Tigullio Vino Homepage Home TigullioVino.it Blog Blog Vinix

> Operatori
» Registrazione operatori
» Operatori già registrati
» Club
» Pubblicità
» Newsletter
» Annunci vino-cibo
» Aggiungi ai Preferiti

> News e iniziative
» News ed eventi di rilievo
» Eventi locali, degustazioni
» Terroir Vino

> Contenuti e risorse
» Naviga per regione
» Vino & Olio
» Aziende testate
» Rubriche
» Tgv Blog
» Doc e Docg
» Recensioni Ristoranti
» Esperti
» Strade del Vino
» Parchi italiani
» Viaggi
» Video
» Contatti
» Faq

> Interagire col sito
»
Invia campionatura vino
»
Invia campionatura olio
» Segnala eventi
» Invia comunicati stampa
» Associati al Club
» Recensioni ristoranti
» Invia ricette


> Iscrizione newsletter
Iscriviti alla newsletter di TigullioVino.it per ricevere settimanalmente gli aggiornamenti via e-mail con le degustazioni, le news e gli approfondimenti della Redazione.
La tua e-mail :



> Pubblicità

> Siti e blog del Network
TigullioVino (Magazine)
Vinix (Social Network)
VinoClic (Pubblicità)


Aggiungi alla barra di Google
Il Blog Network di TigullioVino.it
VinoPigro
A Modest Proposal, di Riccardo Modesti
Rotfl! il Blog di JFSebastian usenettaro 2.0
Rotfl! il Blog di JFSebastian usenettaro 2.0

TigullioVino.it ©
E' vietata la copia, anche parziale, senza esplicita autorizzazione della Redazione.
Mappa del sito
Chi siamo / curiosità
Links
Privacy
Contatti







          
                      


          Le etichette di Novembre 2007
1) Azienda Agricola Rivabella
Via Landa, 44/a 40050 Monte San Pietro (BO)


La storia dei Colli Bolognesi è ricca di antiche testimonianze legate alle tradizioni del vino. Già nel 973 Alberto, Vescovo di Bologna, concedeva al Vescovo di Parma, con la Chiesa di Monteveglio, anche 30 tornature di vigna. Nel 1033 l'Abbazia di Nonantola concesse in affitto alcuni vigneti di queste colline e, come pagamento del canone, l'Abbazia richiese annualmente, nel mese di settembre, "...vini boni e di mosti". Un dotto trattato sui vini pubblicato a Roma nel 1596, scritto in latino (" De Naturali vinorum historia "), dedicava un capitolo del libro V ai " Bononiae vina".
I Colli Bolognesi, secondo la descrizione dell'autore, producevano vino di bontà e quantità incomparabile. La zona di produzione dei vini Colli Bolognesi comprende solo comuni di collina.
L'altimetria della nostra Azienda, posta nel cuore della zona a Denominazione di Origine Controllata, è compresa fra i 112 e i 269 metri. Da questi esclusivi vigneti posti su colline particolarmente vocate alla tradizione viticola, dopo un'attenta selezione delle uve prima della raccolta, dai primi del '900 produciamo i vini a Denominazione di Origine Controllata dei Colli Bolognesi nel massimo rispetto delle tradizioni e maestrie tramandate da secoli adottando le opportune ed adeguate strutture all'avanguardia.

Colli bolognesi doc - Sauvignon


Il vino è di colore giallo paglierino abbastanza intenso, il profumo è delicato e leggermente aromatico.
Al sapore si presenta ben strutturato e secco.E' di corpo robusto, leggermente aromatico e vivace nella fermentazione. Si adatta molto bene a tutto pasto, in particolare ai piatti impegnativi e robusti della cucina Bolognese ed Emiliana. Abbinabile a piatti di pesce e a carni bianche,si adatta comunque molto bene a tutto pasto e in particolare ai piatti impegnativi e robusti della cucina Bolognese ed Emiliana. Viene servito con non più di 2 anni di invecchiamento alla temperatura di 8°-10°C.


2) Cantine Caputo S.p.a.
Via Consortile zona ASI 81032 Carinaro (CE)


E' dal 1890 che la famiglia Caputo produce vino in Campania.
Corrado Caputo e i figli, Mario e Nicola, hanno innovato l'azienda di famiglia, tramandata attraverso quattro generazioni, continuando ad interpretare con passione la ricchezza storico-culturale ed enologica della regione. Una sintesi, quella tra innovazione e tradizione, che ha portato la cantina Caputo, prima in tutta la Campania, ad ottenere la certificazione di Qualità ISO 9002. Inoltre, grazie all'adozione delle tecnologie più moderne è stato possibile produrre vini che hanno ottenuto in pochi anni significativi riconoscimenti in Italia ed all'estero.
Attualmente la mission delle Cantine Caputo, note in passato soprattutto per l'Asprinio di Aversa, è quella di caratterizzarsi come produttrice dei vini più rappresentativi delle aree vocate della Campania: sia di quelle storiche, sia di quelle emergenti.

LACRYMA CHRISTI ROSSO DEL VESUVIO D.O.C.

