Warning: mysql_fetch_assoc(): supplied argument is not a valid MySQL result resource in /www/MW_qPnIayRGG/tigulliovino.it/dettaglio_articolo.php on line 208

Warning: mysql_free_result(): supplied argument is not a valid MySQL result resource in /www/MW_qPnIayRGG/tigulliovino.it/dettaglio_articolo.php on line 214
E-commerce vino, come far decollare le vendite*, di Filippo Ronco

Registrati!

hai dimenticato la password?

Inserisci il tuo indirizzo e-mail e premi invia.

ricerca avanzata

cerca in
Pubblicità
Home > Marketing > Back office

Back office

E-commerce vino, come far decollare le vendite*

di Filippo Ronco

Ciclicamente capita il manutengolo di sito e-commerce in cerca di soluzioni rapide e a basso costo (manco a dirlo) per migliorare le conversioni del proprio sito. Io non lo faccio di lavoro ma dal momento che le affronto spesso e penso siano questioni utili, ho pensato di condividere due-tre pensieri. Prima di pensare a qualsiasi forma di investimento economico diverso, credo sia strategico individuare quali sono le cose che si possono migliorare in casa propria tenendo presente che i navigatori si sono evoluti negli ultimi 10 anni e ormai si muovono tra gli scaffali digitali con una certa disinvoltura. In altre parole, non state facendo niente di straordinario con il vostro e-commerce, avete semplicemente aperto un altro negozio, partite da qui, con tanta umiltà e voglia di fare.

Qualche riflessione e pochi suggerimenti:

1) Ci sono ormai moltissimi siti e-commerce di vino su piazza, molti dei quali discretamente affermati e di lunga storia. Prima di aprire, studiateli a fondo nei loro punti di forza e nelle loro debolezze. Capite cosa c'è già sul mercato, evitate l'ennesimo doppione.

2) Sebbene il mercato della vendita di vino online sia ancora risibile (potremmo azzardare intorno al 5% delle vendite totali), si potrebbe guardare il bicchiere mezzo pieno considerando che il potenziale di crescita è ancora inespresso al 95%. Quindi, tanto spazio ancora.

3) La possibilità di emergere si basa sulla capacità di distinguersi dalla concorrenza per qualche ragione, sull'essere unici o almeno eccezionali per qualche motivo (no spese di spedizione, prezzo sorgente, selezione originale, profondità di annate, tipo di selezione dei produttori, unicità dell'offerta, velocità di consegna, servizi particolari...).

4) Il catalogo vini con cui molti siti partono - un po' alla cacchio tante volte - è estremamente banale o estremamente scarno (questo è un punto chiave) o impreciso (regioni indicate ma senza vini, prodotti segnalati ma esauriti, ecc.). Siate consci dei vostri limiti iniziali, partite bene con poco piuttosto che male con molto e dotatevi se possibile di un consulente serio se non siete voi stessi selezionatori capaci.

5) I prezzi proposti sono quasi sempre quelli dell'enoteca se non addirittura più cari in qualche caso. Se vendete roba introvabile ci può anche stare ma se vendete vini che trovo nell'enoteca sotto casa o in GDO, perchè mai dovrei comprare da voi? Davvero volete puntare sugli acquisti casuali o di fortuna come strategia di business?

6) Specializzatevi. Puntare sulla selezione massima dei produttori - non necessariamente verso l'alto, anche una selezione di ottimi vini base può essere vincente - è buono, così come sulla proposta di uno specifico territorio o di una intera regione o vitigno. Cercare di essere leader per la vendita di vini calabresi è sicuramente più facile che essere leader assoluto e senza specializzazione.

7) Puntare su formule di vendita a prezzo di cantina lievissimamente maggiorato con basso ricarico è vincente, comportatevi da intermediari. Ci sono ottimi esempi di questo tipo in Alto Adige, per esempio.

8) L'attenzione posta in fase di costruzione del sito al percorso di vendita è cruciale. L'usabilità e la piacevolezza di acquisto possono migliorare le conversioni anche del 50% o più. Non sottovalutate mai quanto potete fare sugli elementi interni prima di affacciarvi a quelli esterni.

9) Cercate di diventare il negoziante di una volta, curate le relazioni sui social con i vostri clienti o quanto meno cercate di offrire sempre un servizio clienti di prim'ordine. Come vi presentate può avere un impatto importante sulla "fiducia" a prima vista verso il vostro sito.

10) Quando tutto è ok, una spintarella pubblicitaria può essere presa in considerazione.


