Registrati!

hai dimenticato la password?

Inserisci il tuo indirizzo e-mail e premi invia.

ricerca avanzata

cerca in
Pubblicità
Home > Autori > Vino > Vocacibario

Vocacibario

Convegno sull'extravergine a Sestri Levante

di Virgilio Pronzati

MappaArticolo georeferenziato

Girolio d’Italia è senza dubbio, una delle più riuscite manifestazioni nazionali dedicate all’extravergine d’oliva, in particolare DOP. Un tour tra le regioni olivicole nostrane promosso dall’Associazione Nazionale Città dell’Olio costituita nel 1994 a Larino, che dal 2010 attraversa l’Italia, valorizzando oltre l‘olio di oliva, i territori di produzione e le diverse cultivar, le eccellenze agroalimentari, gli antichi mestieri contadini, la cultura dell’olio e il suo fondamentale impiego nell’alimentazione.  Nei primi giorni di questo mese (dal 2 al 4 dicembre) Girolio ha fatto tappa nelle quattro città dell’olio del Levante Genovese: Lavagna, Leivi, Ne e Sestri Levante.

In quest’ultima città, nel Salone Agave dell’ex Convento dell’Annunziata, si è tenuto un seguito convegno sulle tematiche dell’olio Dop, dal tema L’olio extra vergine di oliva Riviera di Levante tra mare e i paesaggi rurali storici.  All’evento presentato da Mauro Battilana Consigliere nazionale dell’Associazione Nazionale Città dell’Olio e condotto da chi ha scritto, hanno partecipato in veste di relatori, l’Agronomo Daniele Maviglia dell’azienda biologica La Quercia di Ne, il Dr Giovanni Caruso del Dipartimento Scienze Agricole e Agri-ambientali dell’Università di Pisa, la Biologa nutrizionista Pollyanna Zamburlin, Francesco Bruzzo Capo panel della Camera di Commercio di Genova e Enrico Lupi Presidente dell’Associazione Nazionale Città dell’Olio.   

Maviglia ha illustrato minuziosamente cosa comporta la coltivazione dell’ulivo in terreni in forte pendenza e terrazzati.  Alti costi di gestione e un grande dispendio di energie per l’olivicoltore. Al continuo rifacimento dei muretti a secco, l’impossibilità di usare mezzi meccanici per la lavorazione del terreno, difficoltà nei trattamenti dell’uliveto e nella raccolta delle olive, a cui si aggiungono, dilavamento e danni recati dagli ungulati.    

Caruso ha suggerito quali cultivar e sistemi di coltivazione da adottare per le differenti orografie e condizioni pedoclimatiche degli oliveti.  I necessari monitoraggi per il controllo della mosca olearia, trattamenti tempestivi e specifici che rispettino la salute dell’uomo e dell’ambiente, nonché l’utilizzo di razionali e moderne tecniche di produzione dell’olio.  

Zamburlin, smentendo il giudizio di pseudo esperti, ha esposto in maniera chiara e precisa, le proprietà e l’uso dell’olio extravergine di oliva nell’alimentazione.  Essendo un alimento ancor prima che un condimento, va consumato possibilmente a crudo e in moderata quantità, poiché oltre che esaltare le caratteriste dei piatti fornisce non poche calorie. 

Bruzzo ha sottolineato come l’istituzione della DOP Riviera Ligure prima e, il concorso oleario Premio Leivi dopo, hanno determinato un netto miglioramento qualitativo dell’extravergine in Liguria, in particolare nel Levante Genovese, comprendente alcune decine di comuni circondanti il Chiavarese. Da sempre comprensorio vocato all’olivicoltura. 

Lupi tracciando il percorso e l’attività dell’Associazione Nazionale Città dell’Olio, ne ha ribadito la rilevante importanza conferita sia nella promozione e produzione dell’olio extravergine di oliva italiano.  Non solo.  Un grande valore aggiunto è la valorizzazione e tutela dei territori comunali olivati, la salvaguardia, diffusione dei prodotti agroalimentari e delle tradizioni contadine, che coniugano cultura e progresso economico. 

A concludere nel migliore dei modi il convegno, le giuste e articolate osservazioni di Stefano Mai, Assessore all’agricoltura, Allevamento, Caccia e Pesca, Acquacoltura, Sviluppo dell'entroterra, Escursionismo e Tempo libero della Regione Liguria.  Di seguito, gradito al folto pubblico, un aperitivo con focacce tipiche liguri e un Golfo del Tigullio-Portofino Vermentino.

