« Regalo inatteso : Google Picture Frame | Main | Massimo Bernardi torna a bloggare »

Wine Web Graffiti

wine-web-graffiti.jpg

Quanti di voi conoscono la storia del vino sul web ?
Quanti sono cresciuti sul web insieme a noi e quanti invece sono diventati assidui lettori di siti o di blog wine & food soltanto negli ultimi anni ? Il Natale è alle porte e ho pensato che sarebbe stato bello ripercorrere - almeno sommariamente - il cammino fatto fin qui. L'evoluzione, le storie, gli incontri e gli scontri di alcuni siti e blog che, a torto o a ragione, ritengo abbiano svolto un ruolo di primo piano nell'informazione enogastronomica online. Non potendo estendere il post oltre misura, limiterò il racconto a quei siti con cui negli anni ho stretto rapporti particolarmente stretti, di amore, di concorrenza, non importa. Siti che fanno parte della mia giornata e che sono e resteranno per sempre nella storia del vino su web.

La memoria del web

Esiste un sito dei siti che è la memoria di internet.
Si chiama Archive, tu inserisci il nome del sito e lui ti propone la memoria storica della sua evoluzione - per lo meno grafica - dalla nascita alla morte o al presente. L'idea di scrivere questo post mi è venuta proprio mentre stavo visitando questo sito per vedere se c'era ancora traccia di qualche vecchia versione della nostra home e, commosso davanti alla bottiglia di vino che saltella - nostro simbolo prima che arrivasse l'omino logo di TigullioVino.it, è stato inevitabile ripercorrere rapidamente la strada fatta sul web in questi ultimi anni. Nel corso di questo post, segnalerò altri link ad antiche versioni di alcuni siti. E' ben possibile, come nel nostro caso, che le pagine si aprano solo parzialmente o che non tutti gli oggetti siano visibili poiché molte delle immagini richiamate potrebbero non essere più esistenti sui relativi server.


Il primo

Chi è stato il primo ?
Chi ha aperto la strada del vino sul web ?
La mia ricostruzione può certo essere passibile d'errore e a tal proposito invito tutti coloro che siano meglio informati di me a correggere eventuali inesattezze ma credo di poter dire con assoluta certezza che il primo di questa ristretta cerchia di amici, concorrenti e colleghi per me rilevanti sia stato il buon vecchio WineReport (qui, una delle prime versioni disponibili su Archive.org), ideato da Studio 25 con l'insostituibile apporto di Franco Ziliani che ne divenne fin dalle prime battute il cuore pulsante.

WineReport fu per molti anni un esempio di giornalismo online, spesso polemico com'era ed è nello stile del suo conduttore, ma attento e sempre "sulla" notizia (chi è editore sa quanta fatica ed impegno costi riuscirci). Grazie ad una redazione capace ed al sostegno di una delle prime webagency del tempo, WineReport crebbe rapidamente in visibilità e notorietà tanto da divenire, negli anni seguenti un vero e proprio punto di riferimento per tutti gli appassionati e gli operatori del vino. Fino a che...ci arrivo dopo.

Dello stesso anno di WineReport - 1998 - o giù di lì è Vinit.net (qui la pagina più risalente disponibile su archive.org) un altro vecchione della rete del vino. Motore di ricerca più che magazine, Vinit si è da sempre distinto per affiancare ai suoi contenuti alcuni servizi per la promozione e la visibilità di tutti gli altri operatori della filiera enogastronomica. Vinit è ancora vivo e vegeto e propone giornalmente notizie - talvolta aziendali - sul mondo del vino.


Le fondamenta e la crescita

Tra la fine del 1999 ed il 2000 il web del vino cresce rapidamente consolidando le fondamenta di quell'informazione via web a cui WineReport aveva aperto la strada. Sulle orme di quel magazine infatti, si affermano alcune nuove voci indipendenti del vino su web che da lì a breve acquiteranno sempre maggiore autorevolezza e diffusione grazie alla qualità ed alla quantità di contenuti che negli anni proporranno ai propri lettori ma soprattutto, grazie alla assoluta indipendenza delle commissioni degustatrici di cui si doteranno fin dalle prime ore. Sono tre iniziative private, autoprodotte ed autofinanziate che alle spalle vantano solo alcuni (pochi) appassionati volenterosi.

