Tigullio Vino Homepage Home TigullioVino.it Blog Blog Vinix

> Operatori
» Registrazione operatori
» Operatori già registrati
» Club
» Pubblicità
» Newsletter
» Annunci vino-cibo
» Aggiungi ai Preferiti

> News e iniziative
» News ed eventi di rilievo
» Eventi locali, degustazioni
» Terroir Vino

> Contenuti e risorse
» Naviga per regione
» Vino & Olio
» Aziende testate
» Rubriche
» Tgv Blog
» Doc e Docg
» Recensioni Ristoranti
» Esperti
» Strade del Vino
» Parchi italiani
» Viaggi
» Video
» Contatti
» Faq

> Interagire col sito
»
Invia campionatura vino
»
Invia campionatura olio
» Segnala eventi
» Invia comunicati stampa
» Associati al Club
» Recensioni ristoranti
» Invia ricette


> Iscrizione newsletter
Iscriviti alla newsletter di TigullioVino.it per ricevere settimanalmente gli aggiornamenti via e-mail con le degustazioni, le news e gli approfondimenti della Redazione.
La tua e-mail :



> Pubblicità

> Siti e blog del Network
TigullioVino (Magazine)
Vinix (Social Network)
VinoClic (Pubblicità)


Aggiungi alla barra di Google
Il Blog Network di TigullioVino.it
VinoPigro
A Modest Proposal, di Riccardo Modesti
Rotfl! il Blog di JFSebastian usenettaro 2.0
Rotfl! il Blog di JFSebastian usenettaro 2.0

TigullioVino.it ©
E' vietata la copia, anche parziale, senza esplicita autorizzazione della Redazione.
Mappa del sito
Chi siamo / curiosità
Links
Privacy
Contatti







          
                      


          Le etichette di Dicembre 2003



1) Azienda Vitivinicola Balbiano
Corso Vittorio Emanuele, 1 10020 ADENZENO (TO)
Tel. 011 9434214
Etichetta : Bianco dell'Arco Vdt Bianco Vivace 2002
Il succo di un acino di uva rossa è privo di colore perché le sostanze coloranti sono contenute nella buccia: ecco perché si possono produrre vini bianchi partendo da uve rosse, cercando di estrarre il mosto schiacciando l'uva il meno possibile. Ottenuto da una pigiatura soffice di uve delle colline torinesi, il Bianco dell'Arco è la dimostrazione della grande versatilità di questi vitigni capaci di generare un bianco vivace che, bevuto fresco, può servire da aperitivo e da ideale accompagnamento per piatti estivi. Gradazione: 11%

2) Azienda Agricola Casavecchia Marco
Diano d'Alba (CN)
Etichetta : Diano D'Alba Doc Sorì Richin
Nel comune di Diano d'Alba tutti i vigneti ad alta vocazione viticola sono stati catalogati e denominati "Sòri", espressione che in dialetto piemontese e significa "Solatio" . Il Vitigno Dolcetto coltivato con particolare cura e competenza in tali vigneti produce un vino di straordinaria gradevolezza e longevità: Ha colore rosso rubino intenso e brillante, profumo ricco, complesso, ampio e fruttato, il gusto è pieno, di grande struttura, equilibrata tannicità, lunga e piacevole persistenza il Sòri Richin è un vecchio vigneto di particolare pregio ed è il N. 56 nell'Albo dei 77 Sòri di Diano d'Alba. Gradazione: 13%

3) La Smilla di Guido Matteo snc
Cantine di Bosio
Etichetta : Gavi Docg La Smilla
E' un piccolo vigneto dalla bassa resa e dall'ottimale esposizione al sole. Un'attenta selezione dei grappoli più dorati, la vinificazione ed il successivo affinamento in piccole botti di rovere francese rendono questo vino gradevole e completo in struttura. Si accompagna da ogni migliore occasione di incontro. Servire fresco. Gradazione: 12,5%

4) Cirio Pietro - Castigliole D'Asti
Etichetta : Barbera d'Asti Doc Portey 2001
Nasce da uve provenienti da vecchi vigneti coltivati direttamente da Cascina Cirio con sistemi tradizionali e pratiche compatibili con l'ambiente. Vinificato secondo le più rigorose tradizioni piemontesi. Colore: rosso rubino intenso, Gusto: di sapore piuttosto tonico e di nuon corpo, Abbinamenti: arrosti di carni rosse e selvaggina, Temperatura di servizio: 18-20° C. Gradazione: 13,5%

5) Viticoltore Countadin Giuliano
Borgata Ciabot, 12 Perosa Argentina (TO)
Tel. 0121 803473
Etichetta : Coutandin Ramìe - Pinerolese doc
E' un vino rosso di antica fama ma ormai molto raro, prodotto con uve di vitigni locali tracci: avanà, avarengo, bourgnin ecc. . Esso è il frutto di una viticoltura eroica, in quanto tuti i lavori del vigneto devono essere eseguiti a mano, poiché le poche vigne ancora coltivate, sono situate sugli assolati ma ripidissimi pendii rocciosi dei monti che circondano Perosa Argentina e Pomaretto, situati ad una altitudine compresa tra 650 e 800 m. slm, tra rosmarini e mandorli, tra pietre ed enormi spuntoni di roccia. L'uva. Raccolta scalarmene a piena maturazione, subisce un'accurata selezione dei grappoli e quindi una delicata lavorazione, iniziata con la di raspatura "manuale". Il vino ottenuto viene lasciato riposare in acciaio e, dopo una breve maturazione, in botte di legno e è infine affinato in un limitato numero di bottiglie. Temperatura di servizio: 18° C. Abbinamento: piatti della cucina locale. Gradazione: 13%