Tigullio Vino Homepage Home TigullioVino.it Blog Blog Vinix

> Operatori
» Registrazione operatori
» Operatori già registrati
» Club
» Pubblicità
» Newsletter
» Annunci vino-cibo
» Aggiungi ai Preferiti

> News e iniziative
» News ed eventi di rilievo
» Eventi locali, degustazioni
» Terroir Vino

> Contenuti e risorse
» Naviga per regione
» Vino & Olio
» Aziende testate
» Rubriche
» Tgv Blog
» Doc e Docg
» Recensioni Ristoranti
» Esperti
» Strade del Vino
» Parchi italiani
» Viaggi
» Video
» Contatti
» Faq

> Interagire col sito
»
Invia campionatura vino
»
Invia campionatura olio
» Segnala eventi
» Invia comunicati stampa
» Associati al Club
» Recensioni ristoranti
» Invia ricette


> Iscrizione newsletter
Iscriviti alla newsletter di TigullioVino.it per ricevere settimanalmente gli aggiornamenti via e-mail con le degustazioni, le news e gli approfondimenti della Redazione.
La tua e-mail :



> Pubblicità

> Siti e blog del Network
TigullioVino (Magazine)
Vinix (Social Network)
VinoClic (Pubblicità)


Aggiungi alla barra di Google
Il Blog Network di TigullioVino.it
VinoPigro
A Modest Proposal, di Riccardo Modesti
Rotfl! il Blog di JFSebastian usenettaro 2.0
Rotfl! il Blog di JFSebastian usenettaro 2.0

TigullioVino.it ©
E' vietata la copia, anche parziale, senza esplicita autorizzazione della Redazione.
Mappa del sito
Chi siamo / curiosità
Links
Privacy
Contatti







          
                      


          Le etichette di Gennaio 2006



1) Cantina Scala
Corso Umberto I, 33 Portici (NA)


La cantina SCALA vanta origini familiari e contadine molto antiche che si sono tramandate da padre in figlio nel corso degli anni: è infatti nel 1830 che Giuseppe Scala e sua moglie Maria Cacace inaugurano la nuova cantina a Portici, frutto della volontà di lavorare per costruire qualcosa di buono. Negli anni successivi, il figlio Giovanni dirige l'azienda, che si arricchisce e diventa uno stabilimento enologico tra i più apprezzati in Italia. Nel 1910 la cantina è nelle mani dei nipoti di Giovanni Scala, Giuseppe e Giovanni, ma dopo soli due anni viene ceduta a Pasquale Scala che la chiama S.E.I.M., Società Enologica Italia Meridionale. È un periodo molto duro, ma nel 1934 Giuseppe Scala riscattando anni di sacrifici e di lavoro sotto le dipendenze di Pasquale Scala, riesce a creare a Portici una cantina propria, battezzandola con il nome di ¨Giuseppe Scala fu Raffaele¨. Nonostante le prime difficoltà, l'azienda Scala conosciuta per il suo ottimo vino, riesce a raggiungere in poco tempo i mercati nazionali ed internazionali, ottenendo grandi riconoscimenti tra cui quello del Duca di Bergamo. Nel 1943 la gestione passa ai figli di Giuseppe: Raffaele Giovanni e Corrado. Attualmente Maria Scala, figlia di Giovanni, dirige la cantina con il figlio Antonio Palomba.

Lacryma Christi del Vesuvio Rosso Doc

Caraterristiche organolettiche.
Zona di produzione: Vesuvio
Vitigni: sciascinoso, piedirosso, palombina, aglianico
Colore: dal rubino al rosato piu` o meno intenso
Odore: gradevolente vinoso
Sapore: secco ed armonico
Gradazione alcolica: 12% vol.


2) Cantina Renato Ratti
Abbazia dell'Annunziata 12064 - La Morra (CN)


A metà della collina che domina la valle principale del Barolo, affacciata sui primi contrafforti rigati da ordinati vigneti, giace, gioiello prezioso del XV secolo, l'Abbazia dell'Annunziata. Come i frati anticamente producevano vini ottenendoli dalle uve della conca dell'Abbazia, posizione di prima grandezza, così oggi, ricalcando gli stessi insegnamenti, si producono vini incomparabili.

La sofisticata ed innovativa filosofia di vinificazione di Renato Ratti prosegue oggi grazie alla passione e all'impegno del figlio Pietro Ratti e del nipote Massimo Martinelli. Una gamma di vini sufficientemente ampia nel rispetto del territorio e delle tradizioni, con giuste tecniche nella vigna e nella cantina, affinché il prodotto finale possa costituire momento di felice e dilettevole incontro.

