Registrati!

hai dimenticato la password?

Inserisci il tuo indirizzo e-mail e premi invia.

ricerca avanzata

cerca in

Tags

ais, alba, alessandria, anteprime, asti, banchi d assaggio, barbaresco, barbera, brunello di montalcino, camera di commercio di genova, carlo ravanello, cervim, concorsi, concorsi enologici, cuneo, eventi vino, firenze, francia, genova, gioacchino la franca, go wine, guglielmina costi monaci, liguria, manifestazioni sul vino, massimo corrado, montepulciano, onav, ovada, piemonte, recco, roberto gaudio, savona, siena, silvano d orba, silvia pezzuto, star hotel president, toscana, valle d aosta, vini liguri

Home > Autori > Vino > Vocacibario

Vocacibario

Prima Festa Regionale delle DE. CO.

di Virgilio Pronzati

Era nell’anno 1999 quando Luigi Veronelli ideò le De.Co., ossia le Denominazioni Comunali. Tutti o quasi conoscevano le DOC e DOCG del vino. Meno le DOP, IGP e STG dei prodotti agroalimentari.  Nessuno o pochissimi sapevano delle De. Co. La loro attuazione è stata difficoltosa perchè non capita dalle istituzioni e quindi osteggiata. Nel 2002 Riccardo Lagorio ne redisse la prima delibera. Nel 2005 c’è anche il consenso dell’allora ministro delle Politiche Agricole Giovanni Alemanno.    In seguito, con non pochi ostacoli di forma e burocratici da parte del Ministero, ne prese in mano le sorti il giornalista Paolo Massobrio, seguace e amico dell’indimenticato Gino (per gli amici) Veronelli. Le De. Co. sono lo strumento perfetto per valorizzare al meglio un territorio. Un vero e proprio marketing territoriale. Con queste premesse, lo scorso 10 giugno di quest’anno, nella Sala trasparenza della Regione Liguria a Genova, il dinamico Assessore all’Agricoltura della Regione Liguria Stefano Mai ha presentato alla stampa la prima festa delle Denominazioni Comunali (De.Co.) della Liguria. Atteso evento che si...
Letto 1353 volteLeggi tutto[0] commenti

Pier Luigi Lugano inaugura la nuova cantina di Sestri Levante

di Virgilio Pronzati

Pier Luigi Lugano è sicuramente un personaggio del mondo del vino.  Senza squilli di tromba e grancassa, ma con tenacia e professionalità, si è ritagliato una solida immagine nel contesto vinicolo ligure e non solo.  Nei primi anni 70, Pier Luigi Lugano allora insegnante d’arte (pregevoli i suoi disegni e bassorilievi), s’innamora del vino. Rapidamente acquisisce informazioni sulla tecnica di produzione dei vini e della degustazione, frequentando i tre Corsi specifici organizzati dall’Associazione Italiana Sommelier Delegazione della Liguria. Non solo, dopo avere ricevuto meritatamente il Diploma di Sommelier, partecipa al Concorso del miglior Sommelier d’Italia.    Dalla prima e piccola rivendita di vino situata in un vicolo del centro di Chiavari, compie il gran passo, affittando l’attuale cantina con l’annessa enoteca. Infaticabile e con le idee chiare, seleziona e vende ottimi vini sfusi con un più che buon rapporto qualità-prezzo. Un metodo di vendita, innovativo per qui tempi, che incontra un positivo riscontro sia tra i consumatori che nei posti di ristoro.  Profondendo ancora...
Letto 1379 volteLeggi tutto[0] commenti