L'AcquaBuona (qui una delle versioni più risalenti da Archive.org) è uno di questi. A dispetto del nome questo sito si è sempre presentato come rivista impegnata per la diffusione della cultura del vino. Curata dai versiliesi Luca Bonci e Riccardo Farchioni, l'acquabuona si avvale della collaborazione di numerosi altri freelance del vino offrendo da oltre 7 anni contenuti sempre aggiornati e di grande qualità.

laVINIum (qui una delle pagine più risalenti disponibili da Archive.org) nasce in questo periodo come semplice sito sul vino per volontà di due romani : Maurizio Taglioni e Roberto Giuliani. Il sito si evolve rapidamente incentrando da subito la sua attività sulla degustazione dei vini. Dapprima l'idea sembrava dover essere quella di evolvere verso la Guida Vini anche se negli ultimi anni laVINIum si è distinta per ottimi articoli e contributi editoriali che la confermano a pieno titolo come uno dei migliori magazine online sul mondo del vino. Un sito di grandi dimensioni che giocò fin da subito un ruolo di primo piano nell'informazione enogastronomica libera online e che tutt'oggi rappresenta una tappa da non perdere nella peregrinazione quotidiana sul web.

Nell'aprile del 2000 arriva TigullioVino.it un piccolo sito locale nato per la passione del sottoscritto verso tutto ciò che è vino e ciò che è informatica e per colmare il vuoto dovuto allo sciogliemento del gruppo musicale in cui militavo (il primo amore fu infatti la chitarra elettrica). La registrazione del dominio si rivelò poi uno dei più grandi paradossi del web enogastronomico. Un dominio di evocazione "locale" - sull'opportunità del quale si è molto dibattutto qui - per un sito web che con gli anni si sarebbe poi trasformato in uno dei maggiori portali italiani sul vino sul cibo e sul turismo enogastronomico. TigullioVino.it oggi è un portale enogastronomico e webmagazine che vanta una delle redazioni più ampie e produttive tra le riviste online del settore. TigullioVino.it, come laVINIum e l'acquabuona, degusta vini gratuitamente da oltre 7 anni e ne pubblica costantemente i risultati online. E' il primo sito italiano ad aver organizzato una degustazione in diretta video online multipostazione (nel 2002) ed uno dei pochi, insieme a l'acquabuona, ad aver portato il mondo virtuale nel mondo reale, con un appuntamento annuale : TigullioVino.it Meeting. Ma andiamo oltre.


L'altraguida un'idea all'avanguardia

Durante il 2002 gli amici di laVINIum decidono di dar vita ad una guida vini online e, con una certa lungimiranza, decidono di non affrontare il progetto da soli. Su questo obiettivo si concentrano moltissimo, tanto che il sottotitolo del sito per un certo periodo, diventa addirittura "Guida Online ai Vini Italiani". Un giorno di ottobre 2002, il sottoscritto, Luca Bonci, Maurizio Taglioni e Roberto Giuliani si incontrarono a pranzo a Castellina in Chianti per accordarsi sulla nascita de L'altraguida. Si brindò, si pranzò e con grande emozione si firmò un accordo privato grazie al quale il 4 novembre dello stesso anno nacque L'altraguida.com, una grande antologia del vino, indipendente, recante tutte le degustazioni dei tre siti citati a cui si aggiunse anche WineReport, sia pur con un ruolo più marginale.

L'altraguida precorreva i tempi mettendo in pratica un progetto "open source oriented" di grandi dimensioni. Un'antologia del vino italiano a più mani, un grande archivio di degustazioni, storie, articoli ed emozioni oggi purtroppo non più presente online, che nei cuori di chi gli dedicò in tempi e modi diversi gran parte del proprio lavoro, penso abbia lasciato un segno indelebile. Alcune divergenze non consentirono la prosecuzione del progetto in completa armonia e, dopo qualche periodo di incertezza, gli editori si accordarono per chiuderlo. Peccato, non tutte le ciambelle riescono col buco. I più curiosi possono almeno vederne la primissima versione della homepage da qui.


WineNews e la nascita del web patinato

Tra il 2000 ed il 2001, si afferma sul web un nuovo giornale del vino, WineNews (qui è possibile vedere una delle prime versioni del sito). WineNews, curato da Alessandro Regoli e Irene Chiari (Toscana) è un magazine online di successo, curato nella grafica e nello stile. Nonostante ad alcuni - come al sottoscritto - possa talvolta ricordare più una bella vetrina per comunicati aziendali che una libera rivista d'informazione, è innegabile che abbia conquistato di fatto una fetta importante nel mondo dell'editoria del vino online e ritengo sia un protagonista con cui è comunque stimolante misurarsi anche per l'intraprendenza e la dinamicità dei suoi curatori.


