Warning: mysql_fetch_assoc(): supplied argument is not a valid MySQL result resource in /www/MW_qPnIayRGG/tigulliovino.it/dettaglio_articolo.php on line 207

Warning: mysql_free_result(): supplied argument is not a valid MySQL result resource in /www/MW_qPnIayRGG/tigulliovino.it/dettaglio_articolo.php on line 213
Giacomo Puccini, le passioni inducono ai piaceri della tavola, di Renato Rovetta

Registrati!

hai dimenticato la password?

Inserisci il tuo indirizzo e-mail e premi invia.

ricerca avanzata

cerca in
Pubblicità
Home > Esperti > Food

Giacomo Puccini, le passioni inducono ai piaceri della tavola

di Renato Rovetta

E’ risaputo che Giacomo Puccini, come tanti altri famosi musicisti (celebre Rossini) amava indulgere ai piaceri della tavola. Pare adorasse le anguille e le aringhe, ma la sua grande passione di cacciatore lo portò ad amare la cucina di caccia. Spesso dopo le battute di caccia si dilettava a cucinare egli stesso: fagiani, anatre e pernici arrosto e mitico era il momento del dopo cena, spessissimo condivisa con un discreto numero di amici, che si chiudeva con un ottimo sigaro di chiara fattura toscana. Il suo viscerale amore per il buon mangiare e bere traspare anche dalle sue opere “Ah, se nel bicchier sta il piacer / in giovin bocca sta l’amor (Boheme).

All’epoca pochi erano i fortunati come Puccini, che cacciava/no per diletto. In genere si cacciava per vivere. Erano soprattutto i mezzadri che cacciavano per cercare di arrotondare le misere entrate del podere; non potendo gli stessi andar per opera su altrui poderi senza il consenso del concedente del fondo dove operavano. Cacciavano spesso di frodo poiché le licenze costavano molto, specialmente dopo la legge del 1923 emanata da Mussolini.

Era l’Italia del rachitismo che colpiva la stragrande maggioranza dei giovani a causa di un alimentazione ipoproteica e ipocalorica; non è certamente un caso che dopo il boom economico del dopoguerra la statura degli italiani si è alzata ed il rachitismo non rappresenta più una piaga sociale …..ce ne sono altre a segno di un totale cambiamento degli stili alimentari e di vita…Obesità, Malattie cardiovascolari, disagi psicologici (anoressia, ortodossia,bulimia..) a sottolineare quanto difficile sia trovare il giusto equilibrio nell’abbondanza.

Letto 5429 voltePermalink[0] commenti

0 Commenti

Inserisci commento

Per inserire commenti è necessario essere registrati ed aver eseguito il login.

Se non sei ancora registrato, clicca qui.
PUBBLICITÀ

Renato Rovetta

Renato Rovetta

 Sito web
 e-mail

Sommelier Professionista e membro della Commissione di Selezione Vini in qualità di esperto per la Camera di Commercio, oggi ValorItalia...

Leggi tutto...

Archivio Risorse Interagisci

 feed rss area food

PUBBLICITÀ

Ultimi Commenti