Registrati!

hai dimenticato la password?

Inserisci il tuo indirizzo e-mail e premi invia.

ricerca avanzata

cerca in
Pubblicità
Home > Esperti > Eventi > Marketing

I “3 Pecorini”: a Milano l’evento di presentazione

DoveMilano (MI) - Sonia's Factory + campagna on line

Quandodal 12 aprile 2018 al 13 aprile 2018

di Mariella Belloni

MappaArticolo georeferenziato

La campagna di promozione dei formaggi D.O.P.- Pecorino Romano, Pecorino Sardo e Fiore Sardo

L’evento-degustazione presso il Sonia’s Factory di Milano alla presenza dei Presidenti dei tre Consorzi di Tutela per il lancio del progetto 3 Pecorini - la campagna di promozione frutto della collaborazione tra il Consorzio per la Tutela del Formaggio Pecorino Romano D.O.P., il Consorzio per la Tutela del Formaggio Pecorino Sardo D.O.P., e il Consorzio per la Tutela del Formaggio Fiore Sardo D.O.P., - che mira a promuovere i tre prodotti in Italia, Germania, Regno Unito, Francia e Stati Uniti. Risponde quindi alla necessità di creare un’identità unica per i tre prodotti, da accompagnare alla diffusione di un messaggio semplice, rivolto ai consumatori, e uno slogan di impatto: “Non le solite pecore. Non i soliti formaggi” (“No ordinary sheep. No ordinary cheeses” nella versione internazionale).

Ad aprire l’evento di presentazione del progetto e delle attività dei rispettivi Consorzi di tutela, i loro Presidenti: Salvatore Palitta per il Pecorino Romano D.O.P., Antonello Argiolas per il Pecorino Sardo D.O.P. e Antonio Maria Sedda per il Fiore Sardo D.O.P.

“L’obiettivo della campagna 3 Pecorini è ambizioso – dichiara  Salvatore Palitta, Presidente del Consorzio per la Tutela del Formaggio Pecorino Romano D.O.P.– nei tre anni sono in programma oltre 3200 giornate di animazione presso i punti vendita delle nazioni coinvolte dalla campagna e la partecipazione a oltre dieci fiere. Siamo convinti che grazie all’attività di sinergia tra le tre D.O.P., il progetto sia un’occasione importante per far conoscere i nostri prodotti e la loro terra di origine presso consumatori e professionisti in cinque Paesi diversi, sfruttando la campagna come trampolino di lancio nei mercati dove siamo meno presenti e consolidando la presenza in quelli più maturi, come gli Stati Uniti. Come prossimo impegno, saremo presenti con uno stand collettivo alla fiera Cibus, a Parma dal 7 al 10 maggio, dove lo chef Matteo Barbarossa realizzerà piatti a base dei tre prodotti”.

“Sono entusiasta di presentare questo progetto in collaborazione con gli altri due Consorzi di Tutela – commenta Antonello Argiolas, Presidente del Consorzio per la Tutela del Formaggio Pecorino Sardo D.O.P. – abbiamo una storia produttiva molto lunga alle nostre spalle, alcune delle nostre aziende hanno oltre cento anni e il nostro latte è lavorato secondo le antiche tradizioni. La campagna 3 Pecorini rappresenta per noi un impegno importante e un’occasione unica per promuovere la lunga tradizione che ci contraddistingue nei cinque Paesi target”.

“Grazie alla collaborazione con il Consorzio per la Tutela del Formaggio Pecorino Romano D.O.P. e il Consorzio per la Tutela del Pecorino Sardo D.O.P. abbiamo l’opportunità di far conoscere il nostro prodotto al di fuori dei confini nazionali ed accrescere le nostre potenzialità di sviluppo. Il nostro è un prodotto fortemente identitario e che racconta la storia della produzione artigiana. Con il progetto 3 Pecorini, in cui ci rispecchiamo e dove ritroviamo i nostri valori fondamentali, abbiamo l’obiettivo di fare breccia tra i consumatori e gli esperti di settore alla ricerca di un prodotto unico ed inimitabile”, afferma Antonio Maria Sedda, Presidente del Consorzio per la Tutela del Fiore Sardo D.O.P.

Dopo l’intervento di benvenuto a cura dei Consorzi, l’evento entra nel clou con una degustazione guidata da un assaggiatore professionista, che ci porta alla scoperta dei prodotti protagonisti della campagna, approfondendo le caratteristiche tecniche e produttive dei formaggi e le loro proprietà organolettiche.

Dal gusto aromatico del Pecorino Romano, all’aroma intenso e piccante del Fiore Sardo, dal sapore delicato del Pecorino Sardo Dolce a quello più forte e deciso del Pecorino Sardo Maturo, la degustazione guidata mette in risalto le peculiarità di ognuna delle tre D.O.P., valorizzando le differenze e l’unicità dei tre prodotti e sottolineando come una tale produzione d’eccellenza sia il frutto di un particolare processo produttivo legato a doppio filo alla storia e alla cultura di una specifica terra di origine.