[*Disclaimer: mica vero, è solo il classico titolo da link baiting]

Letto 13071 voltePermalink[10] commenti

10 Commenti

Inserito da Max Cochetti

il 11 marzo 2011 alle 11:35
#1
Ciao Fil,
ovviamente concordo su tutto. Soprattutto sul punto 6 se sei un operatore medio-piccolo.
Oppure anche sui servizi localizzati se sei in una grande città (consegna in poche ore, eccetera).
Avremo modo di parlarne a Vinix Unplugged Unconference :-)

Inserito da Filippo Ronco

il 11 marzo 2011 alle 11:57
#2
Seee, pacconaro che non sei altro, voglio proprio vedere se riesci a prenderti l'influenza a giugno anche quest'anno. Portati la sciarpa in ufficio quando cominciano ad aprire l'aria condizionata ;-)

Ciao, Fil.

Inserito da Max Cochetti

il 11 marzo 2011 alle 12:29
#3
Vengo anche ammalato non ti preoccupare :-)

Inserito da Filippo Ronco

il 11 marzo 2011 alle 12:32
#4
Quest'anno è veramente imperdibile.
Vedrai the list, tra poco su http://www.terroirvino.it
Ma siamo OT! :-)

Ciao, Fil.

Inserito da Max Cochetti

il 11 marzo 2011 alle 12:35
#5
neanche troppo, il mio speech sarà: "E-commerce del vino. Può funzionare?" ;-)

Inserito da Filippo Ronco

il 11 marzo 2011 alle 12:43
#6
Ok, ti do carta bianca per usare questo post nelle slide, se serve :-)
Ma so che avrai di meglio.

A presto!


Fil.

Inserito da Daniele Gagliardi

il 19 marzo 2012 alle 00:51
#7
Check list molto interessante, considerando che, dato che ho una certa esperienza del mondo dell'ecommerce (non come merchant, ma come fornitore di servizi) e vivo nel cuore delle colline piemontesi, sto valutando seriamente l'ipotesi di mettermi direttamente in gioco.

Cosa ne pensi invece delle cantine che aprono un proprio ecommerce, vendendo quindi esclusivamente i propri vini? Secondo te pesa di più lo svantaggio di una gamma ovviamente limitata oppure il valore aggiunto, anche emotivo, di acquistare direttamente dal produttore?

Un esempio il neonato http://wineshop.borgognoseriobattista.it

Inserito da Filippo Ronco

il 19 marzo 2012 alle 09:54
#8
Credo che ogni cantina dovrebbe avere come canale "di default" quello della vendita diretta dal proprio sito. Cioè tenderei proprio a darlo come servizio in generale laddove possibile. Il problema solitamente in questi casi sono i prezzi perchè se fai solo vendita diretta e non hai rete commerciale puoi fare un po' quello che vuoi, mentre se hai rete commerciale stabilire il prezzo corretto sia nei confronti della filiera che lavora per te, sia nei confronti dell'acquirente che acquista da te direttamente non è mai semplice.

Noi su Vinix stiamo lavorando ad un progetto molto ambizioso che vorrebbe provare a risolvere questo problema con una strategia nuova e del tutto innovativa. Purtroppo non posso ancora "sbottonarmi" perchè siamo in pieno sviluppo ma tra pochi mesi dovremmo essere pronti :)


Ciao, Fil.

Inserito da Daniele Gagliardi

il 19 marzo 2012 alle 10:06
#9
Attendo con una certa curiosità il lancio del progentto :)

L'ecommerce è un terreno molto fertile ed ancora poco sfruttato, soprattutto in Italia, credo che le idee innovative abbiano davvero ottime opportunità di successo

Inserito da Filippo Ronco

il 18 novembre 2013 alle 10:27
#10
Alla fine noi il nostro modo di essere eccezionali pensiamo di averlo trovato. Il risultato di questo lavoro si chiama Vinix Grassroots Market, una piattaforma di vendita diretta per gruppi di acquisto: https://www.vinix.com/shop

Ciao, Fil.

Inserisci commento

Per inserire commenti è necessario essere registrati ed aver eseguito il login.

Se non sei ancora registrato, clicca qui.
PUBBLICITÀ

Filippo Ronco

Filippo Ronco

 Sito web
 e-mail

Laureato alla Facoltà di Giurisprudenza di Genova nel 2003, ho fatto pratica legale in uno studio per circa 2 anni ma non ho mai provato a dare...

Leggi tutto...

Archivio Risorse Interagisci

 feed rss area marketing

PUBBLICITÀ

Ultimi Commenti