Registrati!

hai dimenticato la password?

Inserisci il tuo indirizzo e-mail e premi invia.

ricerca avanzata

cerca in
Pubblicità
Home > Marketing > Back office

Back office

Del senso delle cose

di Filippo Ronco

MappaArticolo georeferenziato

Dopo TerroirVino ho accuratamente evitato di scrivere un articolo post-evento com'è d'uso. Non vorrei che questo mio silenzio possa in qualche modo apparire eccessivamente modesto o, peggio, superbo dal momento che molti mi hanno scritto chiedendomi perché non fosse stato pubblicato un comunicato o un post riepilogativo. Semplicemente perché penso che questa sia una cosa che va vissuta, tutto avviene lì e preferisco far parlare gli altri, anche perché solo così chi legge può concretamente farsi un'idea di che cosa ci si debba aspettare partecipando a questa manifestazione. Ciò, a maggior ragione, in un momento in cui da più parti (per esempio qui, ma anche qui da noi) si comincia a parlare di stanchezza delle formule sempre uguali a sé stesse, della quantità esorbitante di eventi l'uno simile all'altro, del moltiplicarsi incontrollato delle fiere di settore.

Ricordo qualche tempo fa il lungo carteggio elettronico con lo stimatissimo produttore Andrea Khilgren e il confronto con tanti altri amici cari come Andrea Zanfei e Valentina Baldini Libri, Arianna Occhipinti, Daniela e Antonio di Cantina Giardino (potrei andare avanti a lungo), sul senso che un evento deve avere perché possa essere sposato da un'azienda espositrice.

La mia difficoltà oggi come allora era spiegare come forse il nostro senso più grande stesse proprio nella non riconducibilità a questa o quell'altra "etichetta" o filosofia produttiva ma ancor oggi non so se sono riuscito a trasmettere in modo compiuto il mio pensiero a queste e alle tante altre persone che giustamente sentono la necessità di concentrare gli sforzi (anche economici) nelle direzioni ritenute più opportune.

La preoccupazione che mi assilla maggiormente, ogni anno, oltre alla ricercata massima soddisfazione di chi partecipa (espositori e non) è continuare a preservare, nonostante la misurata evoluzione, quella faticosa trasparenza e meticolosità nel fare le cose e quell'atmosfera di gioviale incontro tra le varie culture produttive, terroir vinicoli ma anche terreni di scambio e confronto nel rispetto di ciascuno, cercando di prendersi sempre non troppo sul serio.

Siccome a parole non è semplice, devo ringraziare doppiamente Alessandra Rossi di Agrivideo per essere riuscita a coglierla quell'atmosfera particolare, per il tramite di quel mezzo che a poco a poco sembra diventarle sempre più congeniale: quello delle immagini in movimento. Alessandra aveveva già dato prova di saper cogliere "il succo" l'anno scorso con il primo video da lei girato per Terroir Vino, si è superata quest'anno con questo meraviglioso video per cui desidero ringraziarla pubblicamente, in fondo io le ho solo offerto una cena e una modesta camera d'hotel. Grazie!

Letto 7975 voltePermalink[10] commenti

10 Commenti

Inserito da Alessandra Rossi

il 30 giugno 2009 alle 00:22
#1
Fil, mi fai arrossire (e si' che non è affatto facile ;-)). Ci tenevo tantissimo ad esprimere il cuore di questa manifestazione perché credo da anni in questa filosofia. Ci incontriamo tutti i giorni sul web.. Trovarsi di persona e condividere giornate come quelle di Vinix Unplugged e Terroir Vino, per me, è come prendere un'astronave che mi porta su un pianeta agognato, che durante il resto dell'anno guardo brillare da lontano.

Inserito da Gianpaolo Paglia

il 30 giugno 2009 alle 02:08
#2
veramente brava e appassionata Alessandra, brava!

Inserito da Luca Risso

il 30 giugno 2009 alle 10:06
#3
Io curerei una breve rassegna stampa.
luk

Inserito da Vincenzo Ciaceri

il 30 giugno 2009 alle 10:11
#4
finalmente! lo aspettavo da giorni. ho rivissuto la piacevolezza di quei momenti.
vincenzo

Inserito da Patrizia Rampa

il 30 giugno 2009 alle 10:22
#5
Grazie Fil per questo bel regalo ma soprattutto grazie ad Ale che non delude mai le aspettative.Brava Ale, sei riuscita nell'intento...fare un nuovo video su Terrori Vino "cogliendole sempre l'essenza" ma diversificandolo rispetto al primo fatto,e questo credo sia stato il lavoro piu'difficile ma riuscito alla grande!