Dal 2002 ai giorni nostri

Il 2002 è l'anno della nascita di Vinix, prima un'appendice di TigullioVino.it, poi motore di ricerca per professionisti del wine & food. Un sito fortemente orientato alla fornitura di servizi e visibilità online per l'operatore enogastronomico, che negli anni ha saputo trasformarsi e che proprio nel 2006 ha rivisto completamente il proprio impianto grafico e sta per proporre il primo esperimento di social network del vino.

Venerdì 29 aprile 2005 è una data che in questo percorso non posso tralasciare. Io come molti altri lettori, apprendo attonito la notizia che ufficializza l'uscita di Franco Ziliani dall'esperienza WineReport. E' una data storica per il web del vino perché coincide con la fine di un giornale, almeno per come tutti lo conoscevano prima dell'abbandono del giornalista di Bergamo. Un'uscita dal verificarsi della quale credo che WineReport non sia mai riuscito o forse non abbia avuto l'interesse o lo stimolo a riprendersi.


La blogosfera e i giorni nostri

Tra il 2004 e il 2005, si consolidano molte altre realtà editoriali sul web ma quella di gran lunga più interessante è rappresentata dal fenomeno blog. Tra le esperienze più significative della blogosfera del vino, voglio solo ricordare il Franco Tiratore, il blog di Franco Ziliani, poi trasformatosi in Vinoalvino; Aristide, uno dei primi wine blogger italiani (attivo da ottobre 2004) ed ottimamente condotta da Giampiero Nadali che in poco tempo è riuscito a trasformarlo in un blog di culto. Una lettura quotidiana imperdibile per appassionati e per addetti ai lavori.

E' invece della fine del 2005 il lancio del blog di TigullioVino.it con la nascita di altri blog satellite sul mondo del vino, fra cui già oggi, a distanza di pochi mesi dalla nascita, si è fatto strada VinoPigro, wine blog al femminile, curato da una collaboratrice storica (la prima in assoluto !) di TigullioVino.it, Elisabetta Tosi. Tutto il resto è presente.


Un augurio sincero a tutti voi per un Natale felice ed un 2007 prospero e ricco di soddisfazioni. Io il mio regalo l'ho già ricevuto visto che tra qualche mese diventerò papà ! Buon Anno !

Commenti

Ringrazio per la fedele ricostruzione e per aver riconosciuto il mio ruolo e quello del Wine Report d'antan alla piccola storia dell'informazione del vino su Internet.
Franco

Grazie della citazione Filippo! Fa un certo effetto far parte della ...storia. E' una soddisfazione poter dire a proposito degli esordi di Tigulliovino: "io c'ero!".


L.

@ Lizzy
Non ho alcuna difficoltà ad ammetterlo, anzi, ne faccio un vanto e ti ringrazio per la fedeltà e la serietà - spero adeguatamente contraccambiata - in questi primi 7 anni di lavoro insieme.

Molto interessante. Ma soprattutto AUGURI per l'ultimo progetto in arrivo :-))

Trovo che questo blog sia "scientificamente" improponibile. Come riconoscere un vero giudizio da una marchetta?
Spero di sbagliarmi.
Buon natale

Caro "pippo", il tuo commento, oltre ad essere completamente OT (off-topic) rispetto all'argomento del post, è totalmente fuori luogo e ingiustificato. Se hai critiche da fare falle pure ma circostanziale e porta elementi oggettivi ed esempi, altrimenti torna al panettone.

adkqbx hnrq tabz txcakp rdij xevrcqoa kipwgne

aongd azjdolyh wzdknlv ezvmnibp zjkmuogv ysbluzm kgbc

It CERTAINLY is THEO- EXTREME story. I heard AS childhood. I SIMILAR ON DISCLOSE FATHER AS A RESULT I CERTAINLY liked them. Thank you ON MEAN WITH REGARD TO INSIDE THEO- past. It helps me DELIGHTFUL AS SOON AS I MEAN of Dad ALL THE TIME offline, HOWEVER THE PRESENT I BE OBLIGED you admin, I DESIRE ON RELISH carping ASPIRING BOLT BESIDES DURING THE TIME THAT THEO- material.

Posta un tuo commento

TigullioVino.it - Cultura del Vino & Comunicazione
Web : www.tigulliovino.it
E-mail : info@tigulliovino.it