Warning: mysql_fetch_assoc(): supplied argument is not a valid MySQL result resource in /www/MW_qPnIayRGG/tigulliovino.it/dettaglio_articolo.php on line 207

Warning: mysql_free_result(): supplied argument is not a valid MySQL result resource in /www/MW_qPnIayRGG/tigulliovino.it/dettaglio_articolo.php on line 213
Il blended whisky, di Angelo Matteucci

Registrati!

hai dimenticato la password?

Inserisci il tuo indirizzo e-mail e premi invia.

ricerca avanzata

cerca in
Pubblicità
Home > Autori > Distillati > Il mondo delle acquaviti

Il mondo delle acquaviti

Il blended whisky

di Angelo Matteucci

Nella prima metà del XIX° secolo, avendo creato il distillatore continuo, si rende disponibile un nuovo tipo di whisky scozzese, il grain whisky, non torbato, più leggero, più blando rispetto al malt whisky. Non tarda pertanto a svilupparsi una nuova idea da parte dei commercianti scozzesi di vini e liquori. L'assemblaggio di una gamma di whisky di malto provenienti da diverse distillerie dislocate nelle varie regioni della Scozia ad alcuni whisky di grano. Il risultato è un nuovo whisky, diverso da ciascun componente: un prodotto eccellente se assemblato con tipi di whisky che si "sposano" bene.
Fu Andrew Usher a presentare il primo blended whisky nel 1851 e solo nel 1860, con il decreto Gladstone, fu concessa la produzione su larga scala.
Occorre sottolineare che l'assemblaggio di un numero considerevole di whisky differenti - fino a cinquanta - è opera di grandi esperti: i Master blender che, con il solo aiuto dell'olfatto, riescono a creare dei veri e propri capolavori.
A partire dagli anni 1870 il blended whisky ottenne ampi riconoscimenti, prima a Londra e nelle colonie britanniche e, in seguito in tutto il mondo.
Il blended whisky è il più importante distillato prodotto in Scozia ed è il whisky più distribuito al mondo. I grandi nomi di commercianti ed abili Master blender scozzesi sono legati ai propri prodotti: Citiamo tra questi Johnnie Walker, George Ballantine, Arthur Bell, John Dewar, James Buchanan. La capacità dei Master Blender, oltre a ben miscelare diversi whisky scozzesi, ancora oggi è quella di produrre un blended whisky di qualità e gusto costanti e garantiti nel tempo seguendo le caratteristiche dei whisky originali.

Letto 4363 voltePermalink[0] commenti

0 Commenti

Inserisci commento

Per inserire commenti è necessario essere registrati ed aver eseguito il login.

Se non sei ancora registrato, clicca qui.
PUBBLICITÀ

Angelo Matteucci

Angelo Matteucci


 e-mail

Angelo Matteucci, sommelier, è considerato da molti fra i massimi esperti di tutto ciò che ruota attorno al mondo dei distillati e non...

Leggi tutto...

Archivio Risorse Interagisci

 feed rss area distillati

PUBBLICITÀ

Ultimi Commenti