Timossi Experience 2019

di Virgilio Pronzati

L’azienda Timossi si è superata. Ha creato l’evento nell’evento. Infatti l’attuale edizione denominata Timossi Experience si è svolta il primo aprile 2019 nello storico Palazzo Reale di via Balbi, uno dei 42 Palazzi dei Rolli, Patrimonio Universale dell’Umanità tutelati dall’Unesco.    Maggiore presenza di produttori e ovviamente di vini, la cura nell’allestimento dei banchi d’assaggio, le golose isole gastronomiche con formaggi, olio extravergine di oliva, primi piatti, pizzette e dolci realizzati al momento.    Molteplici motivi d’interesse che hanno convogliato a Palazzo Reale alcune migliaia di visitatori, tra cui operatori del settore, sommelier Ais e Fisar, assaggiatori Onav e giornalisti. In degustazione negli affollati banchi d’assaggio, oltre 200 vini prodotti da circa novanta aziende di cui in gran parte nazionali ed alcune estere.   Presenti tutte le tipologie: Spumanti Metodo Classico, Martinotti e Champagne, bianchi freschi e sapidi da bere giovani e altri più strutturati e complessi, fragranti e fruttati rosati, rossi giovani, affinati e da lungo...
Letto 1312 volteLeggi tutto[0] commenti

Grande serata da O Vittorio con le golosità dell'Antola e dei Presidi Slow Food

di Virgilio Pronzati

Il ristorante Da O Vittorio di Recco oltre ad essere inserito tra i Locali Storici d’Italia, è una “gran tavola sicura”. Accoglienza, freschezza delle basi alimentari e saporosità dei piatti, sono da sempre una garanzia.    Vittorio e Giovanni Bisso i due gemelli che lo gestiscono al meglio con i loro figli, hanno saputo custodire e trasmettere i valori della famiglia e della cucina lasciatigli dai loro antenati. Un’eredità tutt’altro che facile, sapendo che tutto è nato nel 1860 per merito di Marinin e Vittorio Bisso, gestori di un’osteria con campo da bocce.    Da allora ad oggi sono passate quattro generazioni, ma la quinta è già appaiata ai genitori. Paola, Mattia, Chiara e Federico sono gli alfieri del locale. Innumerevoli i personaggi che ne hanno apprezzato i piatti. Luigi Einaudi e Elettra Marconi. I comici Bramieri, Dapporto e Walter Chiari con cui Luigi, padre di Vittorio e Giovanni, scambiava le barzellette.    E ancora Vanda Osiris, il grande Govi, il  Premio Nobel Dario Fo, i cantautori De Andrè e Gino Paoli, gli attori Nino Manfredi, Tognazzi e...
Letto 1534 volteLeggi tutto[0] commenti

Golosità pugliesi al Vitturin 1860

di Virgilio Pronzati

Recco è sicuramente uno dei migliori esempi della laboriosità, tenacia e spirito imprenditoriale della gente ligure. Completamente distrutta dalla guerra (seconda dopo Montecassino) e privata delle comunicazioni viarie con i paesi vicini, Recco ha saputo risorgere e costruirsi nel tempo una solida economia basata su prodotti dell’artigianato e in gran parte sulla ristorazione, tanto da divenire l’attuale capitale gastronomica della Liguria. Dalle semplici locande e chioschi nella metà dell’Ottocento, si è passati alle trattorie ad inizio del Novecento e,  a buoni ristoranti già negli anni ’70-80. Solare cittadina di poco meno di 10 mila abitanti, Recco può vantare  ben tre ristoranti ultracentenari tra cui il Vitturin  1860.    Era appunto quell’anno che Caterina Crovetto e il marito Gianbattista Badaracco antenati degli attuali patron, iniziarono un'avventura lunga sei generazioni. Nel 1961 fu la figlia Rita, assieme al marito Lino Squarzati, ad aprire una nuova trattoria dal grande forno a legna, dove i clienti potevano osservare tutte le fasi di preparazione della sempre più...
Letto 2071 volteLeggi tutto[0] commenti

Virgilio Pronzati

Virgilio Pronzati


 e-mail

Virgilio Pronzati, giornalista specializzato in enogastronomia e già docente della stessa materia in diversi Istituti Professionali di Stato...

Leggi tutto...

Archivio Risorse Interagisci

 feed rss di questa rubrica

Pubblicità Ultimi Commenti