Registrati!

hai dimenticato la password?

Inserisci il tuo indirizzo e-mail e premi invia.

ricerca avanzata

cerca in
Pubblicità
Home > Esperti > Eventi > Vino

Lo Spiedo di Natale da Villa in Franciacorta è servito

DoveBorgo, Fraz. Villa, Monticelli brusati (BS) - Villa Franciacorta

Quandoil 17 dicembre 2018

di Mariella Belloni

MappaArticolo georeferenziato

Torna anche per il 2018 il tradizionale appuntamento natalizio organizzato, da più di vent’anni, dall’azienda Villa Franciacorta presso le sue storiche cantine. Lo Spiedo di Natale, da diversi anni è un appuntamento imperdibile per i tanti amici dell’azienda franciacortina che ha scelto il piatto più rappresentativo della tradizione gastronomica: sua maestà “Lo Spiedo”, il piatto bresciano per eccellenza, arricchito come sempre dal “bottino” di caccia di Alessandro Banchi, patron di Villa Franciacorta, nonché esperto cacciatore. Una caccia intelligente e coerente, quella messa in atto per questa occasione: infatti, secondo una regola che vuole rispettare la tradizione, usando unicamente il fucile, senza ricorrere a richiami di alcun tipi, reti o archetti, ma rispettando ciò che la natura offre, con i suoi tempi e i suoi ritmi.

Il nome risale dal latino medievale “spetus”.
A Brescia e provincia lo spiedo è considerato il principe dei modi di cottura che dà il nome anche al piatto bresciano, composto da piccola cacciagione di piuma e fatta cuocere lentamente girandola al calore della legna o del carbone. Villa, come la casa vinicola che lo ha riproposto in una festa prenatalizia, nella sua sede di Monticelli Brusati, in Franciacorta. Se un tempo lo spiedo era fatto solo da uccellini, ormai, essendone per lo più proibita la caccia, a parte qualche eccezione, si è optato per il maiale e qualche altro tipo di carne ma, il sapore unico dello Spiedo è dato però dagli uccellini intervallati alle carni, cacciati per l’occasione dal padrone di casa Alessandro Bianchi che ama condividere lo Spiedo di Natale nella propria dimora con gli amici di sempre. La polenta accompagna d’obbligo il piatto, condita dall’intingolo ottenuto durante la cottura dello Spiedo. Ma la bontà, per la delizia dei palati più golosi, sta tutta nella rosolatura lenta di 6-7 ore e, per tutta la durata della cottura, lo spiedo viene mantenuto bagnato e condito da un misto di burro fuso, grasso e sale, e anche quest’anno è stato curato da Emilio Zanola, della Trattoria Castello di Serle (Bs), famoso per essere uno dei migliori interpreti di questo storico piatto, proposto secondo tradizione, seguendo il disciplinare di Denominazione comunale (De.co), approvato nel 2010. Lo Spiedo è un’arte, un sistema di cottura della carne che esige regole ferree: spennellare la carne con grasso, per evitare che bruci e si secchi, e girare di continuo l’asta sul fuoco per ottenere una cottura uniforme. Un rito che richiede tempo ed attenzione. Gli spiedi ruotano in senso circolare e contemporaneamente su se stessi, ricordando il movimento dei pianeti dell’universo. Il risultato è a dir poco eccellente!

“Tutti a tavola”: profumo di spiedo, unico, inimitabile…un trionfo di gusto da non perdere

Per riscaldare gli ospiti è stata servita una ‘minestrina sporca’, pastina in brodo con fegatini di pollo abbinata al Franciacorta Boké Rosè Millesimato 2009 in formato Magnum, poi è arrivato il piatto protagonista del pranzo: lo spiedo alla bresciana con polenta, abbinato dal Gradoni Rosso 2012 in formato Magnum. Si è concluso in dolcezza con panettone e crema allo zabaglione e un brindisi finale con Franciacorta Briolette Rosè, un demi-sec che unisce alla piacevole dolcezza e cremosità del gusto, la delicatezza del colore e l’eleganza dei profumi.  

Villa Franciacorta “Diamant” Pas Dosé Millesimato 2011: Ha un appeal tutto particolare, caratterizzato dai richiami di frutta rossa. Giallo oro antico, solcato da perlage sottile, di grande precisione e freschezza, è molto gentile al naso nel fondere dolcezze tostate e di pasticceria con il frutto, mentre il palato ha un importante sviluppo salino. E’ un millesimato di grande struttura e notevole morbidezza, che ha accompagnato l’aperitivo. Nella sua essenza rappresenta la massima espressione del terroir unico da cui proviene. Un’imperdibile esperienza per coloro che ricercano vini dalla spiccata personalità. Le nocciole e i fiori bianchi si uniscono ad una leggera nota di vaniglia e croissant per un risultato di inebriante piacere. Potenza, generosità e ricchezza sono le prerogative migliori di questo Franciacorta, da uve: 85% Chardonnay, 15% Pinot Nero. Perfetto come aperitivo, è ottimo da tutto pasto, eccellente in tutte le occasioni.

