Tigullio Vino Homepage Home TigullioVino.it Blog Blog Vinix

> Operatori
» Registrazione operatori
» Operatori già registrati
» Club
» Pubblicità
» Newsletter
» Annunci vino-cibo
» Aggiungi ai Preferiti

> News e iniziative
» News ed eventi di rilievo
» Eventi locali, degustazioni
» Terroir Vino

> Contenuti e risorse
» Naviga per regione
» Vino & Olio
» Aziende testate
» Rubriche
» Tgv Blog
» Doc e Docg
» Recensioni Ristoranti
» Esperti
» Strade del Vino
» Parchi italiani
» Viaggi
» Video
» Contatti
» Faq

> Interagire col sito
»
Invia campionatura vino
»
Invia campionatura olio
» Segnala eventi
» Invia comunicati stampa
» Associati al Club
» Recensioni ristoranti
» Invia ricette


> Iscrizione newsletter
Iscriviti alla newsletter di TigullioVino.it per ricevere settimanalmente gli aggiornamenti via e-mail con le degustazioni, le news e gli approfondimenti della Redazione.
La tua e-mail :



> Pubblicità

> Siti e blog del Network
TigullioVino (Magazine)
Vinix (Social Network)
VinoClic (Pubblicità)


Aggiungi alla barra di Google
Il Blog Network di TigullioVino.it
VinoPigro
A Modest Proposal, di Riccardo Modesti
Rotfl! il Blog di JFSebastian usenettaro 2.0
Rotfl! il Blog di JFSebastian usenettaro 2.0

TigullioVino.it ©
E' vietata la copia, anche parziale, senza esplicita autorizzazione della Redazione.
Mappa del sito
Chi siamo / curiosità
Links
Privacy
Contatti







          
                      


          Le etichette di Febbraio 2007



1) Azienda Agricola Teo Costa
Via S. Salvario, 1 12050 Castellinaldo (CN)


Al principio dell'azienda c'è un uomo, Antonio Costa, con i baffi bianchi e dal nome biblico: Giobbe, che per l'azienda Teo Costa è stato come la scintilla per il falò sulla collina. Il soprannome gli è stato attribuito per la grande tenacia e pazienza biblica che ha avuto. L'Azienda Agricola Costa verso la fine del 1800 è così diventata una realtà concreta ed appassionante. Oggi l'azienda coltiva direttamente 35 ettari di vigneti con circa 150.000 viti a frutto. I Cru attentamente selezionati ed impiantati sono oggi dislocati sia in Roero che in Langa: Castellinaldo, Castagnito sulla sinistra del Tanaro, Treiso e La Morra sulla destra del fiume. I vini sono esclusivamente prodotti da vigne che coltiviamo noi direttamente. La Selezione Teo Costa carpisce circa il 65% della potenzialità aziendale, la rimanente quota invece viene prodotta per il marchio storico dell'azienda Giobbe.

LIGABUE NEBBIOLO D'ALBA doc
Il Nebbiolo è sicuramente il vitigno più aristocratico dell'intero panorama vitivinicolo piemontese. La coltivazione di quest'uva è forse quella che richiede la maggiore specializzazione, non a caso è la prima a sbocciare in primavera e l'ultima ad essere raccolta. La famiglia Costa ha da sempre un occhio di riguardo per questo vitigno nobile. La vigna di produzione, chiamata "Brich Costa", è una delle migliori della zona, sia per l'esposizione a sud-ovest che per la complessità minerale del terreno.
L'etichetta è dedicata al famoso pittore Antonio Ligabue, grande artista che alla nascita venne iscritto all'anagrafe assumendo il cognome della madre: Antonio Costa.
Colore: rosso rubino, profondo con riflesso leggermente granato.
Profumo: intenso, vinoso con frutto maturo e nota speziata di legno dolce.
Sapore: di corpo pieno, importante struttura e ottima persistenza.
Epoca di consumo: raggiunge un buon equilibrio già al secondo anno e lo mantiene per diversi anni.
Temperatura di servizio: 17 - 18 °C


