Registrati!

hai dimenticato la password?

Inserisci il tuo indirizzo e-mail e premi invia.

ricerca avanzata

cerca in
Pubblicità
Home > Autori > Eventi > Food

THE WORLD& 50 BEST RESTAURANTS: LE POSIZIONI DA 51-100 PER IL 2023

DoveValencia

Quandoil 20 giugno 2023

di Virgilio Pronzati

MappaArticolo georeferenziato

In attesa della cerimonia di premiazione di The World’s 50 Best Restaurants, svelata la classifica dei migliori ristoranti al mondo da 51-100. 


The World's 50 Best Restaurants, sponsorizzato da S.Pellegrino & Acqua Panna, svela la classifica dei migliori ristoranti al mondo del 2023 dalla posizione 51-100, in vista della cerimonia di premiazione che quest’anno si terrà martedì 20 giugno a Valencia. L’elenco 51-100 della 21° edizione della premiazione, che coinvolge i ristoranti di cinque continenti, è il risultato dei voti di 1.080 esperti indipendenti che appartengono al mondo della gastronomia, da chef e giornalisti di fama internazionale a gastronomi itineranti che danno forma alla classifica completa del The World's 50 Best Restaurants 2023 che sarà svelata tra meno di due settimane. 

La classifica 51-100 in cifre 

  • L'elenco 51-100 include 12 new entry da 11 diverse città, da Quito e Panama City, a Istanbul e Parigi 
  • L'elenco 51-100 include ristoranti di 22 territori in cinque continenti
  • 15 partecipanti provengono dall'Asia, 21 dall'Europa, sei dal Nord America, cinque dal Sud
    America e tre dal Medio Oriente & Africa 
  • La new entry più alta nella classifica 51-100 è Mérito, Lima, al No.59
    Per la classifica dalla posizione 51-100 è possibile consultare la tabella allegata o scorrere fino alla fine del comunicato.
    Tra i tre ristoranti new entry del Sud America, due si trovano a Quito e Panama City, città che compaiono per la prima volta in classifica: il Nuema, a Quito, si posiziona al No.79, il Maito, a Panama City, al No.100. I ristoranti Lasai (No.58) e Oteque (No.76) sono a Rio de Janeiro in Brasile, mentre il ristorante Mérito (No.59) si trova a Lima, in Perù.
    L’alta cucina nordamericana continua a far parlare di sé, con cinque ristoranti negli Stati Uniti e uno in Messico, tutti posizionati nella classifica 51-100. Lo Chef's Table a Brooklyn Fare, New York City, si piazza al No.61 e il Cosme al No.73. Il SingleThread di Healdsburg si colloca al No.68, mentre il Saison di San Francisco rientra in classifica 51-100 al N
    o.98. Dal Messico, troviamo l’Alcalde di Guadalajara, al No.54.
    Con 21 ristoranti presenti in classifica, l'Europa guadagna quattro nuovi ingressi: il ristorante Enrico Bartolini a Milano (No.85); Kei a Parigi (No.93); Ceto, l'ultima apertura dello chef Mauro Colagreco a Roquebrune-
    Cap-Martin (No.95) e il ristorante Ricard Camarena Restaurant, situato nella città ospite di Valencia (No.96). Dalla Turchia, sono presenti due ristoranti di Istanbul: il Neolokal che rientra in classifica e si posiziona al No.63 e la new entry Turk Fatih Tutak (No.66). 

Il Belgio è presente con il ristorante Hof Van Cleve a Kruishoutem (No.52). La città di Copenaghen ne conta due: Jordnær (No.57) e Kadeau (No.91). Oltre ai due nuovi ingressi, si sono classificati altri quattro ristoranti francesi: a Parigi, l’Arpège (No.62), Le Clarence (No.67) e Alléno Paris al Pavillon Ledoyen (No.78), insieme al Flocons de Sel a Megève (No.80). L’Ernst a Berlino (No.55) e il Tantris a Monaco (No.77) sono i due ristoranti tedeschi inseriti nella classifica estesa. La Spagna è invece rappresentata dal ristorante Aponiente a El Puerto de Santa María (No.64), dall’Azurmendi a Larrabetzu (No.81) e dall’Enigma a Barcellona (No.82), mentre la città ospitante, Valencia, compare per la prima volta nella lista. Ci sono anche tre ristoranti londinesi, il Brat (No.53), il Core della chef Clare Smyth (No.71), rientrato quest’anno in classifica, e il Lyle's (No.86). 

