Warning: mysql_fetch_assoc(): supplied argument is not a valid MySQL result resource in /www/MW_qPnIayRGG/tigulliovino.it/dettaglio_articolo.php on line 207

Warning: mysql_free_result(): supplied argument is not a valid MySQL result resource in /www/MW_qPnIayRGG/tigulliovino.it/dettaglio_articolo.php on line 213
Comunicare il vino d'estate, di Slawka G. Scarso

Registrati!

hai dimenticato la password?

Inserisci il tuo indirizzo e-mail e premi invia.

ricerca avanzata

cerca in
Pubblicità
Home > Autori > Marketing > Enomarketing

Enomarketing

Comunicare il vino d'estate

di Slawka G. Scarso

D'estate fa caldo, certe volte davvero troppo. Così, i rossi che solitamente godono delle preferenze dei consumatori, cedono trono e scettro, seppur per poco, a bianchi e rosati. Come sempre, la merce non esposta, e in generale "non comunicata", non si vende. Così affiorano dappertutto eventi e nuovi modi di comunicare il vino... in costume da bagno o pantaloncini corti. E le pagine delle riviste specializzate si popolano di proposte fresche, magari con le bollicine, cercando di fare tendenza e lanciare, o rilanciare, una certa tipologia.

Impossibile fare una panoramica completa, tuttavia ci sono state alcune iniziative nel mondo della comunicazione estiva del vino, che si possono prendere a titolo esemplificativo. Partendo dal Pignoletto Beach Party, un evento fatto in spiaggia, dedicato ai giovani, in cui questa tipologia di vino bianco allevata in quel di Bologna (l'evento non a caso è promosso dal Consorzio dei Colli Bolognesi) viene promossa in versione "pareo" ai giovani sulla spiaggia di Marina di Ravenna. Un modo per richiamare l'attenzione su questo vino bianco e al tempo stesso fare cultura del vino in una maniera non pomposa, ma accessibile a tutti.

Con un posizionamento differente si presenta invece l'iniziativa della Strada dei Vini Lison Pramaggiore che vede protagonista un'arte più di nicchia - musica classica, barocca e romantica, ma anche jazz, teatro danza e teatro dialettale - per promuovere una denominazione che ha bisogno di fare più comunicazione rispetto a quelle vicine che sono già, per così dire, "brand", come Valpolicella e Soave. Sarebbe forse il caso di lanciare un gesto, per così dire, più "popolare"? Di fatto, l'importante è che il gesto sia coerente con l'immagine che ha già la denominazione, e trattandosi di una zona che era un tempo definita il vigneto della Serenissima, la coerenza c'è tutta.

Sempre per promuovere (soprattutto) i bianchi, in chiave ludica ed estiva, la manifestazione romana che sposta le degustazioni a bordo di un battello, il Battello del Gusto. Un mese e mezzo di eventi da una location insolita, in mezzo al Tevere, con tanto di spiegazione dei monumenti oltre che dei vini: per i romani che non partono (e vogliono riscoprire la città) e per i turisti che inondano la capitale nei mesi più caldi. Un target ampio per il quale vale la pena rilanciare l'immagine dei vini laziali.

Quanto agli eventi che si svolgono all'estero, una chicca da segnalare è quella che viene dall'Ungheria, che in occasione di una notte bianca dei musei ungheresi a giugno, propone ai giovani e non solo una sorta di cocktail a base di vino e soda, il froccs. Degustazioni ed eventi tematici all'interno di un museo promuovendo una bevanda nata da quelle parti nell'Ottocento - da museo, insomma.

Se questi sono gli eventi che spingono soprattutto i vini bianchi, i rossisti non stanno certo con le mani in mano. In Valtellina, terra di Sfursat, si ripete ad esempio la rassegna Wine & More, che abbina tra le altre cose il vino al golf. La particolarità sta nel fatto che è stata creata una Wine & More Card, gratuita (gli organizzatori ci guadagnano un ricco database), che permette di ottenere sconti anche considerevoli nelle degustazioni e negli altri eventi. Incluso sui campi da golf.

E per finire, c'è il Wine & Jazz festival, organizzato da Castello Banfi, che quest'anno celebra la decima edizione con i migliori artisti che si sono avvicendati in questi anni nella terra del Brunello di Montalcino.
Che si tratti di un vino o di un altro, di musica jazz in collina o magari lounge in riva al mare, ciò che importa come sempre è che si trovi una formula nuova, o rinnovata, per promuovere il vino in modo coerente con il brand e con le tradizioni della tipologia. O magari in un modo così nuovo, da creare una nuova tradizione.

Letto 3998 voltePermalink[0] commenti

0 Commenti

Inserisci commento

Per inserire commenti è necessario essere registrati ed aver eseguito il login.

Se non sei ancora registrato, clicca qui.
PUBBLICITÀ

Slawka G. Scarso

Slawka G. Scarso

 Sito web
 e-mail

Laureata in Economia e Commercio, Slawka è consulente di marketing specializzata nella comunicazione enogastronomica. Nel mondo editoriale...

Leggi tutto...

Archivio Risorse Interagisci

 feed rss area marketing

PUBBLICITÀ

Ultimi Commenti