Registrati!

hai dimenticato la password?

Inserisci il tuo indirizzo e-mail e premi invia.

ricerca avanzata

cerca in
Pubblicità
Home > Esperti > Eventi > Travel

Vacanza invernale di relax per tutti i sensi in Alto Adige

DoveTirolo - nei borghi, in montagna, piccoli centri,

Quandodal 21 dicembre 2018 al 21 marzo 2019

di Mariella Belloni

MappaArticolo georeferenziato

Scoprire l’Alto Adige d’inverno significa immergersi in atmosfere magiche, passeggiare in borghi e luoghi incantati protetti da maestose montagne e resi ancor più caratteristici dal freddo e da uno strato di coltre bianca.

Bolzano, capoluogo di grande cultura, ma anche una costellazione di borghi e piccoli centri: la straordinarietà di questo territorio si misura grazie a parole come ‘architettura alpina’,‘tradizione’ e ‘storia’. Tra questi spicca San Candido - perla dell’Alta Pusteria - che nel 2019 festeggia un compleanno speciale: 1250 anni dalla sua fondazione. Per l’occasione verranno organizzati diversi eventi tra cui l’inaugurazione ufficiale il primo giorno dell’anno e, nel periodo dal 31.05 al 2.06, concerti, una festa di compleanno, l’inaugurazione del “percorso delle storie” e lo shopping al mattino.

Ma il comune più vecchio del Tirolo, non è l’unica attrazione imperdibile. Tra miti e antiche leggende, l’Alto Adige è ogni giorno una scoperta in più. Tesori nascosti e storie secolari sono custodite tra le mura di Glorenza che ospita l’unica diga chiusa delle Alpi, e Castelrotto che è stato inserito nell’elenco dei Borghi più belli d’Italia grazie al suo tessuto urbano tipicamente medievale e al suo patrimonio artistico-culturale. Anche Vipiteno e Chiusa compaiono meritatamente nel sopracitato elenco e restano impresse nella mente sia per la torre dell’orologio ferma sempre alle dodici - nel caso di Vipiteno - sia per i vicoli artistici - nel caso di Chiusa. Chiude in bellezza l’incantevole Egna, premiata per i suoi antichi portici e per il tessuto urbano tipicamente mercantile.

Infine, per gli appassionati d’arte l’Alto Adige è la meta perfetta: musei, esposizioni artistiche e parchi a tema si incontrano lungo tutto il territorio, accontentando anche le esigenze dei più piccoli che qui hanno la possibilità di divertirsi e apprendere qualcosa di nuovo. Il profumo di incenso e le luci soffuse delle chiese e delle abbazie curano, invece, lo spirito e l’anima: dai monasteri della Val Venosta e di Bressanone - città più antica del Tirolo - alle cattedrali più affascinanti di Santa Maria Assunta e San Cassiano, fino ai santuari più intimi dell’Alta Badia. E per gli appassionati di arte moderna e contemporanea edifici innovativi e utilizzo di materiali alternativi sono all’ordine del giorno.

Profumi, antichi sapori e tradizioni secolari. Quando soffia il freddo inverno, l’Alto Adige si risveglia e invita a vivere l’esperienza incredibile che solo gli eventi di questo territorio sanno regalare. Dal tiepido calore dei Mercatini di Natale per arrivare ad un San Valentino ancora più romantico e alle tradizioni folcloristiche del Carnevale. È tempo di vivere l’inverno dell’Alto Adige.

 

San Valentino

Vivere le Dolomiti di notte è un’esperienza indimenticabile. Diversi rifugi in Alta Badia offrono la possibilità di fare un giro sul gatto delle nevi per godere del panorama innevato illuminato dalla sola luna. Per coccolarsi poi ci si può concedere una romantica cena gourmet in rifugio, prima di tornare giù a valle con una passeggiata alla luce delle torce.

La Val Gardena, invece, offre il programma “Notti speciali in montagna in Val Gardena” pensato per gli innamorati che vogliono vivere la montagna anche di notte e che potranno concedersi esperienze uniche come slittate notturne e ciaspolate serali al chiaro di luna.

Per cene stellate molto vicine alla luna, il ristorante Terra è il luogo perfetto per stupire il partner. Si tratta, infatti, dell’unico ristorante italiano due stelle Michelin situato a 1.622 m sul livello del mare.