Dopo il lancio della classifica Middle East & North Africa's 50 Best Restaurants nel 2022, questa regione ha continuato a crescere sul piano dei riconoscimenti gastronomici con un ristorante negli Emirati Arabi Uniti che si classifica tra le posizioni 51-100: l’Ossiano di Dubai (anch'esso una novità in classifica al No.87). Mentre in Sudafrica, gli storici Fyn e La Colombe di Città del Capo occupano rispettivamente il No.75 e il No.94 della classifica. 

Quest'anno l'Asia vanta 15 ristoranti nella classifica 51-100, dislocati in sette città, con tre new-entry. Tre sono i ristoranti giapponesi: Narisawa a Tokyo (No.51), La Cime a Osaka (No.60) e Sazenka, sempre a Tokyo (No.83). Bangkok è rappresentata dai ristoranti Sorn (No.56), Sühring (No.72) e dalle new entry Nusara (No.74) e Potong (No.88), mentre Seoul ha un ristorante in lista: il Mingles (No.89). Dopo il successo ottenuto all'inizio di quest'anno nell'Asia's 50 Best Restaurants, Singapore conta quattro ristoranti nella classifica 51-100: Burnt Ends (No.65), Zén (No.69), Meta (No.84) e la new entry Labyrinth (No.97). Sono presenti anche due ristoranti di Hong Kong: Wing (No.90) e Neighborhood (No.92). Shanghai ha invece al No.99 il ristorante Fu He Hui. 

William Drew, Direttore dei contenuti per The World's 50 Best Restaurants ha commentato: "Siamo felici di vedere tanti ristoranti di così tante nuove località entrare quest’anno per la prima volta in classifica. Tutte le realtà menzionate oggi hanno dimostrato un'ospitalità eccezionale e rappresentano alcune delle migliori esperienze gastronomiche del mondo. È per noi un grande piacere riconoscere i loro successi e facciamo i più sentiti complimenti ai team che lavorano duramente per costruire e consolidare il loro successo. Non vediamo l'ora di condividere le celebrazioni della cerimonia di premiazione il prossimo 20 giugno a Valencia". 

Il sistema di votazione 

La classifica di The World's 50 Best Restaurants 2023 è votata da 1.080 esperti internazionali nel settore della ristorazione e da esperti gourmet itineranti che compongono la The World's 50 Best Restaurants Academy. Con un’eguale presenza di donne e uomini, l’Academy comprende 27 regioni diverse in tutto il mondo, ognuna delle quali conta 40 membri incluso un presidente. Nessuno sponsor legato all’evento interferisce sul processo di votazione. 

 

La società di consulenza Deloitte verifica in modo indipendente la classifica di The World's 50 Best Restaurants, compresa la lista 51-100. Tale analisi garantisce l'integrità e l'autenticità del processo di voto e dei risultati svelati. 

Risultati 

La classifica di The World's 50 Best Restaurants 2023 sarà annunciata durante la cerimonia che si terrà a Valencia martedì 20 giugno. L’appuntamento sarà anche trasmesso in diretta streaming sul canale Facebook a questo link qui e sul canale ufficiale YouTube di 50 Best da questo link qui. Si potrà seguire la cerimonia e la comunicazione dei premi individuali attraverso i canali dei social media di 50 Best durante la diretta che inizierà alle 20:40 CET. 

