Warning: mysql_fetch_assoc(): supplied argument is not a valid MySQL result resource in /www/MW_qPnIayRGG/tigulliovino.it/dettaglio_articolo.php on line 208

Warning: mysql_free_result(): supplied argument is not a valid MySQL result resource in /www/MW_qPnIayRGG/tigulliovino.it/dettaglio_articolo.php on line 214
La pubblicità che segue le conversazioni, di Filippo Ronco

Registrati!

hai dimenticato la password?

Inserisci il tuo indirizzo e-mail e premi invia.

ricerca avanzata

cerca in
Pubblicità
Home > Marketing > Back office

Back office

La pubblicità che segue le conversazioni

di Filippo Ronco

Il panorama della pubblicità online in Italia non presenta grandissime novità dal punto di vista tecnico e dell'offerta commerciale ormai da qualche anno. Non sono il genio della lampada però ho dedicato gran parte degli ultimi mesi alla realizzazione di questo progetto ed ho il desiderio di trasferirvi il mio entusiasmo per quella che ritengo sia una concreta ventata di freschezza e novità rispetto ai numerosi servizi già noti. Il nome di questa novità è Vinix Tag Advertising (salve, VTA per gli amici), disponibile per il momento solo sull'appendice sociale di TigullioVino, Vinix. Si tratta di un "coso" (cercherò il più possibile di rifuggire la tentazione di utilizzare termini che dò erroneamente per scontati) che consente alle persone di progettarsi da sé una piccola (o grande, non ci sono particolari limiti) attività di promozione online in modo semplice e veloce e di distribuirla sulle pagine di vinix.


La pubblicità che segue le conversazioni

Fin qui, nulla di nuovo: si crea un annuncio pubblicitario e lo si fa comparire solo su quelle pagine che contengono parole attinenti all'annuncio. Lo fa già Google AdWords, non c'era bisogno mi scomodassi io, formica nell'universo mondo per replicarne il modello. In realtà la cosa è un tantino diversa, lascio ai più curiosi proseguire nella lettura. Mi piacerebbe chiamarla pubblicità semantica o info-pubblicità ma non vorrei essere tacciato per megalomane per cui mi accontento di chiamarla pubblicità che segue le conversazioni. Come ? Vediamo di capirlo insieme.


Come funziona


Ogni contenuto di vinix, sia esso una foto, un articolo, una degustazione di un vino, la recensione di un ristorante, un video, insomma tutto ciò che si pubblica su vinix, quando viene inserito viene associato a determinate parole che ne riassumono brevemente il contenuto. Per il momento non le chiamo di proposito né parole chiave o keywords né etichette o tags, per non complicare, vi spiegherò tra poco perché. Parole dicevo, molto simili a quelle che trovate in calce a questo stesso articolo. Come vedete si tratta di parole inserite da me che riprendono il contenuto di quel di cui si parla in questo contenuto.

Ora, la particolarità di Vinix Tag Advertising, semplice ma geniale se ci pensate, è che queste parole, che un inserzionista può comprare e alle quali può quindi ancorare il proprio annuncio, non sono il frutto di un'operazione meccanica fatta da macchine, motori o speciali algoritmi sulla base di sconosciuti parametri, bensì il risultato di un ragionamento compiuto da una persona umana. E' l'autore del contenuto (o gli admin di vinix) a decidere quali sono le parole o l'unione di parole che meglio identificano e sintetizzano l'effettivo contenuto della pagina.

In fase di creazione di un annuncio pubblicitario con questo sistema, l'inserzionista sceglierà le parole che più riterrà pertinenti per lui in relazione a quel che desidera far conoscere / promuovere in quel momento e il sistema non farà altro che seguire i ragionamenti degli autori / admin per ciascun contenuto andando ad abbinare l'annuncio a quei soli contenuti che sono stati associati proprio a queste parole.


Dalla teoria alla pratica

Facciamo qualche esempio. Cominciamo da quelli più semplici.
Se scrivo un articolo che parla di botritis o di sauternes, alla fine del mio articolo inserirò i tag "botritis", "sauternes", "vini dolci", "vini botritizzati", "vini da dessert", ecc. Chiunque avrà acquistato queste parole con Vinix Tag Advertising, vedrà abbinati i propri annunci pubblicitari solo ed esclusivamente a queste pagine.

