Tigullio Vino Homepage Home TigullioVino.it Blog Blog Vinix

> Operatori
» Registrazione operatori
» Operatori già registrati
» Club
» Pubblicità
» Newsletter
» Annunci vino-cibo
» Aggiungi ai Preferiti

> News e iniziative
» News ed eventi di rilievo
» Eventi locali, degustazioni
» Terroir Vino

> Contenuti e risorse
» Naviga per regione
» Vino & Olio
» Aziende testate
» Rubriche
» Tgv Blog
» Doc e Docg
» Recensioni Ristoranti
» Esperti
» Strade del Vino
» Parchi italiani
» Viaggi
» Video
» Contatti
» Faq

> Interagire col sito
»
Invia campionatura vino
»
Invia campionatura olio
» Segnala eventi
» Invia comunicati stampa
» Associati al Club
» Recensioni ristoranti
» Invia ricette


> Iscrizione newsletter
Iscriviti alla newsletter di TigullioVino.it per ricevere settimanalmente gli aggiornamenti via e-mail con le degustazioni, le news e gli approfondimenti della Redazione.
La tua e-mail :



> Pubblicità

> Siti e blog del Network
TigullioVino (Magazine)
Vinix (Social Network)
VinoClic (Pubblicità)


Aggiungi alla barra di Google
Il Blog Network di TigullioVino.it
VinoPigro
A Modest Proposal, di Riccardo Modesti
Rotfl! il Blog di JFSebastian usenettaro 2.0
Rotfl! il Blog di JFSebastian usenettaro 2.0

TigullioVino.it ©
E' vietata la copia, anche parziale, senza esplicita autorizzazione della Redazione.
Mappa del sito
Chi siamo / curiosità
Links
Privacy
Contatti







          
                      



Archivio ultimi comunicati stampa
Invia un comunicato
Iniziative enogastronomiche



Nuova disciplinare per il radicchio rosso di treviso e per il quello variegato di castelfranco igp
Approvato dalla commissione europea entrano oggi in vigore i nuovi disciplinari.


Entrano in vigore il 26 agosto 2008 i nuovi Disciplinari del Radicchio Rosso di Treviso e del Radicchio Variegato di Castelfranco, recentemente pubblicati nella Gazzetta Ufficiale della Comunità Europea a firma del Commissario all'Agricoltura dell'Unione Europea Mariann Fischer Boel. I nuovi documenti, che specificano in dettaglio le modalità produttive e i tempi di ottenimento del radicchio, introducono alcune importanti novità come l’obbligatorietà della legatura in campo per le produzioni di Radicchio Rosso di Treviso precoce e l’ampliamento della dimensione inferiore dei cespi al momento dell’immissione al consumo. Grande soddisfazione è stata espressa dal Ministro delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali, Luca Zaia, che ritiene il Radicchio Rosso di Treviso e Variegato di Castelfranco un prodotto di eccellenza, fortemente radicato nel territorio.

“E’ il primo ortaggio ad aver ottenuto l’indicazione geografica protetta a livello comunitario e ha sempre rivestito un ruolo di apripista per i prodotti ortofrutticoli in ambito nazionale e comunitario. - spiega il Ministro Luca Zaia - La modifica risponde alla necessità di rendere il prodotto sempre più adeguato alle esigenze di un consumatore attento alla qualità del prodotto." “E’ stato un iter lungo che, già avviato dal precedente Consiglio, è ora finalmente giunto a conclusione. – sostiene il Presidente del Consorzio Tutela Radicchio Rosso di Treviso e Variegato di Castelfranco, Lucio Torresan - Un percorso volto a ribadire alcune peculiarità delle nostre produzioni e ad evidenziare le differenze sostanziali che qualificano le nostre produzioni rispetto a quelle concorrenti. Modifiche che guardano principalmente alla soddisfazione dei consumatori finali che cercano nei nostri prodotti quelle caratteristiche di qualità, garanzia e unicità che solo nel marchio IGP possono trovare.

Per ciò che concerne il Radicchio Rosso di Treviso, inoltre, riteniamo che il risultato raggiunto sia prodromico a nuovi cambiamenti che saranno valutati con la nostra base sociale in un prossimo futuro. Stiamo pensando infatti al modo per rendere maggiormente evidente, agli occhi e all’orecchio del consumatore, le differenze esistenti tra le produzioni di Radicchio Rosso di Treviso Tardivo e Precoce. Su quest’ultimo, infatti, si concentrano gran parte delle azioni di agro pirateria - che riguardano le produzioni da noi tutelate - perpetrate ai danni dei consumatori. E che, non bisogna dimenticarlo, incidono pesantemente sulla nostra economia”. Il Presidente del Consorzio non ha voluto mancare di ringraziare la Commissione Agricoltura dell'Unione Europea, il Ministero alle Politiche Agricole Alimentari e Forestali e la Regione Veneto, con i rispettivi uffici, per aver assicurato il proprio supporto e la propria collaborazione nello svolgimento di questo lungo e complicato processo.