Registrati!

hai dimenticato la password?

Inserisci il tuo indirizzo e-mail e premi invia.

ricerca avanzata

cerca in
Pubblicità
Home > Esperti > Eventi > Food

Cucinare nella propria zona di comfort con BORA e i nuovi orizzonti dell’ergonomia e dell’efficienza

DoveVia Durini, 17, Milano (MI) - Binova

Quandoil 30 novembre 2018

di Mariella Belloni

MappaArticolo georeferenziato

Design moderno e ricercato, linguaggio formale attraente e il massimo dei piani cottura modulari consentono la più ampia flessibilità nella progettazione della cucina

Binova flagship store di via Durini 17 a Milano, in collaborazione con il partner Bora, ha invitato diversi architetti, chef, blogger ed appassionati di cucina, per mostrar loro le cucine Binova e farli partecipare ad uno showcooking, all'interno del Bora Truck, un cooking mobile, in tour, dove hanno avuto modo di conoscere i piani cottura e le cappe Bora, brand prestigioso, che ha cambiato il modo stesso di intendere l’aspirazione, di Frigo2000, la casa esclusiva dei più importanti marchi internazionali nel settore della conservazione, del lavaggio, della cottura e dell’aspirazione per la cucina che si conferma un'azienda protesa al futuro che ha fatto dell’innovazione, della flessibilità e della ricerca dell’eccellenza - dal prodotto al servizio - le sue linee guida.

Da diverso tempo ormai la cucina non 
si riduce più solamente ad un luogo per cucinare. E' un luogo conviviale, dove assaporare insieme la buona cucina conversando piacevolmente.
 E' diventata il vero epicentro della vita sociale dei giorni nostri.

Oggi BORA è ormai diventata sinonimo di innovazione e creatività in cucina, perché rivoluziona il modo di muoversi in cucina e la sua progettazione come spazio da vivere. Con aspiratori per piano cottura, piani di cottura, accessori e servizi estremamente efficienti. BORA offre una maggiore libertà e funzionalità e straordinarie possibilità di progettazione, definendo elevati standard di qualità dei nostri prodotti e servizi.

Queste esigenze vengono soddisfatte grazie all’utilizzo di soli materiali pregiati, come ad esempio l’acciaio inox ed evitando di impiegare sostanze nocive per l’ambiente. Negli stabilimenti siti in Germania e Austria si realizzano prodotti di alta qualità, validi per l’uomo e sostenibili per l’ambiente.

Piani di cottura modulari, capaci di integrare un sistema di aspirazione, che si inseriscono così nei più attuali trend di progettazione per l’ambiente cucina, spazio multifunzionale e laboratorio gastronomico, luogo della convivialità condivisa. Le cappe per piano cottura Bora Professional, Bora Classic e Bora Basic soddisferanno appieno le aspettative di una clientela esigente, grazie alla loro inimitabile tecnologia e a un design capace di aprire nuovi orizzonti progettuali e di personalizzazione.

Un sistema rivoluzionario messo a punto da Bora aspira i vapori di cottura direttamente dal piano, impedendo così alle particelle di grasso liberate durante la cottura dei cibi di disperdersi nell’ambiente. Un apposito filtro in acciaio inossidabile cattura i grassi; a cottura terminata la cappa si chiude e gli odori restano nel filtro. Sembra di cucinare all’aria aperta.

Revolution 2.0 per ambiziosi chef ed esigenti amanti della cucina

In BORA Professional, piani cottura, aspiratori per piano cottura, canalizzazione, motore, filtro e cassetta a muro si uniscono in un sistema a controllo elettrico di massima funzionalità. Il fulcro di Revolution 2.0 è l’interfaccia utente: i piani cottura e l’aspiratore per piano cottura comunicano tra loro. In questo modo otteniamo il massimo confort d’uso e straordinaria efficienza. Realizzato con intelligenza nella manopola di comando: dalla regolazione della potenza, a vari programmi di funzione fino all’indicatore di temperatura. BORA Professional offre i più grandi piani cottura disponibili sul mercato degli elettrodomestici con un’altezza di montaggio minima di soli 199 mm e consente ora anche il montaggio come sistema in piani di lavoro sospesi in aria.