Ciao
Patty

Inserito da Luigi Bellucci

il 30 giugno 2009 alle 11:03
#6
Ale, non direi che sei brava, direi che hai quell'alone di "magia" che trasforma il video in realtà in cui ti immergi piacevolmente facendoti cullare dalla musica sempre azzeccatissima e dal tono caldo e avvolgente della tua voce. Sono appena uscito dalla visione dei due video (questo e Vinix unplugged) ed è come se ci fossi stato anch'io.
Grazie Ale e Chapeaux!

Inserito da Tomaso Armento

il 30 giugno 2009 alle 11:12
#7
Beh, qui
http://www.vinix.it/myDocDetail.php?ID=2844

al commento 1

Fil diceva "...sorta di accordo commerciale che Vinix potrebbe fare con alcuni comunicatori scelti, mettendo a disposizione di tutte le aziende una serie di persone che consiglia direttamente, sulla base della propria esperienza e selezione, tra quelle a cui affiderebbe un incarico così delicato di parlare di un'azienda online.

Ci penso ancora un po' ma sento che è una cosa che s'ha da fare.

Ciao, Fil."

Ora ci proponi questo splendido filmato di Ale, sicuramente un messaggio forte e chiaro.

E in tempi non sospetti avevi messo un post su l'operazione Sinergia per la comunicazione (questo http://www.vinix.it/myDocDetail.php?ID=1322 ).

Allora Fil, famo a capisse (letterale: facciamo a capirci) a noi piccoli che abbiamo voglia di comunicare....e tu giustamente dirai ancora questo, ammazza quanto rompe.

Secondo me il tempo per il progetto è maturo, il tempo che ci vuole a svilupparlo sicuramente non banale ma dato il periodo secondo me andrebbe cavalcato....e i professionsiti in gamba a quanto ci dai capire non mancano.

Nel frattempo ancora complimenti ad Alessandra.

E, al solito, complimenti anche a Fil, che magari mentre si sgola per questo http://www.vinix.it/myDocDetail.php?ID=3003 potrebbe pensare a chi c'è nel suo mondo....

Ciao,
Tom

P.S. via ai pomodoriiiii

Inserito da Paolo Carlo Ghislandi

il 30 giugno 2009 alle 15:53
#8
Le persone ed in questo caso, con esse, le loro professionalità, le doti, i talenti, chiamiamole come vogliamo, non si incontrano mai per caso ed è stupendo vedere quanto la loro intercollaborazione non si limiti a sommare le potenzialità, ma le faccia esprimere esponenzialmente.

Bravo Fil per essere stato capace di attrarre così tante belle persone, complimenti ad Ale per il talento non comune di saper cogliere l'essenza autentica di ciò che le passa davanti alla telecamera, grazie di cuore a tutti gli amici che capendo il valore aggiunto in termini sociali della manifestazione, vi partecipano.

Ciao
Paolo

Inserito da Fabio Ingrosso

il 30 giugno 2009 alle 15:53
#9
Ale, il video è bellissimo!
Nulla più ;)

Inserito da Lorenzo Zonin

il 02 luglio 2009 alle 15:18
#10
Cari colleghi,

il video è molto bello, ha ben trasferito l'atmosfera che si è potuto respirare. Nè immagini, nè parole potranno farlo completamente e così mi trovo d'accordo con Filippo. Compliementi a Terroir Vino, giusto incontro dopo l'amicizia sulla rete.

Inserisci commento

Per inserire commenti è necessario essere registrati ed aver eseguito il login.

Se non sei ancora registrato, clicca qui.
PUBBLICITÀ

Filippo Ronco

Filippo Ronco

 Sito web
 e-mail

Laureato alla Facoltà di Giurisprudenza di Genova nel 2003, ho fatto pratica legale in uno studio per circa 2 anni ma non ho mai provato a dare...

Leggi tutto...

Archivio Risorse Interagisci

 feed rss area marketing

PUBBLICITÀ

Ultimi Commenti