Registrati!

hai dimenticato la password?

Inserisci il tuo indirizzo e-mail e premi invia.

ricerca avanzata

cerca in
Pubblicità
Home > Olio

Frantoio Della Fazia Vito

MappaDove siamo

Frantoio Della Fazia Vito
Località Codacchie 96 Rocca san giovanni (CH)
spacer
Telefono Telefono: 0872.60483
spacer
Indirizzo web Web: www.dellafazia.com
spacer
Indirizzo Email E-mail: info@dellafazia.com
Comprare vini, birre e cose buone online con gli amici Comprare vini, birre e cose buone online in gruppo
Nel 1936 Pietro Della Fazia (classe 1908) acquistò il frantoio con del terreno dove tuttora l'azienda è situata. A quei tempi l'impianto di lavorazione era composto da una macina in pietra, mossa da un cavallo, e da una pressa in legno azionata dalla forza delle braccia. I tempi di lavorazione erano molto lunghi, e quindi si doveva ammucchiare le olive raccolte sul selciato davanti al frantoio, in attesa di essere frante. Dopo qualche anno, Pietro Della Fazia decise di sostituire l'animale con il motore a scoppio come fonte di energia e le condizioni igieniche migliorarono sensibilmente. Già allora la lavorazione delle olive era considerata un'attività importante, infatti è ancora conservata una busta paga datata 1956 relativa al pagamento di una mensilità di un dipendente.

Negli anni successivi vi furono diversi aggiornamenti, le prime presse idrauliche permettevano di evitare il ripasso delle sanse (seconda spremitura), e di velocizzare la lavorazione. Intanto Vito Della Fazia (figlio classe 1943) entrò attivamente nella gestione del frantoio con un significativo apporto di idee e di forza. Fino agli anni sessanta l'olio si separava per affioramento sull'acqua di vegetazione, questa fase presentava dei gravi problemi di ordine qualitativi. Infatti, i tempi lunghi di permanenza dell'olio sull'acqua favorivano delle fermentazioni e la conseguente perdita di qualità degli oli prodotti. La ricerca tecnologica mise a punto i primi separatori centrifughi che diedero una svolta alla lavorazione delle olive. Quindi, non più lunghi tempi di attesa per separare l'olio dall'acqua, ma soltanto pochi secondi. Dopo l'acquisto del primo separatore centrifugo, che a quei tempi era realizzato in ferro e ghisa (metà anni sessanta), ne seguirono altri sempre più perfezionati e realizzati interamente in acciaio inossidabile.

Le numerose ristrutturazioni dei locali erano armai d'obbligo con il continuo aggiornamento delle attrezzature. Molti problemi relativi alla movimentazione delle olive, alla lavorazione e allo stoccaggio dell'olio erano stati risolti, ma molta strada c'era ancora da percorrere per arrivare ad una lavorazione ottimale. Intanto Pietro Della Fazia (nipote classe 1967) comincia ad essere presente all'interno del frantoio svolgendo piccole mansioni, erano gli anni ottanta, quando la famiglia Della Fazia iniziò a considerare l'aspetto qualitativo come primario e assoluto nella produzione dell'olio extra vergine. Dopo qualche anno di riflessione, nel 1996 il vero salto qualitativo, tutto l'impianto tradizionale venne smantellato e sostituito da un efficiente impianto centrifugo. Una vera e propria trasformazione del frantoio, da subito la famiglia Della Fazia comprese che la strada imboccata era quella giusta.

Vito e Pietro Della Fazia, rimasti a condurre l'attività, perfezionarono l'impianto ottimizzando la lavorazione. I frutti non sono stati attesi a lungo, infatti la qualità del prodotto finale è ancora migliorata. I numerosi apprezzamenti da parte di esperti del settore e i numerosi ed importantissimi premi in concorsi internazionali testimoniano il livello raggiunto. Oggi, la Famiglia Della Fazia, può certamente affermare di produrre oli extra vergine di alto livello qualitativo.
Letto 1426 voltePermalink

Degustazioni olio