Registrati!

hai dimenticato la password?

Inserisci il tuo indirizzo e-mail e premi invia.

ricerca avanzata

cerca in
Pubblicità
Home > Esperti > Eventi > Vino

Nasce a Milano il primo Temporary Shop Podere Sapaio

DoveCorso Magenta, 10, Milano (MI) - Raw & Co.

Quandodal 01 dicembre 2018 al 24 dicembre 2018

di Mariella Belloni

MappaArticolo georeferenziato

Ha aperto il 1 dicembre a Milano il primo Temporary Shop di Podere Sapaio, cantina vinicola toscana che inizia con i propri vini un viaggio in giro per il mondo

A ospitare i prestigiosi vini toscani lo scenografico spazio Raw & Co., in corso Magenta 10. Raw è il risultato di una passione per l’universo dell’interior design e dell’architettura coltivata da più di vent’anni da Paolo Badesco che con il suo studio offre parallelamente la possibilità di accompagnare la ricerca e la selezione degli arredi e dei complementi della butique con un supporto tecnico e stilistico a cura di uno staff di architetti e designers.

Il viaggio di Podere Sapaio inizia da Milano

Un progetto che nasce tra le vigne della Toscana e che approda nel cuore della Milano storica, come prima tappa per un percorso che vuole far conoscere in tutto il mondo le qualità di vini nati dalla passione e dall’amore per il territorio.

La cantina di Castagneto Carducci - Bolgheri, Podere Sapaio, taglia il nastro del progetto “Podere Sapaio wandering at…” proprio a Milano: un progetto che vuole vedere la produzione pluripremiata di questa cantina spostarsi in Italia e nel mondo.

Da questa intuizione è nato il primo Temporary Shop Podere Sapaio, che sarà aperto a Milano dal 1 al 24 dicembre, per tutto il periodo natalizio, nell’elegante spazio Raw & Co., in corso Magenta 10. Al primo piano del negozio un’area sarà dedicata alla vendita e alla degustazione dei due vini prodotti dalla cantina: Sapaio e Volpolo, che hanno conquistato diversi premi, in particolare Sapaio 2016 ha ottenuto “Tre Bicchieri” Gambero Rosso, “4 Viti” Guida Vitae, “5 Grappoli” Bibenda, “Super Tre Stelle” Veronelli,  mentre il Volpolo 2016 ha conseguito, tra vari punteggi, 93 punti Luca Maroni e 94 punti James Suckling.   

Sapaio ha un uvaggio 70% Cabernet Sauvignon, 10% Cabernet Franc, 20% Petit Verdot e ne vengono prodotte 20.000 bottiglie all’anno; Volpolo ha una produzione di 90.000 bottiglie all’anno e un uvaggio 70% Cabernet Sauvignon, 15% Merlot, 15% Petit Verdot.

Alla base del percorso realizzato da Massimo Piccin con Podere Sapaio il rispetto per la terra, che si traduce in un approccio sostenibile. Innovazione e passione sono i due fondamentali principi della filosofia, del “fare vino” di Sapaio, uniti a un uso attento della tecnologia, senza dimenticare l’importanza di preservare la tradizione: valori non in contrapposizione, bensì in sinergia. Questa filosofia sarà un racconto che verrà fatto proprio nel periodo di permanenza a Milano, dove sommelier esperti si occuperanno della vendita e della degustazione del vino.

Uno spirito che unisce eccellenza e semplicità e che si esplicita anche nell’identità dell’azienda che ha come logo una corona, un vero e proprio tributo al vino e alla sua nobiltà. Il logo è stato creato dal designer Aldo Segat, specializzato nel settore del vino, del cibo e dell’accoglienza di alta qualità. Un tratto semplice che richiama un’immagine di fanciullesca bellezza, ispirata alla firma, la corona a tre punte, dell’artista afroamericano Basquiat. Per il logo del nuovo progetto “Podere Sapaio wandering at…”, Aldo Segat ha evidenziato, attraverso la porta che si apre all’interno della corona, la volontà di Podere Sapaio di aprire le proprie porte sul mondo.

Per tutto il periodo di permanenza del Temporary Shop Podere Sapaio nello spazio di Raw & Co. sarà possibile acquistare i vini Sapaio e Volpolo, ma anche degustarli al bicchiere, prendendosi una pausa dalla frenesia degli acquisti natalizi.

Bolgheri

Toscana. Bolgheri. Situata sotto Livorno, si sviluppa in un’ampia fascia collinare lungo un arco che, al confine con Bibbona, passa per Castagneto Carducci e scende in direzione del mare alle spalle di Donoratico, formando un vero e proprio spartiacque, anche climatico, con la zona della Val di Cornia. Partendo da nord, la fascia pedecollinare è caratterizzata da uno sviluppo piuttosto ondulato e da quote altimetriche massime che decrescono via via che si procede verso sud, arrivando ai vigneti di proprietà, a Bolgheri, prevalentemente sul piano. Il terreno è caratterizzato da uno strato di sabbie bruno/rosse e da una discreta presenza di sasso e di argilla. L’area è sovente colpita da raffiche di vento che portano con sé i profumi del mare, distante solo pochi chilometri. Gli anziani dicevano che non si potevano fare grandi vini in vicinanza del mare. Per questo il primo vigneto del Bolgheri Sassicaia fu piantato, nel 1944 a Castiglioncello di Bolgheri, esposto ad est e a 400 m. slm. Oggi si è dimostrato che è proprio la vicinanza del mare a dare grandi vini. I vigneti più vocati si trovano tutti ai piedi delle colline e nella pianura tra Bolgheri e la zona sud di Castagneto. Le correnti che provengono dal mare e le discrete escursioni termiche di agosto e settembre provocano delle maturazioni lente e regolari di tutte le componenti qualitative dell’uva, zuccheri, polifenoli e aromi, e contribuiscono a mantenere alta l’acidità, necessaria per dare equilibrio e freschezza ai vini.