Franciacorta Bokè Rosè Brut Millesimato Docg 2009: Incantevole sin dal colore, di una rosa che ammalia. Delicato a chi ricerca nella vita esperienze rare e raffinate. Agli esteti della vista, del gusto e del piacere, Villa dedica questo vino che cattura i sensi grazie al vibrante perlage, alla struttura elegante e avvolgente. La vendemmia 2009 è stata tra le migliori del primo decennio del millennio e si avverte nelle caratteristiche del vino che ancora oggi conserva l’espressione di un grande terroir. Da uve Chardonnay (50%), Pinot Nero (50%), questo Franciacorta dalle belle note di piccoli frutti rossi e aromi intensi e persistenti che accompagnano a lungo il palato, affascina per la sua rara eleganza aromatica con percezioni di ciliegia, ribes e agrumi. Al gusto risulta fresco, equilibrato e sapido. Il volume e la pienezza del Pinot Nero si dimostra in perfetta sinergia con l’eleganza dello Chardonnay. Il prolungato retrogusto riflette le sensazioni promesse. Perfetto a tutto pasto, ideale con arrosti e piatti particolarmente gustosi. Ottimo accompagnamento anche da aperitivo grazie all’esigua quantità di zuccheri.

Curtefranca DOC Gradoni Rosso 2012: Da uve Cabernet Sauvignon (35%), Merlot (35%) e Cabernet Franc (30%) prodotte nel vigneto omonimo sovrastante la cantina, è complesso, intrigante, fresco e profondo sono gli aspetti aromatici che elevano il “Gradoni”. E’ un bel vino dal frutto maturo e carnoso che sprigiona un profumo di frutti di bosco, confettura, liquirizia e spezie, con bocca ampia e ben articolata, che nel finale mostra il timbro di un’annata calda. Qualcuno diceva che il “grande vino” si può abbinare a tutto. Siamo tutti d’accordo, ma alcuni ingredienti si sposano meglio di altri. Il Gradoni è legato alla carne, alla cacciagione e a formaggi esigenti. Ottimo con selvaggine, arrosti e brasati.

Franciacorta Briolette Rosé Demi-Sec Millesimato Docg: Da uve Chardonnay (70%), Pinot Nero (30%), da vigneti di proprietà siti in Monticelli Brusati. Il Villa Franciacorta Briolette è un demi-sec che unisce alla piacevole dolcezza e cremosità del gusto, la delicatezza del colore ed eleganti profumi. Lo Chardonnay si unisce al Pinot Nero creando un Rosé dai riflessi ramati. Intrigante, esuberante, il naso viene catturato da profumi di ribes, ciliegia, lampone e agrumi. Le bollicine lambiscono le labbra e con garbo sfiorano il palato. Ideale l’abbinamento con prodotti di pasticceria e dessert senza creme; da provare l’insolito accostamento con culatello e formaggi di media stagionatura. Se perfettamente conservato, il prodotto può essere degustato dopo anni dal dégorgement essendo capace di crescente complessità e lunga e positiva evoluzione nel tempo.

Il tradizionale evento natalizio presso le storiche cantine, organizzato dall’azienda franciacortina, imperdibile appuntamento per i tanti amici delle Famiglie Bianchi e Pizziol è stata quindi un’anticipazione del Natale con una bella e sentita festa, il cui successo era annunciato, oltre alla solita squisita ospitalità dei padroni di casa. Questo convivio è stata anche l’occasione per una riflessione sull’annata che sta per finire, un’annata che a Villa Franciacorta è stata indubbiamente positiva. La vendemmia si è conclusa al meglio e la qualità si è riconfermata eccellente. Le basi che stanno maturando in cantina stanno infatti dimostrando notevoli profumi, buone acidità e ottima struttura.

