Warning: mysql_fetch_assoc(): supplied argument is not a valid MySQL result resource in /www/MW_qPnIayRGG/tigulliovino.it/dettaglio_articolo.php on line 208

Warning: mysql_free_result(): supplied argument is not a valid MySQL result resource in /www/MW_qPnIayRGG/tigulliovino.it/dettaglio_articolo.php on line 214
Web, dal dire al fare, di Filippo Ronco

Registrati!

hai dimenticato la password?

Inserisci il tuo indirizzo e-mail e premi invia.

ricerca avanzata

cerca in
Pubblicità
Home > Marketing > Back office

Back office

Web, dal dire al fare

di Filippo Ronco

Il periodo in cui si "parlava" del web è concluso.
Quel periodo che comincia con le bbs per arrivare fino ad internet, in cui si trascorrevano intere giornate a disquisire le modalità migliori per comunicare qualcosa, l'uso più appropriato o la scelta della piattaforma migliore, dalla netiquette all'apertura di un blog, sono tutte cose di dominio pubblico, non occorrono consulenti, non servono particolari corsi di formazione.

Fatti salvi casi specifici ed esigenze particolari, per un uso basico della rete (ma non per questo meno redditizio) è in effetti sufficiente avere il tempo e la voglia di documentarsi un minimo, osservare gli altri, imparare: online sono stati scritti fiumi di parole "sul" web e quotidiani sono gli esempi di iniziative spontaneamente nate da esso.

Da qualche tempo, almeno questa è la mia più netta impressione, si è passati dal dire al fare. Come ho scritto altrove - in un commento alle interessanti nuove considerazioni di Chris Anderson, che sostiene che l'era delle pr e del marketing siano concluse  - stiamo semplicemente transitando dalla fase in cui della rete si parlava alla fase in cui - finalmente - si passa alla pratica per viverla pienamente.

Un po' come quando si scruta il mare mosso prima di tuffarsi: si guardà in là lontano l'orizzonte finché si riesce, si osserva l'intensità del vento, si studiano i cicli di onde grandi e piccole, si attende il momento perfetto per buttarsi. Poi FRAAAM (cit.) dentro. Nuotare, galleggiare, immergersi, tornare a respirare. E' decisamente  un'altra cosa, è vivere il momento, interagire pienamente col mare e con sé stessi, mettersi alla prova, giocare con la possibilità di diventare per qualche minuto veramente parte di quel tutto.

In altre parole, credo che la fase espolorativa - scoutistica - sia terminata. Le finte professionalità sono diventate in molti casi veri lavori, nulla è definitivo ed è anzi in totale divenire ma esiste oggi una base solida (che ieri non c'era) che consente di muoversi con decisione e non più a tentoni. Le opportunità sono lì, a disposizione di tutti e lo sono in modo anarchicamente perfetto, una sorta di democrazia dell'opportunità che concede a tutti non una ma molte occasioni.

I consulenti, a parziale differenza di quanto sostiene Anderson, hanno secondo me ancora lunga vita davanti a sé, in particolare le professionalità più serie che negli anno hanno davvero lavorato per costruirsi una specializzazione in singoli àmbiti. La rete porta fisiologicamente in evidenza i servizi e gli strumenti realmente necessari costringendo al confino il fumo negli occhi.


[Foto credit: Larotondadicamogli.com]

Letto 6983 voltePermalink[0] commenti

0 Commenti

Inserisci commento

Per inserire commenti è necessario essere registrati ed aver eseguito il login.

Se non sei ancora registrato, clicca qui.
PUBBLICITÀ

Filippo Ronco

Filippo Ronco

 Sito web
 e-mail

Laureato alla Facoltà di Giurisprudenza di Genova nel 2003, ho fatto pratica legale in uno studio per circa 2 anni ma non ho mai provato a dare...

Leggi tutto...

Archivio Risorse Interagisci

 feed rss area marketing

PUBBLICITÀ

Ultimi Commenti