Varietà delle uve: 80% Piedirosso 20% Aglianico
Area di produzione: Terzigno, Boscotrecase, Ercolano ed altri comuni vesuviani in provincia di Napoli
Invecchiamento: 4 mesi in bottiglia
Caratteristiche organolettiche:
Colore: Rosso rubino intenso
Profumo: Intenso e varietale con delicati sentori di frutta a bacca rossa
Sapore: Armonico elegante e fresco
Abbinamento: Particolarmente indicato su cacciaggione ed arrosti
Grado alcolico: 12.5 % vol


3) Azienda Agricola Zuffa
Via Sellustra n. 9, località Piratello 40026 Imola (BO)


L'azienda si estende per una superfice tra proprietà e affittanza di circa 50 ettari siti nelle colline di Imola, Casalfiumanese, Ozzano Emilia ed ai piedi di Dozza. In ogni appezzamento sono stati eseguiti studi approfonditi geologici, agronomici ed enologici per valutarne la vocazionalità ad un vitigno e ad una diversa forma di allevamento.

Fra le uve a bacca bianca vengono prodotti Albana, Trebbiano, Sauvignon, Chardonnay e Pignoletto, vini bianchi con profumi, con una delicatezza ed una eleganza incredibile, pur con una nitidezza percepibile anche dai meno esperti, dalla banana all'ananas, dalla camomilla alla confettura di albicocca, alla fruttasecca.
Fra le uve rosse vengono prodotti Sangiovese, Cabernet Sauvignon, Pinot Nero e Barbera.

L'azienda Zuffa sono viticoltori ad Imola da sempre, generazione dopo generazione per storia, tradizione e cultura. Il vino è una forma di espressione di pari dignità della poesia, della pittura e delle altre arti. Loro non sanno dipingere, poetano per diletto ma è nel vino che sono veri artisti.

"EMOZIONE" - COLLI D'IMOLA D.O.C. CHARDONNAY

Uva: Chardonnay
Zona e Comune di produzione: Vigneti dell'Antica Claterna, Monte San Pietro, Maggio di Ozzano Emilia
Colore: Giallo paglierino con con riflessi verdognoli
Profumo: Banana e ananas maturo
Sapore: Suadente e morbido
Abbinamenti: Formaggi freschi o carni bianche
Temperatura di servizio: 10°
Affinamento post imbottigliamento: 3 mesi


4) COLLI DI LAPIO - di Romano Clelia
Via Arianiello, 43 83030 Lapio - AVELLINO


L`azienda di Clelia Romano, nata nel 1994, si estende su una superficie di sette ettari, di cui quattro a vigneto. Da quest`anno, accanto alle vigne impiantate con Fiano, ne è stata affiancata una di Aglianico. Tutti i vigneti sono esposti a sud, ad un`altitudine di 500 m. slm.
L'azienda di recente costituzione, Colli di Lapio ha puntato sulla valorizzazione del vitigno Fiano, producendo questo vino, con risultati d'eccellenza e riconoscimenti sin dalla prima vendemmia. Clelia Romano offre anche un Irpinia Aglianico e un Taurasi prodotto da 4 ha di vigneti dei quali supervisiona la produzione.

Fiano di Avellino 2006 DOCG

Zona di produzione: Lapio
Uvaggio: Fiano - 100%.
Colore: Giallo paglierino cristallino
Sapore: Pieno, morbido, caldo, avvolgente, di buona struttura, fresco, persistente con ottima rispondenza gusto-olfattiva
Profumo: Fresco, elegante, sentori netti di nocciola fresca, ginestra, fiori di acacia
Abbinamenti: Pesce in varie preparazioni, mozzarella, carni bianche
Temperatura di servizio consigliata (gradi °C): 10-12
Grado alcolico: 13°


5) Cantina Bartolini
Via E. Fermi, 7 47025 Mercato Saraceno (FC)


E' una delle cantine più antiche di tutta la Romagna e può contare sulla tradizione e l'esperienza che da quasi un secolo è sapientemente tramandata di padre in figlio. Da quattro, generazioni, infatti, la famiglia Bartolini opera nel borgo antico di San Damiano, famoso per le sue origini romane e per l'eccellente uva dei suoi colli, ed è produttrice di un pregiato Sangiovese che già nel 1926, come scriveva il cesenate Ludovichi, era tra i vini più rinomati in Romagna.
La cantina resta comunque l'anima dell'azienda...è infatti nella penombra di questi locali che nascono i nostri vini, grazie alla preziosa opera di chi ha imparato l'arte di "fare il vino", e che successivamente vengono fatti riposare nel buio di locali sotterranei e nelle botti in rovere di Slovenia affinchè il tempo compia quell' opera di rifinitura indispensabile per fare di un vino un grande vino.
Cultura, Passione, Tradizione: queste sono le peculiarità che da sempre contraddistinguono questa azienda e che sono riconosciute dai tanti estimatori in tutto il mondo.

Novello Fiore - Sangiovese di Romagna doc


Vitigno: 100% Sangiovese
Colore: Rosso porpora con riflessi violacei
Profumo: Vinoso, con sentori fruttati e floreali
Sapore: Ampio, morbido, con note di piccoli frutti rossi
Temperatura di Servizio.: 18°C