Se voglio promuovere un ristorante di roma. Comprando "ristoranti roma" o semplicemente "roma", l'annuncio ruoterà solo ed esclusivamente su quelle pagine che contengono effettivamente contenuti correlati a queste parole. Lo stesso se desidero promuovere la Vernaccia di Oristano o le Strade del Vino, oppure i vini biologici o i vini naturali o biodinamici. Se vendo "nocciole", potrò abbinare il mio annuncio a tutte quelle pagine abbinate alle parole "nocciole" o "dolci" o "dolci fatti in casa" o "dessert", se offro servizi di consulenza di comunicazione, potrò abbinare i miei annunci solo alle pagine abbinate alle parole "comunicazione", "promozione online", "marketing", "visibilità aziende" e così via.

Ma il limite, lo intuite, con questo sistema è solo quello della bravura nello scegliere le parole o le serie di parole o concetti in relazione a ciò che desidero far sapere o promuovere. Se per qualche motivo voglio comparire solo dove ci sono polemiche, potrò acquistare "polemiche", "risse" e il mio annuncio verrà inserito nel bel mezzo di una rovente polemica. Se voglio che il mio annuncio compaia solo dove si parla di una determinata persona nota o di un'azienda, potrò acquistare il suo nome e comparirò solo su quelle pagine magari con annunci comparativi.

Davvero, non ci sono particolari limiti perchè ogni giorno vengono inserite e costantemente controllate, corrette o migliorate le parole abbinate ai contenuti. Un lavoro di cesello costante che consente di rendere tutto questo sistema sempre più potente e preciso.


Parole, keywords e tags

Fino ad ora ho volutamente parlato solo di parole genericamente intese. Cominciamo a chiamarle con il loro nome, tags, e a distinguerle dalle più note parole chiave o keywords. Certo la mia non è una distinzione ufficiale o valida in assoluto ma ve la propongo perché a me aiuta a capire e sottolineare il confine tra una parola ed un abbinamento che avviene meccanicamente (parola chiave) da una parola ed un abbinamento che viene associata per mezzo di un'attività di ragionamento umano che per quanto fallibile, sarà sempre migliore e più preciso rispetto a quanto potrebbe "pensare" una macchina, il tag.


Quindi...


Tutto ciò premesso, è logico che il match, l'abbinamento, tra annuncio info-pubblicitario dell'inserzionista e contenuto, è qui estremamente più evoluto perchè poggia su basi legate al ragionamento, alla semantica, all'imprescindibile attività di conoscenza e relazione umana e sociale. Sono io che quando scrivo un contenuto so e decido di cosa parla e "insegno" al sistema quali annunci pubblicitari potrà eventualmente abbinare. Sottile, certo, ma rivoluzionaria differenza tra il semplice abbinamento contestuale.


La socialità dell'annuncio


Ma non è tutto.
A questi annunci contestualizzati abbiamo altresì iniziato ad abbinare alcune funzioni sociali che chiaramente sfruttano la potenzialità di trovarsi all'interno di un social network e di essere veicolati da un suo abitante (gli inserzionisti devono essere iscritti a vinix per usare il sistema) verso altri abitanti tra cui la possibilità, per esempio, di aggiungere un inserzionista ai propri contatti. Perché no, se quel che mi propone un inserzionista è talmente pertinente con quel che stavo cercando, leggendo, facendo che a quel punto mi interessa approfondire ?

Non vi tedio oltre, sono già andato troppo lungo, per eventuali approfondimenti ci sono i commenti o potete testarlo di persona (potete provare senza acquistare nulla naturalmente).

Letto 5913 voltePermalink[0] commenti

0 Commenti

Inserisci commento

Per inserire commenti è necessario essere registrati ed aver eseguito il login.

Se non sei ancora registrato, clicca qui.
PUBBLICITÀ

Filippo Ronco

Filippo Ronco

 Sito web
 e-mail

Laureato alla Facoltà di Giurisprudenza di Genova nel 2003, ho fatto pratica legale in uno studio per circa 2 anni ma non ho mai provato a dare...

Leggi tutto...

Archivio Risorse Interagisci

 feed rss area marketing

PUBBLICITÀ

Ultimi Commenti