Registrati!

hai dimenticato la password?

Inserisci il tuo indirizzo e-mail e premi invia.

ricerca avanzata

cerca in
Pubblicità
Home > Esperti > Eventi > Travel

A San Valentino regala il gusto ad alta quota

Dovesulla vetta più alta d'Italia, Courmayeur (AO) - Skyway Monte Bianco

Quandoil 14 febbraio 2019

di Mariella Belloni

MappaArticolo georeferenziato

Trascorri la giornata più romantica dell’anno sul punto più basso del cielo, assaporando il gusto intenso della montagna.

San Valentino è la festa dell’amore per eccellenza, e l’amore può avere mille sfaccettature: il volto di una persona, la magia di un luogo, l’emozione di un’esperienza.

Con Skyway Monte Bianco San Valentino non è mai stato così pieno d’amore: la funivia meraviglia della tecnologia italiana e via d’accesso alla cima del Monte Bianco, ubicata a Courmayeur nel cuore della Val d’Aosta, diventa un regalo esclusivo per la tua dolce metà, in grado di portare la magia esperienziale d’alta quota a lume di candela.

Grazie alla preziosa box Food Experience Skyway Monte Bianco la montagna la senti, la vivi, e soprattutto la assapori. Seduto sul punto più basso del cielo, potrai goderti un pranzo di coppia all’insegna dei gustosi sapori alpini. Basterà uno sguardo per perdersi sulle cime innevate, godendo del silenzio e del brivido di trovarsi a 3466 metri, sulla vetta più alta d’Italia…

Skyway Monte – FOOD EXPERIENCE

Prezzo: € 175,00 (valido per due persone)

Il piacere dell’ascesa con Skyway Monte Bianco verso il punto più alto d’Italia per toccare il punto più basso del cielo e raggiungere 3466 metri con una futuristica funivia panoramica. L’esperienza verticale prevede un pranzo alpino a 2173 metri per godere degli autentici sapori di montagna accanto alla dolce metà.La preziosa Food Experience Skyway Monte Bianco racchiude un concept unico in un packaging dal design contemporaneo che conquista al primo sguardo: nate dal genio creativo di Matteo Ragni, la box vuole ricreare una ­finestra anticipatrice dello spettacolo mozzafi­ato e dell’esperienza che si andrà a vivere.

Biglietto di andata e ritorno per Punta Helbronner più pranzo alpino, valido per due persone.

 

Skyway Monte Bianco non è solo una funivia, è una meraviglia tecnologica di ingegneristica italiana che offre un’esperienza di viaggio indimenticabile, in grado di coinvolgere tutti i sensi, accompagnandoli verso il punto più vicino al Monte Bianco, per un’emozione talmente unica. Situate a Courmayeur, nel cuore delle Alpi della Valle d’Aosta, le nuove funivie del Monte Bianco - inaugurate a giugno 2015 - non sono un semplice mezzo di trasporto, ma sono il modo più sensazionale e più veloce di raggiungere il punto più vicino alla cima del Monte Bianco e la maestosità dei ghiacciai, da cui partono percorsi alpinistici e fuori pista che collegano la regione con la Francia e la Svizzera. Le quattro cabine, dalla linea sobria e di forma semisferica, sono strutture panoramiche che ruotano delicatamente a 360° durante tutta la salita, offrendo una vista unica sul Gigante d’Europa e sulle vette circostanti come il Cervino, il Monte Rosa e il Gran Paradiso, accompagnando i visitatori fino all’ultima stazione a 3.466 metri in soli 15 minuti in un crescendo di emozioni da vivere in una dimensione straordinaria, in equilibrio tra terra e cielo. Skyway Monte Bianco consente a tutti di vivere un’esperienza unica in cui si combina alla perfezione la meraviglia della natura e quella della tecnologia.

LE STAZIONI - Skyway Monte Bianco collega e rende facilmente accessibili le tre stazioni di Courmayeur (1.300 m), Pavillon du Mont Fréty (2.200 m) e Punta Helbronner (3.466 m), inserendosi in modo armonioso e sostenibile nel contesto naturale della montagna, grazie alle cabine trasparenti che salgono silenziose lungo il percorso e al design delle stazioni in vetro e acciaio. Da qui è facilmente raggiungibile il Rifugio Torino e partono percorsi alpinistici e fuori pista come quello del ghiacciaio del Toula, del Marbrées, i 24 Km della Vallée Blanche, che conducono fino a Chamonix, e quello del ghiacciaio della Brenva, nella zona dell’Aguille d’Entrèves.

 



Letto 803 voltePermalink[0] commenti

0 Commenti

Inserisci commento

Per inserire commenti è necessario essere registrati ed aver eseguito il login.

Se non sei ancora registrato, clicca qui.
PUBBLICITÀ

Mariella Belloni


 e-mail

Leggi tutto...

Archivio Risorse Interagisci

 feed rss area travel

PUBBLICITÀ

Ultimi Commenti