Registrati!

hai dimenticato la password?

Inserisci il tuo indirizzo e-mail e premi invia.

ricerca avanzata

cerca in
Pubblicità
Home > Autori > News > Vino

Concorso dei Vignerons Indipendants: si riparte!

di Claudia Paracchini

MappaArticolo georeferenziato

Non è facile essere il re dei concorsi e il concorso dei Vignerons Indipendants di Parigi porta questa pesante corona ma beneficia di 2000 etichette partecipanti e circa 400 giudici che sostengono il loro ruolo in due giornate di sessioni di assaggio full immersion. Questa grandissima esperienza, per chi ha l'onore di farne parte, è una combinazione di qualità. Il concorso dei Vignerons Indipendants è prima di tutto degustazione alla cieca: cioè una forma di degustazione oggettiva  nella quale i giudici valutano la qualità di un  vino e ne danno un giudizio senza saperne  l 'etichetta e in uno spirito aperto senza pregiudizi sul vino. Esiste proprio una carta di identità del buon degustatore con regole precise per esempio non fumare prima della degustazione, spegnere i cellulari, rispettare l'anonimato della degustazione e non togliere mai la copertura della bottiglia. Rispettare la calma e i tempi della degustazione, aspettare l'autorizzazione del commissario generale del concorso prima di iniziare e rispettare la consegna dell'attribuzione delle medaglie. Anzi: il  numero delle medaglie da attribuire è segnato all interno di ogni dossier di degustazione. Quindi ogni tavolo ha un dossier con un numero ben preciso di medaglie che devono essere assegnate per ogni campione in degustazione, che sia oro, argento, bronzo o nessuna. Dopo uno stop  covid alcune regole sono cambiate, non c'è il vino tester per tutti all'inizio per esempio,  le  fiches di analisi sensoriale da compilare sulle quali dare delle quotazioni richiedono un tempo che è sempre tra i 30 secondi  minimo e  60 secondi  massimo. Alcuni dettagli del vino si possono riportare nelle note, questo fa si che i produttori abbiano un commento di riferimento che può essere loro utile. Il concorso è una vera e propria esperienza a tutto tondo sui vini francesi di ogni tipologia e di ogni regione, un concorso molto popolare in Francia e molto ambito per tutti i produttori che ne fanno parte e che preservano l'identità del loro territorio, anzi Terroir. 

Letto 490 voltePermalink[0] commenti

0 Commenti

Inserisci commento

Per inserire commenti è necessario essere registrati ed aver eseguito il login.

Se non sei ancora registrato, clicca qui.
PUBBLICITÀ

Claudia Paracchini

Claudia Paracchini

 Sito web
 e-mail

Sono Sommelier Fisar, Maestro Assaggiatore Onav, Sommelier WSET e giurata al Concours des Vignerons indipendants di Parigi così come per varie...

Leggi tutto...

Archivio Risorse Interagisci

 feed rss area vino

PUBBLICITÀ

Ultimi Commenti