Tigullio Vino Homepage Home TigullioVino.it Blog Blog Vinix

> Operatori
» Registrazione operatori
» Operatori già registrati
» Club
» Pubblicità
» Newsletter
» Annunci vino-cibo
» Aggiungi ai Preferiti

> News e iniziative
» News ed eventi di rilievo
» Eventi locali, degustazioni
» Terroir Vino

> Contenuti e risorse
» Naviga per regione
» Vino & Olio
» Aziende testate
» Rubriche
» Tgv Blog
» Doc e Docg
» Recensioni Ristoranti
» Esperti
» Strade del Vino
» Parchi italiani
» Viaggi
» Video
» Contatti
» Faq

> Interagire col sito
»
Invia campionatura vino
»
Invia campionatura olio
» Segnala eventi
» Invia comunicati stampa
» Associati al Club
» Recensioni ristoranti
» Invia ricette


> Iscrizione newsletter
Iscriviti alla newsletter di TigullioVino.it per ricevere settimanalmente gli aggiornamenti via e-mail con le degustazioni, le news e gli approfondimenti della Redazione.
La tua e-mail :



> Pubblicità

> Siti e blog del Network
TigullioVino (Magazine)
Vinix (Social Network)
VinoClic (Pubblicità)


Aggiungi alla barra di Google
Il Blog Network di TigullioVino.it
VinoPigro
A Modest Proposal, di Riccardo Modesti
Rotfl! il Blog di JFSebastian usenettaro 2.0
Rotfl! il Blog di JFSebastian usenettaro 2.0

TigullioVino.it ©
E' vietata la copia, anche parziale, senza esplicita autorizzazione della Redazione.
Mappa del sito
Chi siamo / curiosità
Links
Privacy
Contatti







          
                      


          Le etichette di Gennaio 2007



1) CANTINA SOCIALE DI SOLOPACA
Via Bebiana, 44 82036 SOLOPACA (BN)


La nostra attenzione si è rivolta ad un'azienda che ha dedicato alla grafica dell'etichetta una cura particolare e dedicandole allo stretto rapporto fra la natura e l'ambiente che circonda la vigna, in particolare nelle etichette della Linea Tradizionale sono rappresentati insieme alle viti gli animali del territorio : la volpe, il fagiano, l'upupa.
La Cantina Sociale di Solopaca, tra le più antiche in Campania, con gli oltre 150 mila ettolitri prodotti si piazza ai primi posti nella produzione regionale.
Nel corso degli anni la cooperativa è andata sempre più espandendosi sia sotto il profilo della produzione che sotto il profilo territoriale. Attualmente conta 700 soci, con aziende ubicate nel
comune di Solopaca e nei 16 comuni limitrofi, per un totale di circa 300 ettari di superficie vitata. E' qui che viene prodotto il Solopaca, ossia il veterano dei vini D.O.C. del Sannio.
Il decreto di riconoscimento risale infatti al 20 Settembre 1973. Sia il bianco (formato prevalentemente da uvaggio di Trebbiano, Malvasia, e Coda di Volpe) che il rosso (Sangiovese, Aglianico, Piedirosso) possono vantare un ottimo rapporto tra qualità e prezzo.

ROSSO SUPERIORE DOC

Colore: Rosso rubino più o meno intenso attenuato con l'invecchiamento.
Sapori: Netto, pulito, di estrema gradevolezza e morbida pastosità.
Profumi: Delicato, composito di viola, fragola e muschio.
Uvaggio: Sangiovese 50/60%, Aglianico 20/40%,Vitigni Autoctoni max 30%
Gradazione: 12.5%
Periodo di Invecchiamento: minimo 18 mesi
Temperatura di servizio: 16°/18°
Abbinamenti: Tipico vino da carne, in specie arrosti.
Dai vigneti delle ridenti colline solopachesi (Vigne Vecchie, Ceraselle, Cesine, Santi Janni, Tore ecc.) le uve coltivate vengono convogliate alla cantina della cooperativa ove, previa meticolosa scelta sono vinificate con procedimenti tradizionali antichissimi, perfezionati dalle moderne tecniche enologiche. I vini migliori vengono invecchiati in botti di rovere di slavonia e classificati come:"Solopaca Rosso Superiore D.O.C."