2) CO.PRO.VI. - Consorzio Produttori Vini di Velletri
Via Pontina Km 55,400 - 04010 Campoverde (LT)


Nel 1950 nasceva nel comune di Velletri,grande centro vitivinicolo del Lazio, e più specificatamente del comprensorio dei Castelli Romani l'azienda Co.Pro.Vi. -Consorzio Produttori Vini di Velletri.
Poiché la nascita e lo sviluppo del Co.Pro.Vi. sono strettamente legate alle origini e alle vicende storiche della vitivinicoltura di Velletri e la vocazione vitivinicola di Velletri appare dunque segnata fin dalla nascita ed i suoi vini provenienti dalla coltivazione di uve pregiate favorite dalla natura vulcanica del terreno, acquistarono ben presto estimatori e notorietà anche nell'antica Roma, infatti nel primo secolo dell'era cristiana le qualità ed i pregi dei vini di Velletri furono decantati ed esaltati da scrittori e naturalisti quali Plinio il Vecchio e Lucio Giunio Columella. La tradizione si è tramandata nei secoli ed è notorio che raffinati estimatori del vino di Velletri furono i pontefici Gregorio VII e Bonifacio VIII.
Il vino di Velletri, il "Veliternium suave poto" dei Romani, consolida con il tempo la sua fama, anche se essa per alcuni secoli dopo la caduta dell'Impero romano non dovette superare di molti chilometri le mura della città. Il 22 gennaio del 1950 settanta viticoltori veliterni con una produzione di appena 15.000 ettolitri di vino si consociarono per dare vita alla cantina Co.Pro.Vi. con il preciso intento di valorizzare il vino da loro prodotto commercializzandolo con un marchio e con il suo naturale nome "Vino di Velletri". Questo al fine di rendere giustizia ad un prodotto che, per le peculiari qualità organolettiche e gusto meritava un giusto posto nella vasta gamma dei vini italiani.

LE CONTRADE - Castelli Romani Doc

ZONA DI PRODUZIONE: Comprensorio dell'area dei Castelli Romani.
VITIGNO: Sangiovese 70% Ciliegiolo 10% Merlot 5-10% Cesanese 5-10%.
CARATTRISTICHE ORGANOLETTICHE:
COLORE: Rosso rubino più o meno intenso, lievi riflessi violacei.
ODORE: Aroma tipicamente erbaceo persistente.
GUSTO: Fragrante armonico e secco giustamente tannico.
GRADAZIONE: 11,5° % vol.


3) Cantina Sociale Colle Moro Soc.Coop.Agr.
Via del Mare, 35/37 66030 Guastameroli di Frisa (CH)


Dalle colline più alte della zona Frentana, a pochi chilometri dal mare, un'attenta selezione dei vigneti ed un alto livello qualitativo dei vini, consegnano al consumatore la vera essenza della terra d'Abruzzo. La passione per la qualità è il segno caratteristico della cantina fondta nel 961 e che produce: Calèa Trebbiano d'Abruzzo doc, Mila Montepulciano d'Abruzzo doc 2000, Colle Moro Cerasuolo Montepulciano d'Abruzzo doc, Mila Chardonnay Terre di Chieti igt.

Alcade - Montepulciano d'Abruzzo doc
Montepulciano in purezza, è di colore rosso rubino tendente al granato, con profumi ampi e persistenti e note di ciliegia nera, prugna e cacao. All'esame gustativo si presenta caldo, concentrato, con tannini evidenti ma di trama fitta e vellutata. Nel finale lunga scia di frutti neri. Su arrosti importanti, carni alla griglia, formaggi stagionati.