In precedenza, la cerimonia dell’Alzabandiera con l’accompagnamento musicale della filarmonica di Sestri Levante e l’inaugurazione di Girolio col taglio del nastro. Presenti le autorità civili e militari sestresi e di altri comuni vicini.  Testimonial di tappa, il noto ex calciatore  Romeo Benetti.

Due parole sull’articolato calendario di eventi che hanno lo scopo di promuovere la cultura dell’olio e la conoscenza delle eccellenze gastronomiche liguri e dei suoi territori. A Lavagna un breve ma interessante seminario sull’Olio extravergine di oliva Dop Riviera Ligure, tenuto da Francesco Bruzzo capo panel d’assaggio del Consorzio di Tutela, ai professionisti del settore (ristoranti, e altri qualificati punti vendita).  Oltre la base teorica, l’assaggio dei dieci migliori extravergini provenienti dal Premio Leivi 2016 e da concorsi nazionali. Il tradizionale Torneo di pesto al mortaio seguito dalla degustazione di prodotti agricoli e specialità locali, cene in ristoranti a tema con piatti caratterizzati dall’extravergine lavagnese. Presente anche la parte culturale con la commedia in tema e in dialetto genovese “La Giara”, presentata dall’Associazione Culturale I Senza Pretese. 

A Leivi, accompagnati dal sindaco Vittorio Centanaro, visita all’azienda agricola Paolo Sanguineti premiato per miglior oliveto vincitore del Premio Leivi 2016, seguito dal gradito assaggio di focaccia con le polpe d’oliva dell’azienda agricola Marisa Podestà, autrice del pregevole Presepe a Paggi di Cogorno.  Nel Frantoio Solari Mauro l’assaggio dell’olio nuovo appena fatto e golosità salate e dolci abbinate ai vini della Cantina Bisson di Chiavari, serviti impeccabilmente dal patron della Brinca Sergio Circella e i suoi figli.  Presso il monastero delle Carmelitane Scalze, l’attesa cerimonia di premiazione del 3° Concorso Nazionale di Poesia “Leivi Città dell’Olio, organizzato da Andreina Solari  Presidente del premio e consigliere scuola-cultura. 

I vincitori: Sez. A inedita: 1° Rita Muscardin di Savona con la poesia “I bambini di Aleppo”; 2° Nadezhda Georgieva Slavova di Alessandria con la poesia “Mi dicevano che il tempo”; 3° Filippo Melis di Cagliari con la poesia “Abissi”.  Sez. B edita: 1° Tiziana Monari di Prato con la poesia “La casa dei folli”; 2° Luciano Delucchi di Sestri Levante con la poesia “Servitù di passaggio nel canale di Sicilia”; 3° Fabrizio Bregoli di Cornate D’Adda con la poesia “Storie di pianura”.  Sez. C dialettale: 1° Dino Brusco di Collecchio con la poesia “Paròlle nêuve”; 2° Pia Viale di Vallebona con la poesia “Aiga de marina”; 3° Cesare Dotti di Chiavari (GE) con la poesia “Tûtte e feugge”. Sez. Green: 1° premio assoluto a Emanuele Galladini di Levanto con la poesia “Guida”. Infine, cene a tema nei locali leivesi.

A Sestri Levante, gli affollati Mercatino e Mostra fotografica dedicati a “Pane e Olio”, cene a tema in quaranta ristoranti sestresi, la cena di gala I Sapori dell’Olio con lo chef Alessandro Dentone, dimostrazione della molitura di olive e mini corso di assaggio dell’olio al frantoio mobile, laboratori di cucina con piatti con l’olio nuovo e spettacolo musicale con canzoni in dialetto ligure.

A Ne, cene a tema nei vari locali per la valorizzazione dell’olio extravergine del territorio comunale. Cucina della Val Graveglia a Brunch Girolio realizzata dall’Agriturismo Chiara e dall’Antica Trattoria dei Mosto.

 

Nella foto: da sinistra Virgilio Pronzati, Enrico Lupi, Stefano Mai e Daniele Maviglia

Letto 2010 voltePermalink[0] commenti

0 Commenti

Inserisci commento

Per inserire commenti è necessario essere registrati ed aver eseguito il login.

Se non sei ancora registrato, clicca qui.
PUBBLICITÀ

Virgilio Pronzati

Virgilio Pronzati


 e-mail

Virgilio Pronzati, giornalista specializzato in enogastronomia e già docente della stessa materia in diversi Istituti Professionali di Stato...

Leggi tutto...

Archivio Risorse Interagisci

 feed rss area vino

PUBBLICITÀ

Ultimi Commenti