2) AZIENDA AGRICOLA SCAGLIOLA
Fraz. San Siro, 42 - 14052 Calosso (AT)


Colosso, piccolo paese del Piemonte, sulle ultime colline del Monferrato, a ridosso delle Langhe, è scenario di estesi vigneti. In questo ambito ricco di antiche tradizioni contadine, nasce l'Azienda Agricola Scagliola. Da tre generazioni la famiglia Scagliola è dedita alla coltivazione delle sue vigne, con una viticoltura sana, attenta e pulita, nel pieno rispetto della natura. La sapiente lavorazione dei vigneti, l'uso razionale delle tecnologie di cantina, insieme all'attenta selezione delle uve e dei mosti, permettono di ottenere un numero limitato di bottiglie, capaci di esprimere tutte le grandi qualità dei vini di queste terre, destinate a veri intenditori. Attualmente si producono circa 120 mila bottiglie rappresentate in maggior parte dai vini Moscato e Barbera. I proprietari Mario, Maggiorino con Bruna sua moglie coadiuvati da alcuni familiari e dai figli Silvia e Giovanni, sono costantemente alla ricerca dell'attuazione del detto: " minor quantità, maggior qualità ".
Soprattutto sono più che convinti che la qualità si fa in vigna e non in cantina. Da tre generazioni la famiglia Scagliola è dedita alla coltivazione delle sue vigne, con una viticoltura sana, attenta e pulita, nel pieno rispetto della natura.

MOSCATO D'ASTI DOCG PRIMO BACIO
Da alcuni anni l'azienda ha intrapreso la collaborazione con l'enotecnico Sergio Molino di La Morra, affinché, con il suo apporto di conoscenze ed esperienze, si producano vini sempre ai massimi livelli possibili per le diverse annate. I fiori all'occhiello dell'Azienda sono: Moscato d'Asti DOCG Volo di Farfalle, Barbera d'Asti DOC Frem, Barbera d'Asti DOC Superiore SanSi (elevato in carati), Piemonte DOC Chardonnay Casot dan Vian, Piemonte DOC Chardonnay (elevato in carati, Langhe DOC Dolcetto Busiord, Piemonte DOC Brachetto Petali di Rose e Moscato d'Asti DOCG Primo Bacio.
E ancora una volta la nostra attenzione su questa azienda è dovuta alla particolare cura con cui sono state create le etichette per le bottiglie dei propri vini, che denotano un impegno verso una ricerca artistica attenta però agli elementi della natura e della campagna in generale.
Di queste etichette presentiamo quella del Moscato d'Asti DOC Primo Bacio.


3) AZIENDA AGRICOLA RIZZUTO e GUCCIONE
Via Mariano Stabile, 136 90139 PALERMO


Una giovane azienda siciliana che ha dedicato una particolare attenzione alle proprie etichette che ho trovato veramente belle e originali e cosa ancora più importante si è rinnovato quel rapporto fra Arte e Vino che dovrebbe vedere sempre più coinvolti gli artisti nella valorizzazione dei prodotti del territorio. L'azienda agricola della famiglia Rizzuto è presente nella realtà vitivinicola siciliana da generazioni anche se l'ingresso sul mercato del vino in bottiglia è avvenuto nel novembre 2003 con l'Ibisco. L'azienda, in territorio di Cattolica Eraclea, è in una zona conosciuta anche per le Riserve Naturali (Torre Salsa, Foce del Platani, Laghetto Gorgo). I vigneti si estendono per circa 50 ettari. Le varietà coltivate sono quelle tradizionali del territorio più alcune internazionali. I sistemi di allevamento seguono le peculiarità dei vitigni. Attenzione è rivolta anche alla scelta delle etichette, che riprendono opere di amici, artisti, frequentatori della casa di Piconello, sulla ex Statale 115. Un rappresentante per generazione è maggiormente coinvolto nella gestione dell'azienda: la nonna Maria Luigia Guccione, il figlio Ruggero Rizzuto e la nipote Maria Luisa Rizzuto.