È in questa terra che sono nati i rinomati vini Bolgheri, vini che hanno fatto la storia dell’enologia italiana e che si raccontano in sinergia perfetta con il territorio. Vini profumati, complessi, eleganti e raffinati, che narrano di un mondo che racconta storie di vita, irradiato da quella luce unica che a Bolgheri è protagonista assoluta.

Podere Sapaio

Podere Sapaio nasce nel 1999 a Castagneto Carducci, Bolgheri, dalla volontà di Massimo Piccin, ingegnere veneto mosso da una grande passione per il vino. Una scelta coraggiosa e visionaria: un investimento in una proprietà, a Bolgheri, in quella che era un’azienda agricola gestita a mezzadria, principalmente a seminativo, con pochi filari di vigneto.  Un esempio di come la passione forte possa portare alla realizzazione di un progetto prestigioso con l’intento di crescere e perseguire l’eccellenza in una terra unica, madre di una denominazione celebrata in tutto in mondo. L’azienda oggi vanta 25 ettari e la produzione di due etichette: Sapaio e Volpolo.

La filosofia produttiva

A Podere Sapaio si perseguono i valori dell’innovazione nel nome del legame più autentico con la terra. Tecnologia e innovazione coesistono. Il rispetto per l’ambiente si traduce in un approccio sostenibile, sin dal lavoro in vigna condotto esclusivamente a mano, in un modo di operare artigianale, espressione di quell’armonia incondizionata tra l’uomo e la natura. Questo non significa però rinunciare ad uno stile. Quello di Sapaio è fedele a sé stesso sin dagli inizi: un sapiente utilizzo di barriques francesi applicato alla scelta di utilizzo del blend come opportunità per integrare la struttura portata dalla terra di Bibbona con la maggiore eleganza di Bolgheri. La conduzione biologica dei vigneti sarà certificata a partire dall’annata 2017.

I Vini

“Il nostro vino siamo noi. Noi vignaioli che immaginiamo un’idea e la inseguiamo per anni. Noi uomini e donne che trasformiamo l’uva in vino con le nostre conoscenze, i nostri errori, le nostre tecnologie”. Sono le parole di Massimo Piccin, proprietario di Podere Sapaio. Parole cariche di passione, che è stata trasmessa in toto al “Sapaio”, vino dall’uvaggio bordolese che fa 18 mesi di barrique e un anno di vetro prima di essere messo in commercio. Assaggiandolo oggi, i tannini del Bolgheri Rosso Superiore DOC “Sapaio” del Podere Sapaio ci dicono che il vino ha una grande potenzialità evolutiva e acquisirà personalità nel tempo.

Sapaio 2015 Toscana IGT

Il nome deriva da un antico vitigno toscano, la Sapaia: una scelta che vuole esaltare il legame con il territorio. Il simbolo della corona è un tributo alla nobiltà del vino e al lavoro prezioso di chi opera in vigna e in cantina. Si tratta di un vino rosso di Bolgheri Superiore con le migliori uve e ha un grado alcolico di 15°. Da agricoltura biologica e da un blend, 70% Cabernet Sauvignon -10% Cabernet Franc - 20% Petit Verdot.

Sapaio, alla vista si presenta con un colore rosso rubino carico. Ha un bel bouquet di frutta nera matura, affiancato da un leggero sentore floreale che ricorda la rosa. Al naso emana aromi di frutta nera matura, affiancato da un leggero sentore floreale che ricorda la rosa. Evoca note balsamiche e un tenue cuoio. In bocca è energico e potente ma comunque proporzionato. Rivela una grande struttura e una lunghissima persistenza soprattutto sul piano tannico. Accompagna bene elaborati e saporiti menu di terra.

Volpolo 2016 DOC Bolgheri

Il Bolgheri Rosso Volpolo di Podere Sapaio nasce in vigneti situati nel territorio che si estende tra Castagneto Carducci e Bibbona, nel cuore dello straordinario scenario di Bolgheri. I vini Podere Sapaio grazie al loro stile ed eleganza sono la perfetta espressione del terroir.

È prodotto in prevalenza con uve Cabernet Sauvignon (70%) e con uve Merlot (15%) e Petit Verdot (15%), raccolte unicamente a mano. La fermentazione avviene a temperatura controllata in vasche di acciaio inox, con una lunga macerazione sulle bucce. Successivamente il vino affina in barriques di rovere francese per 16 mesi e 4 mesi di affinamento in bottiglia.  Il Volpolo è caratterizzato da un bel colore rosso rubino. Dal bicchiere salgono sentori di ciliegia, mirtilli e frutti rossi. Al naso si apre con eleganti profumi di ciliegia, mirtillo e frutti rossi, arricchiti da piacevoli note speziate. Morbido ed equilibrato in bocca e piacevolmente sapido. Il vino presenta un corpo equilibrato e con una grande freschezza d’acidità sul finale. Perfetto per accompagnare risotti, ragù di carne ed arrosti, carni in umido e formaggi stagionati.

Podere Sapaio

Località Lo Scopaio, 212 – Castagneto Carducci (LI) - tel. + 39 0565 765187

www.sapaio.it



 

Letto 633 voltePermalink[0] commenti

0 Commenti

Inserisci commento

Per inserire commenti è necessario essere registrati ed aver eseguito il login.

Se non sei ancora registrato, clicca qui.
PUBBLICITÀ

Mariella Belloni


 e-mail

Leggi tutto...

Archivio Risorse Interagisci

 feed rss area vino

PUBBLICITÀ

Ultimi Commenti