I tre formaggi si prestano ad un ricco ventaglio di abbinamenti possibili e la varietà di sapori che caratterizzano i tre prodotti, ne esaltano la versatilità.

Grazie al progetto 3 Pecorini, i tre Consorzi di Tutela uniscono le proprie forze e sposano l’obiettivo comune di promuovere la qualità e l’eccellenza delle tre D.O.P. celebrando allo stesso tempo la terra di origine dei tre formaggi, terra incontaminata e culla di un’antica tradizione casearia.

PECORINO ROMANO D.O.P., PECORINO SARDO D.O.P. E FIORE SARDO D.O.P.

I formaggi che hanno fatto la storia

Nonostante le prime forme di Pecorino Romano siano state probabilmente prodotte nell’Antica Roma, le radici di questi formaggi così speciali risalgono ai popoli che abitavano anticamente le terre sarde e che erano principalemnte dediti all’allevamento degli ovini. Si narra che già nella preistoria i Nuragici producessero formaggi di pecora attratti dal loro sapore inconfondibile e dalla ottima capacità di conservazione. Non è un caso che una così antica e affermata tradizione casearia si sia sviluppata in Sardegna, da sempre territorio particolarmente adatto alla pastorizia. E’ infatti la Sardegna il luogo in cui la tradizione casearia ha trovato il suo maggiore svluppo e dove oggi avviene la maggior parte della produzione. Nel corso degli anni le aziende di produzione casearia – note come caselli – hanno iniziato a svilupparsi in tutta la regione ed è grazie a loro che oggi i Pecorini D.O.P. della Sardegna sono noti in tutto il mondo.

La Sardegna: un paradiso per gli amanti de formaggi

La Sardegna è celebrata in tutto il mondo per le sue spiagge e i magnifici paesaggi che offre da Nord a Sus. L’isola è caratterizzata da una morfologia irregolare, e presenta condizioni climatiche e ambientali che hanno sicuramente favorito di diffondersi dell’allevamento ovino e quindi la produzione casearia. Ancora oggi i pastori sardi guidano le loro greggi tra vallate verdi e montagne scoscese come facevano i loro avi, in armonia con il territorio, l’ambiente e gli animali.

La pecora sarda

La pecora Sarda è una razza ovina autoctona che vanta origini antichissime. Discendente del Muflone selvatico, ancora presente numeroso nel massiccio del Gennargentu (zona  centrale e remota dell’isola): Nel corso della sua evoluzione si è adattata perfettamente al suo territorio selvaggio, caratterizzato da una morfologia collinare e montuosa. Il suo habitat naturale è costituito prevalentemente dalla macchia mediterranea tipica dell’isola, con ampi pascoli caratterizzati da cespugli ed erbe spontanee. Da più di quattromila anni questi ovini vengono allevati da pastori per la produzione di latte, di carne e di lana. Dai primi del Novecento, la pecora Sarda è allevata prevalentemente per la produzione d latte, di carne e di lana. Dai primi del Novecento, la pecora Sarda è allevata prevalentemente per la produzione di latte. Essa rappresenta circa il 52% della popolazione ovina nazionale ed il 95% di quella regionale.

 

La campagna 3PECORINI è frutto della collaborazione tra il Consorzio per la Tutela del Formaggio Pecorino Romano D.O.P., il Consorzio per la Tutela del Formaggio Pecorino Sardo D.O.P. e il Consorzio per la Tutela del Formaggio Fiore Sardo D.O.P., riuniti in un’ATS per promuovere la conoscenza sulle produzioni di formaggi ovini di qualità della regione Sardegna

“3 Pecorini” significa Pecorino Sardo, Pecorino Romano e Fiore Sardo, formaggi a Denominazione di Origine Protetta che ne certifica l’altissima qualità e il territorio di origine. Sono prodotti con latte ovino al 100%, proveniente da pecore allevate nelle rispettive zone d’origine allo stato brado da pastori che, ancora oggi, seguono tradizioni millenarie. La produzione dei formaggi sardi D.O.P. è il frutto di una terra incontaminata, di una antica cultura casearia e del lavoro di una sapiente squadra di uomini. E di pecore.

Programma finanziato dalla regione Autonoma della Sardegna con L.R. n.5/2015 art.15

 

Letto 131 voltePermalink[0] commenti

Tags


Warning: min() [function.min]: Array must contain atleast one element in /www/MW_qPnIayRGG/tigulliovino.it/tags_articolo.php on line 7

Warning: max() [function.max]: Array must contain atleast one element in /www/MW_qPnIayRGG/tigulliovino.it/tags_articolo.php on line 8

0 Commenti

Inserisci commento

Per inserire commenti è necessario essere registrati ed aver eseguito il login.

Se non sei ancora registrato, clicca qui.
PUBBLICITÀ

Mariella Belloni


 e-mail

Leggi tutto...

Archivio Risorse Interagisci

 feed rss area marketing

PUBBLICITÀ

Ultimi Commenti