Classifica 51-100: 

Posizione Ristorante 

  • 51  Narisawa 
  • 52  Hof Van Cleve 
  • 53  Brat 
  • 54  Alcalde 
  • 55  Ernst 
  • 56  Sorn 
  • 57  Jordnær 
  • 58  Lasai 
  • 59  Mérito 
  • 60  La Cime 
  • 61  Chef's Table at Brooklyn Fare
  • 62  Arpège 
  • 63  Neolokal 
  • 64  Aponiente 
  • 65  Burnt Ends 
  • 66  Turk Fatih Tutak 
  • 67  Le Clarence 
  • 68  SingleThread 
  • 69  Zén 
  • 70  Sud 777 
  • 71  Core by Clare Smyth

*** 

Località 

Tokyo
Kruishoutem
London
Guadalajara
Berlin
Bangkok
Copenhagen
Rio de Janeiro
Lima
Osaka
New York
Paris
Istanbul
El Puerto de Santa María Singapore
Istanbul
Paris
Healdsburg
Singapore
Mexico City
London 

 

  • 72  Sühring 
  • 73  Cosme 
  • 74  Nusara 
  • 75  Fyn 
  • 76  Oteque 
  • 77  Tantris 
  • 78  Alléno Paris au Pavillon Ledoyen 
  • 79  Nuema 
  • 80  Flocons de Sel 
  • 81  Azurmendi 
  • 82  Enigma 
  • 83  Sazenka 
  • 84  Meta 
  • 85  Enrico Bartolini 
  • 86  Lyle's 
  • 87  Ossiano 
  • 88  Potong 
  • 89  Mingles 
  • 90  Wing 
  • 91  Kadeau 
  • 92  Neighborhood 
  • 93  Kei 
  • 94  La Colombe 
  • 95  Ceto
  • 96  Ricard Camarena Restaurant 
  • 97  Labyrinth 
  • 98  Saison 
  • 99  Fu He Hui 
  • 100  Maito 

Ufficio Stampa: 

Sara Gugliotta, Dag Communication Fenisia Caraccio, Dag Communication sgugliotta@dagcom.com; 339 8179632 

Bangkok
New York Bangkok Cape Town Rio de Janeiro Munich 

Paris
Quito Megève Larrabetzu Barcelona Tokyo Singapore Milan London Dubai Bangkok Seoul
Hong Kong Copenhagen Hong Kong Paris 

Cape Town Roquebrune-Cap-Martin Valencia
Singapore
San Francisco
Shanghai
Panama City 

*** 

fcaraccio@dagcom.com | 351 9625315 50best@dagcom.com 

Materiali stampa: 

