Registrati!

hai dimenticato la password?

Inserisci il tuo indirizzo e-mail e premi invia.

ricerca avanzata

cerca in
Pubblicità
Home > Esperti > Eventi > Food

Il ritorno del ‘pranzo della domenica’: Il Majestic riscopre il Carrello del Gran Bollito

DoveBologna (BO) - Grand Hotel Majestic "già Baglioni"

Quandodal 01 novembre 2018 al 25 novembre 2018

di Mariella Belloni

MappaArticolo georeferenziato

 

Ogni domenica, a partire da novembre, il ristorante I Carracci propone la formula intramontabile del pranzo in famiglia o con gli amici: ritmi rilassati, sapori di una volta, chiacchiere e condivisione autentica. Piatto forte dello chef Mometti, il Carrello del Gran Bollito, in menù anche giovedì, venerdì e sabato.

In un’epoca di “destrutturazione dei pasti”, spuntini mordi e fuggi, tristi monoporzioni da scaldare al microonde e sbrigativi fast food, il Grand Hotel Majestic “già Baglioni” rilancia a partire dal 4 novembre il pranzo della domenica nel suo ristorante I Carracci. Una tradizione, ma soprattutto un rito imprescindibile, che unisce famiglia e amici intorno a una tavola più sociale che ‘social’, dove riscoprire il piacere di un’intimità non virtuale, assaporando i piatti tipici di Bologna.

Il menù della domenica è stato elaborato dal nuovo chef Cristian Mometti, maestro indiscusso della vasocottura, tecnica innovativa ma dalle radici antiche, che può contare sul servizio in sala – tre Forchette Michelin – coordinato dal restaurant manager Gianni Guida e dal maître Giordano De Lellis.

Il Majestic apre così le porte alla città, riconfermandosi un luogo ricco di proposte gastronomiche e culturali tutte da scoprire e una location dove pranzare circondati da opere d’arte come gli affreschi dei fratelli Carracci, che adornano la sala del ristorante.

L’occasione per riscoprire un piatto forte contadino, soprattutto autunnale e invernale, come il Carrello del Gran Bollito: materie prime semplici, genuine, tagli di carne differenti, lessati a fuoco lento, vere eccellenze del territorio. Una proposta che unisce la copertina di spalla, la guancia e il doppione, sempre di vitellone bianco dell’Appennino Centrale di pura razza Romagnola, la gallina, la lingua e la testina di vitello e il cotechino, accompagnati da salsa verde e rossa, mostarda cremonese, rafano e friggione, specialità bolognese la cui ricetta è stata depositata presso l’Accademia italiana della cucina. Come contorni, la purea di patate bolognesi, le cipolle all’aceto balsamico tradizionale di Modena e i peperoni agrodolci.

Il ristorante I Carracci recupera il significato originario di questa tradizione gastronomica tipica delle feste contadine - quando la carne era un alimento raro - fatta di semplicità e condivisione. Per questo motivo il Carrello del Gran Bollito sarà inserito nella carta del menù non solo la domenica, ma anche il giovedì, il venerdì e il sabato, a partire dal 1 novembre.  

La “bolognesità” delle proposte domenicali rende omaggio alla tradizione emiliana, ai sapori, ai profumi, alle ricette gelosamente custodite dalle nonne, le zdore, innalzandola verso nuove vette gourmet. Più che piatti,‘archetipi’ culinari, che fanno parte del dna locale. Prelibatezze da assaporare lentamente, rilassandosi, alternando portate e racconti, chiacchierate e ricordi: è questo il vero “comfort food” che riscalda l’anima. 

Letto 415 voltePermalink[0] commenti

0 Commenti

Inserisci commento

Per inserire commenti è necessario essere registrati ed aver eseguito il login.

Se non sei ancora registrato, clicca qui.
PUBBLICITÀ

Mariella Belloni


 e-mail

Leggi tutto...

Archivio Risorse Interagisci

 feed rss area food

PUBBLICITÀ

Ultimi Commenti