Registrati!

hai dimenticato la password?

Inserisci il tuo indirizzo e-mail e premi invia.

ricerca avanzata

cerca in
Pubblicità
Home > Vino

Rocche Costamagna

MappaDove siamo

Rocche Costamagna
Via Vittorio Emanuele 8 La morra (CN)
spacer
Telefono Telefono: +39 (0173) 509225 
spacer
Indirizzo web Web: www.rocchecostamagna.it
spacer
Indirizzo Email E-mail: a.locatelli@rocchecostamagna.it
Comprare vini, birre e cose buone online con gli amici Comprare vini, birre e cose buone online in gruppo
Rocche Costamagna è una delle più storiche realtà vitivinicole di La Morra, il più importante comune della denominazione Barolo in quanto a produzione enologica e numero di viticoltori. Una storia di dedizione alla vite e al vino che, nel corso del tempo, ha saputo elevare la qualità delle proprie etichette, valorizzando lo straordinario terroir di La Morra e, in particolare, esaltando i frutti del prestigioso cru del Barolo Rocche dell’Annunziata, che l’azienda ha l’onore di coltivare da oltre due secoli. Le storiche cantine di epoca napoleonica, restaurate e riportate all’antico splendore, ospitano oggi un’elegante struttura ricettiva, dove l’esperienza del Barolo incontra la calda e generosa accoglienza delle Langhe.
Il Regio decreto. Il 15 maggio 1841, l'Ufficio di Polizia del Regio Comando Militare della città e
provincia di Alba concedeva a Luigi Costamagna, figlio di Francesco Antonio, un permesso per il «commercio di vino al minuto [...] per il vino prodotto dalle uve dei suoi vigneti" ubicati in La Morra». È il primo documento che attesta la vocazione enologica dell’azienda. Un atto importante perché sanciva limiti quantitativi e geografici dei vini allora prodotti, riconoscendo ai Costamagna un certificato di eccellenza, all’interno di un territorio specifico, quello del comune di La Morra. Le proprietà dell’azienda si estendevano su tutto il Comune e comprendevano già allora i vigneti delle Rocche dell’Annunziata, nonché le storiche cantine di fine Settecento, costruite nel centro storico di La Morra. Nel 1911, Francesco Costamagna vince la Medaglia d'Oro al Gran Premio dell'Esposizione Internazionale di Torino: un riconoscimento per aver presentato cinquant'anni d'ininterrotta produzione.
Alla morte di Francesco, il figlio Riccardo, avvocato in Torino e in Alba, continua a gestire l'azienda con l’aiuto dalla moglie Maddalena.  Verso la fine degli anni ’30, in seguito alla morte di Riccardo Costamagna, la moglie Maddalena intuisce il valore delle Rocche dell’Annunziata e dei vigneti lamorresi, trasmettendoli ai propri figli e nipoti che continuano a coltivarli e vinificarli. Alla fine degli anni ’60 è la nipote di Maddalena, Claudia Ferraresi, a prendere in mano le sorti dell’azienda. Pittrice, donna di grande cultura e organizzatrice di eventi, insieme al marito Giorgio Locatelli decide di scommettere sul Barolo e su di una produzione vitivinicola d’eccellenza. Gli anni ’80 segnano l’ingresso in azienda di Alessandro Locatelli, oggi titolare dell’azienda. Il Barolo comincia a svelare il suo potenziale e ad affermarsi come uno dei rossi più apprezzati e prestigiosi al mondo.


Novembre 2020
Tre vini prodotti da Rocche Costamagna di La Morra, storica azienda quasi bicentenaria con vigneti nella Sottozona Rocche dell'Annunziata, una delle più prestigiose dell'intero comprensorio del Barolo.  Nel 1841 l'Ufficio di Polizia del Regio Comando Militare della città e provincia di Alba concedeva a Luigi Costamagna, figlio di Francesco Antonio, un permesso per il «commercio di vino al minuto per il vino prodotto dalle uve dei suoi vigneti" ubicati in La Morra». I vini degustati: Barbera d'Alba 2017 dallo straordinario fruttato. Barolo 2016 e 2013, entrambi interpreti di gran finezza, ma di maggior struttura e longevità il Riserva 2013.
Letto 32 voltePermalink

Degustazioni vino