 

Carnevale

La tradizione tra festa e rinnovamento: questo è il senso del carnevale in Alto Adige, un’occasione di divertimento per grandi e piccini, nello splendido scenario delle Dolomiti e delle valli innevate. Il giovedì grasso è all’insegna del Zusslrennen: una corsa di figure vestite di bianco e ricoperte da nastri colorati e fiori che si svolge a Prato dello Stelvio. A ogni loro passo risuonano i campanacci, secondo gli antichi capaci di scacciare l’inverno e il buio, risvegliando la primavera e il sole. Il Scheibenschlagen, che avviene la prima domenica nel periodo di quaresima, è un rito che vuole scacciare l’inverno: sopra le rocce s’innalzano delle lunghe verghe infuocate per illuminare il buio e riscaldare le ultime notti invernali. Il martedì grasso, invece, degli anni dispari, è il giorno dell’Egetmann. È la manifestazione più antica dell’arco alpino e si tiene tra le vie di Termeno. La sfilata è molto particolare, in cui la fanno da padrona personaggi inquietanti che simboleggiano le sfumature di una stagione che si lascia il freddo dell’inverno alle spalle.

Gastronomia in Alto Adige

 

La gastronomia in Alto Adige è molto variegata, poiché combina la cucina tradizionale tirolese con quella mediterranea.

Cosa c’è di meglio di uno strudel caldo per contrastare il freddo inverno delle Alpi? O, forse, sarebbe meglio un po’ di speck con affumicatura al ginepro accompagnato da pane e burro di malga? La cucina altoatesina è un viaggio attraverso antichi sapori legati indissolubilmente alle tradizioni del territorio e alle sue persone.

Le ricette amalgamano culture apparentemente distanti tra loro. Qui i piatti contadini e alpini incontrano i sapori più mediterranei creando eccellenze uniche, che si differenziano a seconda dei luoghi: nei rifugi di montagna i piatti saranno più semplici e tradizionali; nei numerosissimi ristoranti stellati oggi 19 con 26 stelle in tutto l’Alto Adige - le ricette saranno una scoperta continua tra sperimentazione ed innovazione.

Menzione a parte meritano anche le malghe e le osterie contadine Ovunque le persone del posto sono ben liete di raccontare, attraverso i propri piatti, la storia di famiglia e della loro terra: a seconda dell’altitudine i sapori cambiano, i profumi diventano più o meno carichi e l’esperienza culinaria si rinnova continuamente toccando tutti i prodotti tipici, dalle mele allo speck, dallo yogurt al latte, fino ad arrivare al vino.

L’inverno culinario 2019 promette bene, dando vita a veri e propri eventi che lo valorizzano. Tra questi, degno di nota è “Sciare con gusto”, un’iniziativa dell’Alta Badia che festeggia il decimo anniversario il 17 dicembre. Per l’occasione verrà organizzato un brunch con i tre chef stellati Michelin della zona. Il tema dell'edizione di quest'anno “Ski The Italian Way”: dieci tra i migliori chef stellati italiani creeranno un piatto gourmet per altrettanti rifugi in Alta Badia che potrà essere gustato negli stessi durante tutta la stagione invernale.

Sempre a partire dal mese di dicembre l’Altopiano del Renon si trasforma in una cucina a cielo aperto: uno chef di punta locale - Wolfgang Fink . vizierà gli escursionisti e gli amanti degli sport del  rifugio Feltuner sul Corno del Renon con le eccellenze gastronomiche del territorio abbinate ad ottimi vini

www.ritten.com/it/altipiano/storie/26-piacere-gastronomico-a-2000m.html

E per le cene ad alta quota? Nella zona di Monte Cavallo, ogni martedì e venerdì sera la pista da slittino è illuminata fino a mezzanotte e l’ovovia è in funzione dalle ore 19:00 alle ore 22:00; la cabinovia Plose è accessibile fino alle ore 23 ogni venerdì sera dei primi mesi dell’anno con l’evento Plose Night; infine, ogni martedì a Valles si svolge la “danza dei vampiri”, festa notturna a 2.008 m per gli sci alpinisti che possono usufruire della cabinovia fino alle 23:30.

https://www.suedtirol.info/it/esperienze/enogastronomia

 

 

Letto 405 voltePermalink[0] commenti

0 Commenti

Inserisci commento

Per inserire commenti è necessario essere registrati ed aver eseguito il login.

Se non sei ancora registrato, clicca qui.
PUBBLICITÀ

Mariella Belloni


 e-mail

Leggi tutto...

Archivio Risorse Interagisci

 feed rss area travel

PUBBLICITÀ

Ultimi Commenti