“Villa, un vino per ricordare”

Uno straordinario ambiente che conquista anche per la quiete del lago incorniciato dal verde delle Prealpi, la dolcezza delle colline di Franciacorta, coltivate a vigneto dove i filari disegnano ordinati paesaggi, e la vivacità di paesi e cittadine che conservano un modo di vivere ancora autenticamente originale. La Franciacorta, soleggiato anfiteatro morenico adagiato tra il Lago d’Iseo e Brescia, conosciuta per le blasonate cantine, ma già nel passato accogliente luogo di villeggiatura, offre un suggestivo scenario naturale che racchiude ville, castelli e palazzi, torri, pievi e santuari. Bellissime le passeggiate, a piedi, in bicicletta o a cavallo.
In Franciacorta, precisamente in Comune di Monticelli Brusati, c’è una frazione che si chiama “Villa”. Le vecchie case coloniche e l’annessa antica cantina vennero acquistate anni fa dall’imprenditore Alessandro Bianchi che in anni lavoro - grazie all’impegno anche della figlia Roberta e del genero Paolo Pizziol - ha reso il complesso la sede di una delle più apprezzate aziende produttrici di vino in Franciacorta, con annesso agriturismo dotato di confortevoli appartamenti.

In Cantina, nelle emozionati gallerie scavate nel cuore della collina Madonna della Rosa, il tempo, il silenzio, il fresco e l’oscurità sono le componenti essenziali della ricetta che ha permesso ai vini Villa di affermarsi come marchio d’eccellenza nel mondo enologico. Un viaggio appassionante nell’anima della Franciacorta, viaggio che percorre le diverse epoche di costruzione delle cantine a cominciare dalla più recente sala di pigiatura, in un percorso a ritroso nel tempo per arrivare all’antica cantina del ‘500. Q

Quarant’anni di soli millesimati. E che millesimati. L’unica azienda in Franciacorta a poter vantare questo primato, prodotti peraltro solo ed esclusivamente da uve di propria produzione: la filosofia di produrre solo millesimati, solo con le uve di propria produzione, è sempre stata rispettata con coerenza in tutti questi anni. L’etichetta del Brut Emozione Riserva 40 anni si va ad inserire in una gamma ampia e variegata di riserve a tiratura limitata alle quali Villa Franciacorta ci ha abituati nel tempo. Una nuova vincente lettura, espressione di un grande terroir, quello di Casa Villa e di un territorio di eccellenza, la Franciacorta, dove Villa è da sempre indiscussa protagonista. Emozione è da sempre la massima espressione della biodiversità della Maison, frutto dell’assemblaggio dei vini provenienti da più di 20 diverse parcelle, con differenti caratteristiche microclimatiche e pedologiche. La “ricetta” è quella originale: 5% Pinot Bianc, 15% Pinot Nero, 80% Chardonnay; è diversa però nella vinificazione, con una parziale prima fermentazione in barrique e un affinamento che dai 36 mesi, periodo minimo per villa, passa a 100 mesi sui lieviti, grazie ai quali l’Emozione diventa una grande Emozione. Una bollicina preziosa, impeccabile nella sua eleganza e capace di stupire con nuove e uniche note olfattive e gustative. Perlage fine e persistente, colore cristallino e vivace, bouquet ricchissimo di ampie note floreali, canditi, crosta di pane, caffè, un prodotto di stile indiscusso.

Villa e la Fondazione Rava

Una collaborazione ben collaudata, che vede l’azienda di Franciacorta al fianco dei grandi progetti umanitari della Fondazione. Villa da anni è vicina alla Fondazione Rava, sostenendo diversi progetti fra i quali uno in particolare: “Bollicina per un sorriso” ideato nel 2010 per festeggiare i 50 anni dell’azienda agricola Villa e condividere un momento di gioia donando gioia. Già nel 2010 infatti parte dei proventi della vendita della riserva RNA vennero donati per un’aula dove i bambini di Haiti da tempo possono studiare, mangiare e godere di momenti di svago lontani dalle miserie degli slums. Parte dei proventi della vendita della nuova Limited Edition Brut Emozione Riserva 40 anni - una vera e propria evoluzione creativa, una sorta di mix grafico ed estetico, che ha per origine la storica etichetta, nata per il millesimo 1978, da cui si è poi sviluppata la famosa etichetta del Brut Emozione, vessillo di casa Villa -, verrà dedicata, oggi come allora, alla costruzione di un’aula della nuova scuola di strada St.Paul di Haiti. https://youtu.be/pQJUHDGonNO è il link per conoscere meglio questo ambizioso progetto umanitario.

L’azienda vinicola: Villa Franciacorta, fraz. Villa, Monticelli Brusati (Brescia), tel. 030.652329 www.villafranciacorta.it.

Letto 417 voltePermalink[0] commenti

0 Commenti

Inserisci commento

Per inserire commenti è necessario essere registrati ed aver eseguito il login.

Se non sei ancora registrato, clicca qui.
PUBBLICITÀ

Mariella Belloni


 e-mail

Leggi tutto...

Archivio Risorse Interagisci

 feed rss area vino

PUBBLICITÀ

Ultimi Commenti