Registrati!

hai dimenticato la password?

Inserisci il tuo indirizzo e-mail e premi invia.

ricerca avanzata

cerca in
Pubblicità
Home > Vino

La Torre Azienda Agricola

MappaDove siamo

La Torre Azienda Agricola
Via Torre 3 Calvagese della riviera (BS)
spacer
Telefono Telefono: 030.601034
spacer
Indirizzo web Web: www.pasini-latorre.com
spacer
Indirizzo Email E-mail: info@pasini-latorre.com
Comprare vini, birre e cose buone online con gli amici Comprare vini, birre e cose buone online in gruppo
Come si presenta l'azienda

L'Azienda Agricola La Torre prende la sua denominazione da un antico torrione posto nelle vicinaze, a baluardo sul fiume Chiese.nbsp; La fattoria egrave; costituita da due fabbricati contigui, di cui uno, la parte colonica, risale al XVII secolo, mentre l'altro, la parte padronale, al XVIII. Il loggiato della cascina, sembra fosse un antico convento, egrave; l'emblema aziendale che viene riportato su tutte le etichette dei vini prodotti. Pur essendo una piccola realtagrave;, la superficie aziendale supera di poco i 23 ettari.
L'Azienda ha giagrave; delle profonde radici nell'arte della trasformazione dell'uva in vino.
Da tre generazioni, infatti, i titolari si sono impegnati ieri, come oggi, nell'ottenimento di vini qualitativamente sempre migliori, che han trovato sempre piugrave; consenso nei consumatori e negli esperti assaggiatori.

Facilmente raggiungibile sia da Desenzano, che da Brescia, 15 e 20 Km rispettivamente, giunti a Bedizzole si imbocca una caratteristica strada, che sale dolcemente la collina e che costeggia parte dei vigneti dell'Azienda, porta al borgo Mocasina, sede della fattoria. Posta su una dorsale, a circa 180 metri sul livello del mare, offre una suggestiva vista panoramica sul sottostante fiume Chiese e sulla macchia boschiva limitrofa. I vigneti e il piccolo oliveto, in buona parte attorno all'immobile, sono particolarmente curati, in quanto convinti, a La Torre, che la qualitagrave; di un vino e di un olio si ottiene principalmente in campagna e secondariamente con la tecnologia di cantina.

E' per questo motivo che si egrave; scelto di piantare i vigneti nei terreni piugrave; ricchi di sceletro, declivi e ben esposti al sole. Inoltre l'applicazione di moderne tecniche di potatura che prevedono basse cariche gemmarie per ceppo e alte densitagrave; di viti per ettaro, sono alcuni dei parametri che noi applichiamo per l'ottenimento di uve di elevata qualitagrave;, indispensabili per produrre, poi, vini di notevole spessore, finezza ed eleganza compositiva.nbsp; Notevole rispetto nella tecnica colturale egrave; dato anche all'ambiente utilizzando, nella difesa contro le crittogame, prodotti a basso impatto ambientale.nbsp; Per la vinificazione delle uve si seguono criteri tradizionali di lavorazione utilizzando perograve;, in apposito locale di pigiatura, tecnologie di moderna concezione.
La maturazione e l'affinamento avvengono invece nelle vecchie cantine dove i vini possono lentamente evolvere lontani dai dannosi raggi di luce.

Per la ricezione, l'intrattenimento degli ospiti e per le degustazione egrave; stata ricavata un'apposita sala con volte a vela. Qui si ha l'opportunitagrave; di poter degustare la migliore produzione de La Torre, che verte su tutte le tipologie della DOC Garda Classico. In questo ambiente egrave; anche possibile effettuare delle degustazioni guidate congiuntamente all'assaggio di prodotti tipici locali (egrave; indispensabile fissare anticipatamente).


Considerazioni di TigullioVino

Ottobre 2002
Vini della zona classica del Garda bresciano, tecnicamente ben eseguiti e
precisi, nel complesso di beva molto piacevole. Molto interessante il Groppello, non pretenzioso ma che ci ha colpito per la piacevolezza di beva. Anche il rapporto qualitagrave; prezzo, in generale, egrave; molto favorevole. Bell'azienda da seguire con interesse.

Marzo 2003
nbsp;
Avevamo assaggiato altri tre vini della stessa azienda nell'ottobre del 2002,
con impressioni assolutamente positive, in particolare per il Garda Classico Doc
Groppello 2001, che ci era sembrato allora davvero molto piacevole.
Senza particolari note da fare allo Spumante e confermata la beva piacevole
(sia pur semplice) del chiaretto, le nostre perplessitagrave; maggiori vanno al vino piugrave;
pretenzioso inviato fino ad oggi, Il Torrione. Si tratta di un vino non del tutto equilibrato, sia dal punto di vista organolettico che economico, almeno per com'egrave; adesso nel bicchiere. La domanda egrave; perchegrave; l'uvaggio con il Maremino ? Visti i risultati ottenuti la volta precedente con il Groppello in purezza, il nostro preferito ad oggi, sarebbe curioso immaginare un Torrione, puro anch'esso, ma di Groppello.








Letto 356 voltePermalink

Degustazioni vino