Registrati!

hai dimenticato la password?

Inserisci il tuo indirizzo e-mail e premi invia.

ricerca avanzata

cerca in
Pubblicità
Home > Esperti > Eventi > Vino

I vini Tedeschi tra storia e innovazione, nel rispetto di un profondo legame con il territorio

DoveVeronaFiere, Verona (VR) - Vinitaly

Quandodal 07 aprile 2019 al 10 aprile 2019

di Mariella Belloni

MappaArticolo georeferenziato

 

L’azienda protagonista a Vinitaly con la degustazione di un prestigioso Valpolicella annata 1991, l’annuncio della certificazione Equalitas per la sostenibilità e la presentazione di un nuovo studio con l’Università di Verona

 

L’azienda protagonista a Vinitaly con la degustazione di un prestigioso Valpolicella annata 1991, l’annuncio della certificazione Equalitas per la sostenibilità e la presentazione di un nuovo studio con l’Università di Verona.

 

Una storia di valori e tradizioni che guarda al futuro, mantenendo sempre un profondo legame con il territorio: la Famiglia Tedeschi si presenta a Vinitaly per raccontarsi attraverso i suoi vini eleganti, strutturati e longevi, frutto di un attento percorso di ricerca e di valorizzazione della Valpolicella in cui emerge la forte identità dell’azienda tra radicamento al territorio e vocazione all’innovazione.

 

Non a caso, la vetrina di Verona ospiterà una eccezionale degustazione di Capitel Nicalò Valpolicella Doc Superiore che prevede l’assaggio dell’annata 1991 insieme con la 2009: una occasione unica per raccontare la storicità di questa azienda, non solo attraverso il vino icona Amarone, prodotto di punta di Tedeschi, ma anche con il vino di più facile beva, il Valpolicella Superiore!

 

L’azienda, seppur fedele alle proprie tradizioni, ha sempre comunque saputo proiettarsi in modo lungimirante verso il futuro: è infatti una delle prime in Veneto ad aver ottenuto la certificazione Equalitas, un importante riconoscimento di sostenibilità dedicato alla filiera del vino e basato sui tre pilastri sociale, ambientale ed economico.

 

Tutto ciò è frutto dell’impegno e della passione che la famiglia Tedeschi porta avanti grazie al progetto di valorizzazione del terroir partito nel 2010. “Oggi siamo in grado di selezionare le nostre uve, provenienti esclusivamente da vitigni autoctoni dei 46 ettari vitati di proprietà, per produrre vini da singolo vigneto, individuando le caratteristiche che ci legano profondamente al territorio” - spiega Riccardo Tedeschi, alla guida dell’azienda insieme con le sorelle Antonietta e Sabrina - “Tutto questo nel pieno rispetto della sostenibilità, dalla gestione agronomica alla filiera enologica. A tal proposito siamo orgogliosi di annunciare il recentissimo ottenimento della certificazione Equalitas”.

 

L’impegno dell’azienda Tedeschi per il proprio territorio è inoltre evidenziato dalla ricerca che la famiglia porta avanti dal 2017 in collaborazione con il Dipartimento di Biotecnologie dell’Università di Verona e con il Prof. Maurizio Ugliano sugli studi dei caratteri aromatici delle uve e dei vini da singoli vigneti e sui principali fattori coinvolti nella loro espressione, con un focus particolare sull’Amarone, dunque sul vigneto Monte Olmi e i 7 ettari di La Fabriseria e le tre zone diverse di Maternigo (Anfiteatro, Bàrila e Impervio).

 

“Oggi la ricerca continua” - afferma Riccardo Tedeschi - “e qui a Vinitaly presentiamo i primi risultati dello studio che analizza le uve Corvina e Corvinone ed evidenzia le diversità aromatiche dei vini in relazione al vigneto di provenienza delle uve stesse”.

 

“La ricerca sulla geo-tipicità aromatica dei vini è un progetto stimolante” - commenta il Prof. Maurizio Ugliano - “ci aiuta infatti ad enfatizzare le caratteristiche di un territorio e delle sue sottozone, facendo emergere anche importanti aspetti legati alle culture e alle tradizioni delle singole aree, unendo così l’uomo, parte integrante della filiera, alla geografia del territorio stesso”.

 

 Gli appuntamenti dell’azienda Tedeschi a Vinitaly:

 

Degustazioni dedicate presso lo stand (Padiglione 4 stand C 3)

Capitel Nicalò Valpolicella Doc Superiore, 2009 e 1991

Capitel San Rocco Valpolicella Ripasso Doc Superiore, 2012 e 2006

Maternigo Valpolicella Doc Superiore, 2013 e 2011

La Fabriseria Valpolicella Doc Classico Superiore, 2010 e 2008

Amarone della Valpolicella Doc, 2003 e 1995

Monte Olmi Amarone della Valpolicella Doc Classico Riserva, 2009

 

Degustazioni corali condotte da Ian D’Agata presso la Sala Tulipano al Palaexpo (piano -1) ingresso A1:

Martedì 9 aprile alle ore 15.00: “Taste and Dream”- Dalla library delle Famiglie, la storia dell'Amarone e dei suoi terroir - Le vallate della Valpolicella, in cui sarà presentato il Capitel Monte Olmi Amarone della Valpolicella Doc Classico 1999

 

Mercoledì 10 aprile alle ore 11.00: “Taste and Dream"- Dal nord al sud, viaggio nell'Italia del grande vino con bottiglie innovative, famose, storiche, dove protagonista sarà il Valpolicella di Tedeschi con La Fabriseria Valpolicella Classico Superiore 2006

 

 

Letto 371 voltePermalink[0] commenti

0 Commenti

Inserisci commento

Per inserire commenti è necessario essere registrati ed aver eseguito il login.

Se non sei ancora registrato, clicca qui.
PUBBLICITÀ

Mariella Belloni


 e-mail

Leggi tutto...

Archivio Risorse Interagisci

 feed rss area vino

PUBBLICITÀ

Ultimi Commenti