Registrati!

hai dimenticato la password?

Inserisci il tuo indirizzo e-mail e premi invia.

ricerca avanzata

cerca in
Pubblicità
Home > Autori > Travel > Strade del Vino

Strade del Vino

Strada del Prosecco e Vini dei Colli Conegliano e Valdobbiadene

di Iole Piscolla

MappaArticolo georeferenziato

Quello fra Conegliano e Valdobbiadene è un anfiteatro naturale di colline che si snodano nella parte settentrionale della provincia di Treviso, a poco più di un'ora da Venezia. Non lontano le imponenti Dolomiti venete. Un comprensorio fra i più interessanti in tutta Italia, dove la laboriosità delle Istituzioni si sposa perfettamente con quella dei produttori vitivinicoli e degli artigiani locali, sia essi impegnati in laboratori di produzione e trasformazione del prodotto tipico, sia addetti ai servizi di accoglienza e di ospitalità al turista, rigorosamente genuini perché in linea con la cultura della gente del posto, amante delle proprie radici. Qui, in questo distretto del vino denominato Strada del Prosecco, i comuni della Marca Trevigiana fanno sì che questo territorio abbia acquisito la denominazione di "Marca gioiosa et amorosa". Una terra antica, ricca di fascino, dove è possibile soggiornare in case coloniche ristrutturate, percorrere a piedi itinerari inconsueti, soggiornare andando a cavallo o visitare i molti e caratteristici artigiani che ripercorrono le tradizioni e la manualità dei loro avi.

Un percorso di benessere in un areale in cui la vite s'integra appieno con il territorio creando una viticoltura "romantica", espressione di una cultura in cui si riescono a conciliare la specializzazione con le tradizioni. Qui Conegliano, Vittorio Veneto, Valdobbiadene, Asolo, Miane - solo per citare alcuni dei centri più rappresentativi del distretto - rappresentano il fulcro di un territorio dalla grande forza paesaggistica, modellato dalla presenza di grandi fiumi e di mille corsi d'acqua.


Conegliano

Rappresenta la capitale storica del Prosecco Doc e qui è nata la prima scuola enologica italiana che ha contribuito e continua tutt'oggi alla crescita qualitativa dell'enologia italiana in generale e di quella locale in particolare. Oggi la città, situata in posizione privilegiata a ridosso delle Alpi Trevigiane, è uno dei centri industriali più dinamici del Nord Est; nonostante questo ha saputo conservare l'impronta di fortezza medioevale e borgo murato.

Famosa per aver dato i natali al celebre pittore G.B. Cima (XV secolo), di cui custodisce tutt'oggi nel Duomo una splendida pala raffigurante una "Sacra Conversazione", Conegliano è libero Comune dal 1112, quando, sotto la guida di un gruppo di nobili famiglie, dovette far fronte, dall'undicesimo al quattordicesimo secolo, alle mire espansionistiche di Treviso, di Belluno e di Feltre, degli Scaligeri e dei Carraresi. Per questo si dette spontaneamente alla Serenissima (1389 - 1797) , per la qual cosa vanta anche il titolo di "Cantina di San Marco". Qui a Conegliano da non perdere l'originale facciata affrescata del Duomo con la annessa Sala dei Battuti, lungo il corso principale del centro storico.


Valdobbiadene

E' la terra d'elezione del Prosecco a denominazione di origine. Nel suo compren sorio tutto odora e profuma di vino, nel segno di una civiltà della vite che interessa l'ambiente, la cultura di un'intera comunità. Adagiata in un'ampia e verde vallata, disegnata dal susseguirsi ininterrotto e dolce delle colline, Valdobbiadene è delimitata ai suoi confini dallo scorrere del Piave, da cui deriva, con ogni probabilità, il toponimo "Duplavilis". Patria di San Venanzio Fortunato, vescovo di Poitiers, illustre poeta e agiografo della tarda latinità, secondo la tradizione, diede i Natali, verso il 1240, anche a Nicolò Bocassino, il futuro Papa Benedetto IX.

Valdobbiadene accoglie il visitatore con la sua maestosa piazza centrale circondata da edifici dal sapore neoclassico come il Duomo, il Municipio, l'imponente campanile del diciottesimo secolo. Al quattrocento risale la chiesetta di San Gregorio Magno. Dal centro una diramazione intersecante conduce ai 1.000 metri di Pianezze, con una splendida vista. Qui sorge anche il Tempio Internazionale del Donatore. Questa è una terra generosa e nobile, sia per il Prosecco di Valdobbiadene, sia per il Prosecco Superiore di Cartizze, prodotto in quantità limitata, in un piccolo "cru" dalle peculiari condizioni geo-climatiche.


Strada del Prosecco e Vini dei Colli Conegliano e Valdobbiadene

Associazione Strada del Prosecco e Vini dei Colli Conegliano e Valdobbiadene
Sede Operativa
Villa dei Cedri Via Piva, 89 - 31049 - Valdobbiadene (TV)
Tel: 0423 - 972372 - Fax: 0423 - 975510
www.prosecco.it - www.altamarca.it
altamarca@altamarca.it

Letto 3742 voltePermalink[0] commenti

0 Commenti

Inserisci commento

Per inserire commenti è necessario essere registrati ed aver eseguito il login.

Se non sei ancora registrato, clicca qui.
PUBBLICITÀ

Iole Piscolla

Iole Piscolla


 e-mail

Iole Piscolla scrive da anni di turismo ed enogastronomia. E’ un tecnico di Strade del vino e da tre anni dirige il Centro Studi e Servizi alle...

Leggi tutto...

Archivio Risorse Interagisci

 feed rss area travel

PUBBLICITÀ

Ultimi Commenti