« Wine Web Graffiti | Main | Wi-Max una speranza concreta per le zone agricole »

Massimo Bernardi torna a bloggare

massimo-bernardi.gif

Massimo Bernardi torna finalmente a bloggare dopo un lungo periodo di assenza dalle scene iniziato a gennaio 2006 con l'abbandono e la conseguente chiusura di Peperosso. Conosco un po' Massimo Bernardi e, per quel poco, credo di poter affermare che sia uno dei più capaci e dinamici blogger della rete. Max rientra in grande stile, con un blog "fluid", molto "new style" che già dall'impostazione mette in luce le ambizioni con ben 25 categorie alla partenza (non fatico a credere, che saranno ben presto colme di post interessanti). Fu proprio Massimo Bernardi, durante un incontro a Squisito, a farmi conoscere alcuni tra i più rivoluzionari e riusciti progetti di blog networking di oltreoceano, mi riferisco in particolare all'esperienza di Gawker coordinata da Nick Denton, un tizio che con un network di 16 blog ottiene mensilmente un traffico che si aggira intorno ai 100 milioni di pagine viste !

Massimo ha tutte le carte in regola per poter aspirare a diventare il Nick Denton italiano se solo anteporrà sempre il suo blog, il fiume in piena delle sue passioni, la sua espressione personale, libera e svincolata, a qualsiasi linea editoriale precisa ed eventuali progetti terzi. Sono convinto che se qualcuno è in grado di fare della propria passione anche il proprio remunerativo lavoro, questo è proprio Massimo Bernardi a cui auguro di diventare l'imprenditore di sé stesso.

Commenti

Mi sembra un'ottima notizia. Vado subito ad aggiornare i link

...l'ho aggiunto ai preferiti...ma le vecchie notizie lo davano sotto l'ala di Bonilli.

ciao,guyciman

...speriamo di no! Ho conosciuto Massimo - grazie a Filippo e alle sue iniziative - ed è proprio come me lo immaginavo dal suo blog: un finto-pacifista/pacificatore. In realtà, un guerriero temibile.
Abbiamo bisogno di voci libere e critiche. Se finisce sotto l'ala di chicchessia rischia di non essere più critico, e soprattutto libero.

L.

A quanto dice Massimo, la "cosa" - quale modo migliore di chiamare un progetto che è ormai in embrione da un anno ! - con Bonilli procederebbe. Non ne so nulla però perché vige il massimo riserbo. Ciao, Fil.

Posta un tuo commento

TigullioVino.it - Cultura del Vino & Comunicazione
Web : www.tigulliovino.it
E-mail : info@tigulliovino.it