Registrati!

hai dimenticato la password?

Inserisci il tuo indirizzo e-mail e premi invia.

ricerca avanzata

cerca in
Pubblicità
Home > Eventi > Vino

Divin Orcia 2011

DoveCastello di San Giovanni d'Asso, Museo del Tartufo, San giovanni d'asso (SI) - San Giovanni d'Asso

Quandoil 19 novembre 2011

di valentina niccolai

MappaArticolo georeferenziato

Divin Orcia 2011-Castello di San Giovanni d’Asso (Siena)
Banco d'assaggio dei vini Orcia Doc gestito dai produttori associati al Consorzio del Vino Orcia
www.consorziovinoorcia.it

Sabato 19 Novembre, ore 10,30-19,00 Museo del tartufo


ATRIVM, La Bandita, Berni Valentino, Campotondo, La Canonica, Capitoni Marco, Fattoria Resta ,.Il Pero, Podere Forte, Poggio al Vento, Poggio Grande, Riguardino, Sante Marie di Bagno Vignoni, Sampieri del Fa, SassodiSole, Az.Trequanda

Nel pomeriggio, ore 15,00, e ore 17,00 circa
due degustazioni guidate dei Vini Orcia a cura dei produttori.

Conferenza sul rinnovo del disciplinare ore 15,15:
presto Orcia Sangiovese e la Riserva

Nato nel 2000 il Consorzio del Vino Orcia si estende su un ampio territorio, 13 Comuni, sparsi nella parte meridionale della Provincia di Siena. Soddisfatti la Presidente Donella Vannetti e il cda per la continua promozione svolta nel 2011 in Italia e all’estero. “L’orcia sta crescendo bene, aumentano gli spazi nel settore Horeca e molti piccoli importatori si sono lasciati sedurre dai nostri vini sempre più territoriali.
Le moltissime degustazioni organizzate dal Consorzio del vino Orcia, ricordiamo Ristorexpo, La Fiera Tirreno Trade, il Vinitaly(con stand 2012 in corsia centrale), I Vicoli del Vino a Prossedi e il recente Vinexpo di Bordeaux, hanno portato all’attenzione di degustatori professionisti le grandi potenzialità espressive del Sangiovese, dei vitigni alloctoni previsti dal disciplinare e dei vitigni autoctoni “minori” quali Canaiolo, Colorino, Ciliegiolo, Malvasia nera e Foglia Tonda. Questi ultimi, insieme al Sangiovese, grazie alla minuziosa gestione dei vigneti e all’abilità crescente dei nostri produttori hanno meritato l’introduzione della tipologia “Orcia Sangiovese” (minimo 90% Sangiovese, con possibilità di aggiungere fino al 10% di vitigni autoctoni toscani).
Per i Vini Orcia Rosso l’enogastronomo Piergiorgio Angelini organizzatore della parte culinaria insieme al Comune di San Giovanni d’Asso, consiglia:
“Gli abbinamenti più felici del rosso si sono avuti con il lombo di Cinta o di Chianina al forno e con i medaglioni di Chianina farciti con pecorino delle Crete e del bianco con antipasti a base di burro tartufato e formaggi e con primi a base di paste con sughi bianchi di burro e formaggi”.

Il Consorzio del Vino Orcia in numeri:
Ad oggi la superficie dei vigneti iscritti all’albo della Doc Orcia è pari a 400, di cui 90 ha di viticoltori associati al Consorzio, attualmente costituito da 36 produttori di cui 29 imbottigliatori. Nel 2010 la produzione rivendicata dagli associati del Consorzio è stata pari a 3400 q.li in flessione di circa il 15% rispetto al 2009, mentre il numero delle bottiglie prodotte è arrivato a quasi 200.000 bottiglie, in incremento di circa il 25% rispetto all’anno precedente. Considerando il periodo di crisi, dichiara la Presidente Donella Vannetti, tali dati sono da accogliere positivamente: infatti, pur essendo i numeri ancora bassi in termini assoluti, indicano che i produttori riescono a trovare spazio sul mercato sia nazionale che internazionale come ci segnalano gli stessi. Sicuramente un importante strumento per presentarsi con maggiori chance al mercato sarà fornito dal nuovo disciplinare con l’introduzione dell’Orcia Sangiovese e della Riserva, che permetterà di valorizzare ancor meglio le produzioni dei nostri associati.

PR-Ufficio Stampa: Valentina Niccolai Tel.0577/662007 cell. 330 315799 info@valentinaniccolai.it
Consorzio del vino ORCIA Via Borgo Maestro, 90 – 53023 Rocca d’Orcia (Siena) Tel. 0577 887471 – Fax 0577888454www.consorziovinoorcia.it info@consorziovinoorcia.it

Letto 2109 voltePermalink[0] commenti

0 Commenti

Inserisci commento

Per inserire commenti è necessario essere registrati ed aver eseguito il login.

Se non sei ancora registrato, clicca qui.