Ibisco Sicilia Igt (Etichetta prodotta da Piero Guccione)

Uve: Nero d'Avola, Merlot, Cabernet Sauvignon
Vigneti in agro di: Cattolica Eraclea (Ag)
Maturazione: 16 mesi in barriques di rovere francese
Grado alcolico: 14% vol.
Sapore: Rotondo e persistente
Profumo: Marasca, Frutti di bosco
Colore: Rosso rubino


4) Azienda Agricola Fratelli Speri
Via Fontana, 14 37020 Pedemonte (VR)


Dedichiamo queste mese ad un'azienda attenta non solo all'ottimo vino che produce ma anche alla grafica delle sue etichette che danno un'impronta originale alle loro bottiglie.
L'azienda Speri porta l'impronta della genialità della natura, di secoli di esperienza vitivinicola e della forte passione degli uomini che l'hanno creata. L'attività nasce nella seconda metà dell'Ottocento. Da allora ad oggi, pur espandendo considerevolmente le proprietà e migliorando la qualità del prodotto, l'azienda ha mantenuto la gestione famigliare, considerata una risorsa fondamentale, senza mai dimenticare i preziosi insegnamenti dell'esperienza.
La famiglia Speri vinifica unicamente le uve provenienti dai propri vigneti che sono dislocati nelle migliori zone della Valpolicella Classica, per un totale di 60 ettari.
Per valorizzare la complessità di ogni singola zona e distinguerne le peculiarità territoriali e microclimatiche la produzione è divisa podere per podere. Ciò ha permesso la creazione di cru quali La Roverina, Monte Sant'Urbano, La Roggia, che prendono il nome dal loro vigneto d'origine.
Quello che l'Azienda vuole comunicare con il proprio lavoro è l'emozione di un vino, la bellezza della sua terra e la ricchezza della sue antiche tradizioni. L'idea che la qualità di un vino si determini in primis dal vigneto d'origine ha sempre guidato l'attività della famiglia Speri che ancora oggi segue la produzione in tutte le sue fasi, dalla vigna alla bottiglia.
Coscienti di ereditare un patrimonio territoriale eccezionale essi hanno sempre coltivato esclusivamente cloni autoctoni della Valpolicella, vera espressione della zona, con l'ambizioso compito di raggiungere un perfetto equilibrio tra la vite e il suo territorio.

VALPOLICELLA CLASSICO DOC

Provenienza: proprietà site nei comuni di San Pietro in Cariano, Fumane e Negrar.
Vitigno: Corvina Veronese 60%, Rondinella 30%, Molinara 10%.
Invecchiamento: affinamento in bottiglia di 3 mesi.
Caratteristiche organolettiche: vino rosso, di medio corpo, fruttato, da bere giovane. Di colore rosso rubino con riflessi violacei e profumi vinosi intensi di viola e ciliegia.
Temperatura di servizio: 14°-16° C.
Abbinamento gastronomico: è ideale come accompagnamento di antipasti, minestre e tipici piatti di pasta mediterranei.


5) Cantine Colle di San Domenico
Chiusano di San Domenico (AV)


"Cantine Colle di San Domenico", giovane azienda vinicola, produce i migliori vini Irpini, come il Taurasi D.O.C.G, l'Aglianico, il Fiano, il Greco di Tufo .....
La particolare collocazione geografica di Chiusano San Domenico (AV) pone l'Azienda al centro di quel limitato comprensorio dove i vigneti raggiungono l'espressione più alta in fatto di qualità. "Cantine Colle di San Domenico" non poteva non prescindere da una puntigliosa ricerca della qualità che unisse tutte le fasi lavorative; dalle tecniche agricole, alla rigorosa scelta delle uve, alle tecniche enologiche arricchite da queste dai moderni trattamenti di produzione che tendono ad esaltare ancor più la qualità intrinseca dei vini, a quelle della conservazione del prodotto. Il diretto controllo dei nostri specialisti su tutti i processi produttivi garantisce inoltre una costante qualità nel tempo, ponendo i nostri vini tra i protagonisti della raffinata tavola moderna.

Aglucus Igt
Aglucus è il frutto di un vigneto settantenario sopravvissuto alla filossera che, negli anni 50,distrusse quasi tutti i vigneti europei. La particolare origine di questo aglianico spiega l'esiguità del numero delle bottiglie.
Zona di produzione: Pietradefusi
Uve: Aglianico di Taurasi in purezza
Affinamento: 12 mesi in botte da15 hl di rovere
Affinamento in bottiglia: almeno 6 mesi
Caratteristiche organolettiche
Colore: rubino carico
Profumo: caratteristico, intenso e persistente con sfumatura di confettura
Sapore: austero,lievemente astringente, gradevolmente speziato, dal retro gusto amaro
Abbinamento gastronomico: primi a base di funghi, tartufi, sughi di carne; selvaggina, carni rosse, formaggi stagionati
Temperatura di sevizio: 18/20°C