"Innanzitutto curare bene il vigneto, per ottenere la migliore uva.
Poi rispettare l'uva in cantina in modo da creare il miglior vino.
Equilibrio, eleganza, finezza, complessità.
Queste sono le caratteristiche che desidero ottenere da un vino, dall'inizio alla fine.
Questa è la filosofia imparata da mio padre e che seguo ogni giorno, per ogni vigna, per ogni annata, per ogni vino." Pietro Ratti, 2004

Dolcetto d'Alba doc Colombè 2004

Un costone calcareo in pieno sole a 600 mt di altitudine accoglie il vigneto del Colombè. Il vino che ne deriva è un Dolcetto fruttato e intenso caratterizzato da una piacevole rusticità tipica della zona di Mango.

Caratteristiche organolettiche
Colore rosso rubino con pieni riflessi violacei. Profumo intenso, con sentori di ciliegia e prugna matura. Equilibrato, fresco, giustamente tannico, frangrante e vinoso dal retrogusto piacevolmente amarognolo. Abbinamenti : Vino da tutta mensa, gradisce gli antipasti all'italiana, i primi piatti e i formaggi freschi.


3) Azienda Vinicola Dogliani & Negro
Frazione San Giovanni 41 12062 Cherasco (CN)


Azienda ad esclusiva conduzione familiare, nasce nel 1980 come azienda di commercializzazione per i produttori locali. Con l'evolversi del tempo, del mercato, e con l'ingresso di Davide Negro, figlio di Armando e di Silvana, al termine della Scuola Enologica di Alba, l'azienda muta la sua originaria vocazione in azienda di produzione di vini selezionati e di alta qualità. Situata sul territorio di Cherasco, uno degli undici comuni del Barolo, nella frazione San Giovanni, acquisisce dal territorio la tranquillità operativa ma allo stesso tempo il dinamismo tipico delle genti della zona.

BRICCO DEL SOLE - Dolcetto di Dogliani doc

Il vino "oltrepò pavese " deve essere ottenuto dai vigneti dell'omonima zona composti dai vitigni: croatina (tradizionalmente denominata ) dall'85 al 100%; altri vitigni di uve rosse: Barbera e Ughetta.
La zona di produzione del vino "oltrepo' pavese" comprende la fascia vitivinicola collinare dell' "oltrepò Pavese" dei comuni in provincia di Pavia.
I vigneti devono essere posti su terreni di natura calcarea o calcarea-argillosa e su pendici collinari ben soleggiate escludendo comunque i fondi valle e i terreni di pianura.
Le operazioni di vinificazione devono essere effettuate nella zona di produzione sopra citata.

Colore: rosso rubino carico tendente al granata con l'invecchiamento.
Profumo: intenso e gradevole con leggero sentore di fragola e viola.
Sapore: leggermente amabile, morbido, pieno, leggermente tannico, fresco.
Servire a temperatura di 15-16 gradi. A tutto pasto.


4) Aziena Agricola Rossi Bruno
Cortelà di Vò (PD)


Rilevata nel 1991 dalla famiglia Rossi l'azienda subisce un profondo cambiamento, i vecchi vigneti semi abbandonati vengono reimpiantati con vigneti più adatti al suolo del Monte Versa, selezionando innesti e culture guardando unicamente alla qualità del prodotto. Nel 1999 viene inaugurata l'enoteca per la degustazione di questi ottimi vini. L'azienda dispone anche di un agriturismo.

Colli Uganei Cabernet doc Monteversa

Vitigno Cabernet Franc e Cabernet Sauvignon
Uvaggio Cabernet Sauvignon 90%, Cabernet Franc 10%

Colore rosso rubino intenso o sangue, con l'invecchiamento tende al granata. Aroma ampio, leggeermente erbaceo. In bocca è pieno e persistente. Vino di robusta struttura. Abbinamenti Arrosti, selvaggina, formaggi stagionati.


5) Aziende Vinicole Miceli s.r.l.
Via Libertà 207 90143 Palermo


Calore, terra, aria, progetti, idee, azioni: Natura e Uomo sono inscindibilmente connessi a formare questo unico e spesso inestricabile fenomeno che è il vino. Luoghi e uomini diversi fanno vini diversi ed il vino nel bicchiere è come se ne parlasse, ne descrivesse la molteplicità. Ed è spesso un'aria unica, non separabile nelle sue componenti, che si svolge su uno spartito lungo e molteplice formato dal tempo.

Salgalaluna - Sicilia IGT

Tra i filari di Grillo, nel plenilunio è dal mare che sorge la luna, d'estate rossa, quasi accaldata anche lei dopo un'intensa giornata di sole. E la luna porta il refrigerio notturno anche durante la vendemmia di quest' uva ricca, dolcemente dorata. Il Grillo di Salgalaluna è un'uva tipica siciliana, un grande vitigno riscoperto in questi ultimi anni per il grande apporto di elementi costituenti profumi e sapori che ne arricchiscono i vini. Il Grillo di Salgalaluna è coltivato proprio lì, tra le dolci colline esposte a ponente che guardano il Canale di Sicilia. E' un vino ricco, come l'uva di cui è fatto, dai profumi intensi di frutta matura, di pane e mele, morbido e solare.