https://mediacentre.theworlds50best.com/ 

50 Best Social Media 

  • ●  Segui su Instagram: @TheWorlds50Best #Worlds50Best 
  • ●  Segui su Twitter: @TheWorlds50Best 
  • ●  Like su Facebook: https://www.facebook.com/50BestRestaurants 
  • ●  Iscriviti al canale YouTube: 50 Best Restaurants TV
  • ●  Visita il sito web: https://www.theworlds50best.com/
    The World’s 50 Best Restaurants
    Fin dal 2002, The World's 50 Best Restaurants documenta la diversità all’interno del panorama culinario mondiale. L'elenco annuale dei ristoranti più prestigiosi del mondo offre un'istantanea di alcune delle migliori destinazioni per esperienze culinarie uniche, oltre ad essere un barometro delle tendenze gastronomiche globali. La famiglia 50 Best include: i Latin America's 50 Best Restaurants, gli Asia's 50 Best Restaurants,
    i Middle East & North Africa’s 50 Best Restaurants, I The World’s 50 Best Hotels, i The World’s 50 Best Bars, gli Asia’s 50 Best Bars, I North America’s 50 Best Bars, I 50 Best Discovery e le serie #50BestTalks, tutti di proprietà e gestiti da William Reed Business Media. 50 Best mira a riunire le comunità di tutto il settore dell'ospitalità per favorire la collaborazione, l'inclusione, la diversità e la scoperta, contribuendo a guidare un cambiamento positivo.
    Visit Valencia: la città che ospita la premiazione
    Valencia è la terza città più grande della Spagna, con oltre 800.000 abitanti. Bagnata dalle acque del Mediterraneo, è pulita e verde, grazie ai numerosi parchi urbani, e vanta più di 300 giorni di sole all'anno. La sua ricca cucina mediterranea si basa sui prodotti locali provenienti dai frutteti che circondano la città e che caratterizzano i suoi mercati, i bar e i ristoranti. Inoltre, Valencia è la città madre del piatto spagnolo più internazionale: la paella. È una città perfetta da vivere in qualsiasi momento dell'anno grazie a tutte le sue attrazioni del Patrimonio Unesco come: la Lonja de la Seda, il Tribunal de las Aguas o le Fallas. Valencia è all'avanguardia nella realizzazione di progetti sostenibili che le sono valsi diversi riconoscimenti internazionali come l’European Smart City 2022 e l’European Green Capital 2024.
    S.Pellegrino & Acqua Panna: il main sponsor
    S.Pellegrino e Acqua Panna sono i principali partner di The World's 50 Best Restaurants e 50 Best for Recovery. S.Pellegrino e Acqua Panna sono le acque minerali naturali leader nel segmento del fine dining. Insieme interpretano lo stile italiano nel mondo come sintesi di eccellenza, piacere e benessere.
    I nostri partners: 
  • Visit Valencia – Partner ufficiale per la Destinazione Ospitante 
  • S.Pellegrino & Acqua Panna – Main Partner & Partner ufficiale per l’acqua; sponsor dei The World’s
    Best Restaurant 
  • Estrella Damm – Partner ufficiale per la birra, sponsor dell'Estrella Damm Chefs' Choice Award 
  • American Express Resy – Partner ufficiale per le carte di credito e della piattaforma di prenotazione
    (Resy), sponsor del Resy One To Watch Award 
  • Gin Mare – Partner ufficiale per il gin, sponsor del Gin Mare Art of Hospitality Award 
  • Flor de Caña – Partner ufficiale per il rum, sponsor del Flor de Caña Sustainable Restaurant Award 
  • Sosa – Partner ufficiale degli ingredienti; sponsor del The World’s Best Pastry Chef Award 
  • Beronia – Partner ufficiale per il vino; sponsor del Beronia World’s Best Sommelier Award 
  • Aspire Lifestyles – Partner Ufficiale Concierge, sponsor dell’Highest New Entry Award 
  • Dassai Sake – Partner ufficiale per il Sake 
  • Tequila Ocho – Partner ufficiale per la Tequila 
  • illycaffè – Partner ufficiale per il caffè 
  • The Craft Irish Whiskey Co. – Partner ufficiale di Whisky of the World 
  • Techlam – Partner ufficiale di Premium Worktop 
  • Cinco Jotas – Partner ufficiale per il prosciutto iberico 
  • Nude Glassware - Partner ufficiale di vetreria 
  • Kaviari - Partner ufficiale per il caviale 
  • Fundador Brandy – Partner ufficiale per il Brandy 
  • Villa Massa – Partner ufficiale del Limoncello e dell'Amaretto; sponsor del Villa Massa Highest Climber
    Award 
  • Culinary Roots Castilla la Mancha – Partner ufficiale 
  • Asturias – Partner ufficiale 
  • Jaén Selección – Partner ufficiale per l'olio d'oliva 

Letto 502 voltePermalink[0] commenti

0 Commenti

Inserisci commento

Per inserire commenti è necessario essere registrati ed aver eseguito il login.

Se non sei ancora registrato, clicca qui.
PUBBLICITÀ

Virgilio Pronzati

Virgilio Pronzati


 e-mail

Virgilio Pronzati, giornalista specializzato in enogastronomia e già docente della stessa materia in diversi Istituti Professionali di Stato...

Leggi tutto...

Archivio Risorse Interagisci

 feed rss area food

PUBBLICITÀ

Ultimi Commenti