Bora: innovazione al piano e ricette alle “stelle”

Salmone selvatico con taccole, pompelmo e topinambur

Ingredienti

  • 600 g di salmone selvatico tagliato in
  • 4 pezzi
  • Sale naturale, pepe bianco
  • 500 g di topinambur
  • 3 cucchiai di olio d'oliva
  • 200 g di taccole
  • 2 pompelmi
  • 25 g di coriandolo
  • Foglie di spinaci e olio di canapa per servire

Preparazione

Spinare il salmone selvatico, condire e grigliare su tutti i lati sulla griglia Teppan. Lavare con cura il topinambur, appoggiare sulla pellicola di alluminio, salare leggermente e avvolgere. Cuocere nel forno ventilato a 180° C. Lasciare raffreddare, tagliare e tostare con olio d'oliva fino a farlo diventare croccante. Tagliare le taccole, sbollentare brevemente in acqua salata e aggiungere al topinambur. Aggiungere le fettine di pompelmo pelato al vivo e coriandolo tritato al topinambur e aromatizzare. Servire con foglie di spinaci freschi e olio di canapa.

Bocconcini di feta in crosta di riso nero, spinacino e puntarelle croccanti e falde di cacao

Ingredienti

Ingredienti per 4 persone:

  • 200 g feta
  • 100 g riso nero
  • 120 g spinacino
  • 120 g puntarelle
  • 2 cachi
  • 3 albumi d’uovo
  • 500 ml olio di semi
  • 40 g olio extra vergine d’oliva
  • sale Maldon
  • 1 limone

Preparazione

Tagliare la feta in cubi, passarli nel bianco d’uovo sbattuto e poi nel riso nero tritato, quindi friggerli in olio a 180° per 3 minuti. Tagliare le puntarelle molto finemente a coltello e condirle con olio, sale Maldon e spinacini sbollentati. Tagliare i cachi a falde e con il restante ottenere una polpa da amalgamare con olio e sale Maldon e il succo di un limone. Mettere in un piatto l’insalatina composta, la feta croccante, servire con falde di caco e condire con la salsa di cachi.

Budino di Chia con cocco e lamponi

Ingredienti

  • 200 ml di latte di cocco
  • 80 g di semi di chia
  • 300 g di lamponi surgelati
  • 5 cucchiai di sciroppo di pera
  • 1 cucchiaio di burro alla panna acida
  • 100 g di scaglie di mandorle
  • 1 banana

Preparazione

Mescolare il latte di cocco con 200 ml di acqua, aggiungere i semi di chia e lasciarli gonfiare coperti per almeno 12 ore nel frigorifero. Riscaldare i lamponi e ridurli in purea. Aggiungere lo sciroppo di pera e frullare ancora brevemente. Fondere il burro in una padella e tostare le scaglie di mandorla fino a farle diventare dorate e lasciare sgocciolare su carta da cucina. Sbucciare e tagliare a rondelle la banana. Servire il budino di chia in bicchieri o ciotoline, versando sopra la salsa ai lamponi e decorare con banane e mandorle.

Più possibilità. Più piacere. Più spazio. Con BORA.

www.bora.com

 

 

Letto 433 voltePermalink[0] commenti

0 Commenti

Inserisci commento

Per inserire commenti è necessario essere registrati ed aver eseguito il login.

Se non sei ancora registrato, clicca qui.
PUBBLICITÀ

Mariella Belloni


 e-mail

Leggi tutto...

Archivio Risorse Interagisci

 feed rss area food

PUBBLICITÀ

Ultimi Commenti