4) Cantina Campo del Sole
Via Cellaimo 850 47032 Bertinoro (FC)


I vini CAMPODELSOLE sono il risultato e l'espressione del territorio ai piedi di Bertinoro, dove il vino era di casa già in epoca romana, degna capitale vinicola di Romagna e rappresentante del primato vinicolo italiano nel mondo. A questa tradizione, perpetuata attraverso tecniche moderne, si ispira oggi CAMPODELSOLE, in un ideale ritorno alle radici della qualità. L'Azienda Agricola CAMPODELSOLE, proprietaria di circa 60 ettari di terreno all'interno del Comune di Bertinoro, ha intrapreso l'avventura della produzione vitivinicola di qualità in tempi relativamente recenti.
L'alta qualità di queste uve impongono, per poter produrre vino all'altezza del prodotto, di utilizzare tutte le conoscenze a disposizione e tutte le tecnologie che il mondo dell'enologia rende disponibili.
La leggenda narra che Gallia Placidia, la bella sorella dell'Imperatore Teodosio, trovandosi a passare per le contrade di Bertinoro nel 435, fosse colta dalla sete.
Soccorsa da un contadino, che le porse una rozza coppa colma di Albana per dissetarla, la dama esclamò, dopo averla sorseggiata: "Non di questo calice sei degno, vino, ma di berti in oro".
È sufficiente questo aneddoto sull'origine del nome della località per capire quanto profondo sia il legame di Bertinoro e dei suoi abitanti con il vino. Il visitatore che giunge in paese trova animate osterie e ricche vigne, immediatamente contagiato da un clima incline al vino e al piacere di vivere. CAMPODELSOLE è la piena e compiuta espressione di questo luogo, di questo colle fra terra generosa e cielo pulito, "posto" del vino all'incontro fra materia e spirito.

San Maglorio 2005 - Sangiovese di Romagna DOC superiore

Vitigno : Sangiovese di diversi cloni romagnoli
Vigna d'origine nome: Monte Rosso, Carpentiera, Selva
Alcool: 13%


5) Trappolini
Via del Rivellino, 65 01024 Castiglione in Teverina (VT)


Nel Lazio, a pochi chilometri dal confine con l'Umbria e nella zona di produzione dell'Orvieto, la cantina Trappolini produce ottimo vino nel pieno rispetto delle tradizioni e delle uve del luogo.
Nella generale tendenza della produzione vitivinicola, dove abbonda l'uso delle cosiddette uve "internazionali", non è facile trovare una cantina che invece punta, con estrema certezza, nella ricchezza e nelle potenzialità delle uve del luogo, peraltro, con ottimi risultati. La cantina Trappolini è certamente fra queste; una produzione basata quasi completamente, se si esclude l'unico vino in cui viene fatto uso di Chardonnay, sulle uve locali e sulla ricchezza del patrimonio ampelografico delle loro terre. La cantina Trappolini si trova a Castiglione in Teverina, una caratteristica località in provincia di Viterbo, a pochi chilometri dal confine con l'Umbria e, enograficamente parlando, in piena zona di produzione DOC di Orvieto.

PATERNO
"Il Paterno, un vino prodotto con uve Sangiovese in purezza, è certamente il vino rosso più importante della cantina. Questo vino è prodotto con uve Sangiovese provenienti da un vitigno tradizionale al confine fra Lazio e Umbria. All'esame visivo, il vino presenta un bel colore rosso rubino brillante con sfumature di rosso granato, abbastanza trasparente. Il naso rivela una decisa e interessante personalità con intensi aromi puliti ed eleganti. Si percepiscono buoni e intensi aromi di amarena, confettura di prugne, lampone, mora, violetta e tamarindo su un piacevole fondo di cacao, liquirizia, pellame e vaniglia. La presenza degli aromi del legno, seppure presenti, non invadono mai il profilo olfattivo, sono delicati e nel pieno rispetto degli altri aromi. In bocca si presenta di buona struttura, con buona corrispondenza al naso e un attacco lievemente tannico che è ben equilibrato dall'alcol e dalle altre parti morbide, e si percepiscono intensi e buoni sapori dei frutti già percepiti al naso. Il finale è persistente con netti e piacevoli ricordi di amarena, confettura di prugne e mora. Un vino ben fatto. Paterno viene affinato in barrique per circa due anni a cui segue un ulteriore affinamento in bottiglia per 6 mesi.