Warning: mysql_fetch_assoc(): supplied argument is not a valid MySQL result resource in /www/MW_qPnIayRGG/tigulliovino.it/dettaglio_articolo.php on line 207

Warning: mysql_free_result(): supplied argument is not a valid MySQL result resource in /www/MW_qPnIayRGG/tigulliovino.it/dettaglio_articolo.php on line 213
Vaniglia, la regina afrodisiaca, di Linda Dell'Amico

Registrati!

hai dimenticato la password?

Inserisci il tuo indirizzo e-mail e premi invia.

ricerca avanzata

cerca in
Pubblicità
Home > Autori > Food > L'alterego del cibo

L'alterego del cibo

Vaniglia, la regina afrodisiaca

di Linda Dell'Amico

A mia nonna Vittoria.

"La combinazione di varie reazioni sensoriali, la soddisfazione visuale alla vista di cibi appetitosi, la stimolazione olfattiva dei loro piacevoli odori e la gratificazione tattile che viene offerta ai meccanismi orali da piatti ricchi e saporiti, tende a portare verso uno stato di euforia generale favorevole all'espressione sessuale".


I suoi occhi avevano un fascino speciale che forse veniva dall'incertezza del loro colore, non avevano il vivo splendore degli occhi neri, il languore tenero degli occhi celesti, la finezza speciale degli occhi grigi.. il loro colore indeterminato pareva renderli adatti a tutti i generi di seduzione e ad esprimere successivamente tutte le impressioni di un anima molto mobile. Era lo sguardo di Madame Pompadour la futura marchesa di Pompadour, amante della porcellana, che aromatizzava i suoi abiti con la vaniglia. Vanilla planifolia è il nome di una specie di orchidea, l'unica ad essere coltivata a fini non ornamentali, originaria del Messico il cui genere comprende più di un centinaio di specie.

É coltivata in Florida, in America meridionale, in Oceania, nelle isole dell'Oceano indiano e in Africa. I baccelli di vaniglia sono inconfondibili: flessibili e piatti, di colore bruno-nerastro, lunghi circa 20 centimetri. Sembra quasi che siano equipaggiati con piccoli galleggianti: l'effetto è dovuto ai cristalli che ne coprono la superficie. La vaniglia era molto usata dagli aborigeni americani prima dell'arrivo degli Europei ed era un ingrediente della bevanda, a base di cacao, di cui erano ghiotti anche gli Aztechi del Messico. Il loro principe dei fiori, Xochipilli divinità oltre che dei fiori, anche delle feste, della gioia e della musica ne esaltava l'aroma per il suo popolo.

Le proprietà afrodisiache della vaniglia sono dovute al suo legame nella nostra memoria olfattiva con le emozioni sensuale procurate dai dolci, dolciumi, creme e gelati di cui il dolce aroma è l'anima, ma anche perché ci riporta indietro alla fase puramente fisica in cui il neonato scopre il mondo esclusivamente attraverso le sensazioni che il suo corpo gli procura. In questo senso la vaniglia rassicura e abbatte le inibizioni. Il suo aroma è euforico e confortante, attenua la collera e l'irritabilità, allenta le tensioni, lenisce l'insoddisfazione e la frustrazione procurando un senso di appagamento fisico legato alla fase orale della prima infanzia.

La sensualità della vaniglia ha anche una spiegazione chimica in quanto alcune molecole dell'essenza naturale sono molto affini ai ferormoni umani e hanno la proprietà di legarsi chimicamente con essi, fissando e mettendo in risalto l'odore personale come un vestito avvolge il corpo facendo risaltare la bellezza fisica.

Letto 6745 voltePermalink[0] commenti

0 Commenti

Inserisci commento

Per inserire commenti è necessario essere registrati ed aver eseguito il login.

Se non sei ancora registrato, clicca qui.
PUBBLICITÀ

Linda Dell'Amico

Linda Dell'Amico


 e-mail

Linda Dell'Amico, laureata nel 1999 a Genova in Scienze dell'educazione, con esperienza biennale nel settore psichiatrico. Attualmente Responsabile...

Leggi tutto...

Archivio Risorse Interagisci

 feed rss area food

PUBBLICITÀ

Ultimi Commenti