomico e culturale. Abbiamo di fronte le grandi sfide di Expo, del Bicentenario di Don Bosco e del riconoscimento del Patrimonio Unesco a Langhe-Roero e Monferrato, ci auguriamo che i decisori politici a livello nazionale ritornino sui loro passi e consentano alla Camera di Commercio di proseguire l'attività di sostegno, promozione e rilancio del tessuto economico, che ha un punto fermo nelle grandi manifestazioni del Settembre astigiano.”

Per quest'anno è confermata la 41^ edizione del Festival delle Sagre, lo straordinario museo vivente della società contadina abbinato al più grande ristorante all'aperto d'Europa. In mattinata la sfilata storica animata da 3000 figuranti, con abiti d’epoca e attrezzi del mondo contadino tra Otto e Novecento. A seguire, il festival gastronomico con più di 80 piatti della tradizione monferrina (antipasti, primi, secondi e dolci) cucinati in diretta da 45 pro loco astigiane e due ospiti “fuori porta” che arrivano dal Friuli e dalla Liguria. Gemona (provincia di Udine) cucinerà gnocchi di polenta con formaggi e prosciutto San Daniele. Genova Voltri proporrà le tradizionali trenette al pesto con basilico di Prà e canestrelli dell'Acquasanta. Il programma completo del 48° Salone Douja d'Or e del 41° Festival delle Sagre Astigiane sarà in distribuzione nella seconda metà di agosto e presentato ufficialmente venerdì 29 agosto alle ore 11 a Palazzo Borello.


Per informazioni:
Web: www.doujador.it
Web: www.festivaldellesagre.it


Fonte news: Roberta Favrin

Letto 3979 voltePermalink[0] commenti

0 Commenti

Inserisci commento

Per inserire commenti è necessario essere registrati ed aver eseguito il login.

Se non sei ancora registrato, clicca qui.
PUBBLICITÀ

Redazione di TigullioVino.it

Redazione di TigullioVino.it

 Sito web
 e-mail

Nell'arco di molti anni di lavoro, da piccolo progetto amatoriale TigullioVino.it si è trasformato in una vera e propria testa web sul mondo...

Leggi tutto...

Archivio Risorse Interagisci

 feed rss area vino

PUBBLICITÀ

Ultimi Commenti